News

Stasera apertura di sipario al TAU con la Radonicich e Mazzotta

Scritto da Redazione , 18/11/19

Una grande apertura di stagione quella prevista stasera e domani, 19 e 20 novembre, al Teatro Auditorium Unical con “L’onore perduto di Katharina Blum”, messa in scena tratta dall’omonimo romanzo di Heinrich Böll  nel riadattamento di Letizia Russo. 

Perbenismo borghese, la pruderie e il provincialismo tedesco e il linguaggio spesso crudele della stampa è ciò che sottolinea la tagliente penna di Heinrich Böll in questo spettacolo interpretato da due magistrali attori come Elena Radonicich e Peppino Mazzotta.

«La storia, scritta nel 1974 - diventata film l’anno successivo grazie a Margarethe von Trotta e Volker Schlöndorff - racconta della giovane, bella e irreprensibile segretaria Katharina Blum che, durante una festa, incontra un piccolo delinquente, ma sospetto terrorista e, dopo una notte d’amore l’aiuta a fuggire. Potrebbe essere un fatto di poco conto, ma sono gli anni della lotta armata, e il gesto di Katharina non sarà privo di conseguenze. Anzi. La stampa spregiudicata, incarnata dal cinico giornalista Tötges, si impossessa della vicenda e attiva quella che oggi si chiama, brutalmente, “macchina del fango”. Katharina è sconvolta. Rimane isolata. E alla fine decide di farsi giustizia da sola».

Un racconto che risulta ancora estremamente attuale e che potrebbe sembrare uno dei tanti fatti di cronaca di oggi in una messa in scena sapiente che esalta lo stile di Böll: nel dramma non mancano parodie e riferimenti al qualunquismo di certo giornalismo, condanne alla moralità spiccia, alle mode e alla superficialità del tempo. Un appuntamento da non perdere

Riproduzione riservata © Copyright Altrama Italia

Immagine descrittiva - BY  Simone Di Luca c

Rende

Rende si estende lungo il corso occidentale del fiume Crati fino alle Serre cosentine, degradando dalle colline su cui sorge il centro storico fino alla città...

Altri Suggerimenti

A casa tutto bene: Brunori canta "Com'è profondo il mare"

A casa tutto bene: Brunori canta "Com'è profondo il mare"

Brunori Sas, accompagnato da un quartetto d'archi, interpreta "Com'è profondo il mare" di Lucio Dalla presso il Teatro Auditorium Unical.

Rende Book Festival, la prima fiera del libro nel borgo di Rende (CS)

Rende Book Festival, la prima fiera del libro nel borgo di Rende (CS)

Cosa fare a Cosenza e dintorni questo weekend? ViaggiArt suggerisce un salto al Rende Book Festival, la prima fiera del libro nel centro storico di Rende. Il borgo...

Una notte a Rende, il Borgo dei Musei

Una notte a Rende, il Borgo dei Musei

Da Picasso a “Il Soldato”, capolavoro di Mattia Preti, passando per le pennellate contemporanee di Burri e perdendosi tra scorci che sanno di Medioevo: questo è...

Cosa Rende vivo un borgo

Cosa Rende vivo un borgo

Rende, il “Borgo dei Musei”, centro storico di assetto medievale che svetta sul colle panoramico della leggendaria Arintha, alle porte di Cosenza, dopo averci...

Da Picasso a Dalì, Rende (Cs) è il “Borgo dei Musei”

Da Picasso a Dalì, Rende (Cs) è il “Borgo dei Musei”

Avreste mai pensato di poter ammirare dal vivo niente meno che un’opera grafica di Pablo Picasso (“La Célestine”, 1968. Acquatinta, 14.5×7.5 cm) in un borgo...

Quando Pompei si dipinse di rosa

Quando Pompei si dipinse di rosa

Come nasce un capolavoro? Qual è il processo mentale che genera il genio e rende leggenda? Bhe!!!! In questo caso è un viaggio, una vacanza. Siamo nell’estate...