Immagine non disponibile
Museo

Museo diocesano "Mons. Cesare Recanatini"

Immagine non disponibile. Copyright Altrama Italia SRL
PIAZZA DUOMO, 9, Ancona

La collocazione del Museo è senz'altro prestigiosa: il Palazzo del Vecchio Episcopio, situato sulla sommità del colle Guasco prospiciente dall'alto sul porto e sul centro storico, è, insieme all'adiacente Cattedrale romanica di San Ciriaco, la testimonianza e il simbolo degli splendori della città di Ancona.
L'allestimento del Museo è organizzato su due piani rispettando i più moderni criteri museografici: impianti a norma, sistemi di sicurezza, superamento delle barriere architettoniche, biblioteca specializzata e vendita delle pubblicazioni. Le opere, distribuite in 18 sale, sono state sistemate sia seguendo un iter cronologico che secondo raggruppamenti tematici. E' possibile, quindi, visitando il Museo, ripercorrere i momenti più salienti dell'arte e della storia del nostro territorio. Le collezioni ivi contenute sono notevoli sia dal punto di vista quantitativo (oltre 460) che da quello qualitativo; esse comprendono complessi scultorei, frammenti lapidei, iscrizioni, pergamene, preziosi tessuti e arazzi, una raccolta di numismatica, oreficeria, terrecotte, tavole e tele dipinte. Alcune opere di eccezionale pregio come il sarcofago di Gorgonio del IV secolo, l'Evangeliario di San Marcellino del VI secolo, il drappo in seta di San Ciriaco del X secolo, il pluteo in pietra del XII secolo, il Tesoro della Cattedrale, le tavole dipinte di scuola marchigiana del XV secolo e i quattro arazzi fiamminghi tessuti, all'inizio del '600, sui cartoni disegnati da P.P. Rubens, giustificherebbero da sole una visita al Museo; esso, però, non è stato concepito come mero contenitore di rilevanze artistiche ma secondo un percorso fitto di testimonianze e rimandi della storia della comunità cattolica di Ancona, quindi ogni singolo pezzo è un tassello insostituibile di questo percorso culturale. Diversi sono i livelli di lettura dei preziosi oggetti conservati nel Museo: quello estetico-artistico, quello iconologico, tecnico, storico e liturgico-devozionale; essi, per una completa comprensione dell'opera d'arte, sono inscindibili ed è per questo che personale competente, a disposizione del visitatore, effettua visite guidate che consentono una migliore fruizione del ricco ed eterogeneo patrimonio custodito nel Museo.

Ancona

Ancona

Protesa verso il mare, la città sorge su un promontorio a forma di gomito piegato, che protegge il più ampio porto naturale dell'Adriatico centrale. I Greci di Siracusa, che fondarono la città nel 387 a.C., notarono la forma di questo...

Booking.com