Biblioteca Comunale Giosuè Carducci - ViaggiArt
Biblioteca

Biblioteca Comunale Giosuè Carducci

https://commons.wikimedia.org/wiki/User:Silvio%20sorcini
Via Filippo Brignone, Spoleto, (Perugia)

Ha la sua prima origine in tempi napoleonici: numerose le case religiose di Spoleto le cui raccolte di libri andarono ad arricchirla. Realizzata solo nel 1861, il suo sviluppo fu rapidissimo e, in pochi anni, le acquisizioni portano il totale dei volumi a più di 15.000. Nel 1932 si dispose il trasferimento del patrimonio librario nelle sale di Palazzo Mauri, che divenne sede anche dell'Accademia Spoletina e della Sezione dell'Archivio di Stato di Spoleto. L'edificio fu costruito nei primi decenni del '600 dalla famiglia Mauri. Il primo piano è composto da vasti ambienti decorati con affreschi di Alessandro Bottoni (1622), Giuseppe Valeriano (1740) e Domenico Sergardi (1748). Nel salone gentilizio si trovano un grande camino marmoreo e un soffitto di legno intagliato. Al piano terra, dove è stato recentemente portato alla luce un mosaico del periodo longobardo (VI secolo d.C.), per molti anni ha avuto sede la Tipografia dell'Umbria, una delle più antiche stamperie della città, fondata nel 1866. Attualmente, la Biblioteca vanta 110 mila unità, tra volumi, opuscoli, riviste, manoscritti e stampe, di cui circa 19 mila appartenenti al Fondo Antico. Tra le opere di pregio, due Bibbie miniate del XIII secolo, numerosi incunaboli e cinquecentine. La Biblioteca dispone di una sezione ragazzi, una sala ludoteca e un cortile coperto adibito a emeroteca e Caffè letterario.

Spoleto

Spoleto

La città si sviluppa sul colle Sant'Elia, un basso promontorio collinare alle falde del Monteluco. Durante l'Età del Ferro Spoleto fu uno dei maggiori centri umbri, in posizione dominante sulla valle. Rimangono numerose sepolture a...

Booking.com