Consigli di viaggio - Esperienze

Trekking sull'Argentario: percorsi a piedi e in bici

Scritto da Redazione , 28/09/20

Non c'è niente di meglio che praticare trekking sull'Argentario in questo periodo: il meraviglioso promontorio in provincia di Grosseto è una finestra sul Tirreno e la Laguna di Orbetello, che si tinge di mille colori, per un'esperienza di benessere a stretto contatto con la natura.

Oltre al Comune di Monte Argentario fanno parte dell'omonimo promontorio anche gli antichi borghi di pescatori di Porto Santo Stefano (nord-ovest) e Porto Ercole (sud-est), entrambi centri da visitare durante un trekking all'Argentario che include anche l'interno collinare e la piccola zona pianeggiante di Terrarossa, Sito di Interesse Regionale.

Trekking Argentario: percorsi a piedi

Tekking Argentario a piedi e con percorsi adatti a tutti? Ecco qualche suggerimento tra i tanti sentieri percorribili...

Trekking Argentario ad anello: Porto Santo Stefano - Capo d’Uomo

Partenza a piedi dal porto per imboccare la strada che conduce alla Fortezza. Il sentiero, che si restringe avvicinandosi a Capo d'Uomo, consente di ammirare uno straordinario panorama sul mare e l’Isola del Giglio. Si torna scendendo per i boschi, con una piacevole deviazione per il Forte del Pozzarello.

Trekking Argentario: Porto Santo Stefano - Convento dei Passionisti

Stesso punto di partenza per un percorso alternativo della lunghezza di 15 Km, quasi interamente sterrato. Da Cala del Pozzarello si risale per Costa delle Capanne; poi tutta discesa fino al Convento dei Passionisti, bellissimo monastero del '700 e luogo di pace con vista fantastica.

Trekking Argentario: percorsi in bici

L'intero Promontorio dell'Argentario, caratterizzato da ripide salite e lunghe discese, borghi da scoprire e viste panoramiche è perfetto per un trekking in bici.

La due ruote consente di apprezzare le principali variazioni naturalistiche del paesaggio: le dune sabbiose di Levante e delle Marze, i pini marittimi del Tombolo e le paludi di Fiumara.

I ciclisti più allenati possono avventurarsi per un bike trekking Argentario da Punta Ala a Tirli, lungo un percorso panoramico di 40 Km con alcuni tratti in salita, come quella bella tosta di Pian d’Alma. Lo strappo finale regala il belvedere di Poggio Ballone, da cui godere la vista su Castiglione della Pescaia e l’Isola d’Elba.

Più semplice il bike trekking Argentario che va da Castiglione della Pescaia a Principina a Mare: 26 Km di pianura da percorrere in relax, per una vera e propria pedalata di salute lungo il cosiddetto Percorso Verde, in un'odorosa macchia mediterranea abitata da scoiattoli, volpi e cerbiatti.

Monte Argentario: cosa vedere 

Un trekking Argentario completo? Dalla visita del centro storico, con la Chiesa di Santo Stefano Protomartire e il Palazzo dei Governanti, potete decidere di inerpicarvi fino alla vetta dell'omonimo monte, dove sorge la cosiddetta Punta del Telegrafo (365 m), e provare ad avvistare da lassù le balene che attraversano l'ampia distesa di mare ai vostri piedi, parte integrante del Santuario dei Cetacei.

Riproduzione riservata © Copyright Altrama Italia

Immagine descrittiva - BY  [123rf/sstevanzz] c

Monte Argentario

Monte Argentario è un comune sparso della provincia di Grosseto, situato a circa 45 km a sud-est del capoluogo e prende il nome dal promontorio su cui sorge il...

Altri Suggerimenti

San Patrizio, un pezzo d’Irlanda a Firenze

San Patrizio, un pezzo d’Irlanda a Firenze

Tra le numerose le città italiane che oggi, 17 Marzo, celebrano il Santo irlandese, Firenze è quella che più di tutte ama tingersi di verde d’Irlanda e indossare...

Pitti Immagine Uomo “veste” Firenze

Pitti Immagine Uomo “veste” Firenze

Cari amici modaioli, uno degli appuntamenti più attesi dai seguaci delle grandi firme made in Italy, il Pitti Immagine Uomo,  sta per approdare come ogni anno...

Alla scoperta del Monte Amiata

Alla scoperta del Monte Amiata

Nelle giornate serene il suo profilo austero emerge anche a grande distanza tra le colline del Chianti, l’Umbria e la Tuscia laziale: è il massiccio dell’Amiata,...

Firenze e la vera storia del cocktail Negroni

Firenze e la vera storia del cocktail Negroni

Molto più che un semplice aperitivo, il Negroni è una pagina di costume. Il 25 maggio 1868 nasceva a Fiesole il Conte Camillo Negroni. Di famiglia nobile, divenne...

Colpendolo con cosa? Col pendolo!

Colpendolo con cosa? Col pendolo!

Immaginate la scena: Galileo Galilei cerca di spiegare al Granduca l’esperimento grazie al quale ha scoperto che la Terra si muove. Lo scienziato si trovava nella...

La grande Firenze dei Medici: origini e opere

La grande Firenze dei Medici: origini e opere

Tour nello sfarzo della grande Firenze dei Medici, tra personalità e opere che hanno fatto la storia del Rinascimento italiano.