Comune

Santhià

Santhià, (Vercelli)
Santhià (Santcià in lingua piemontese) è un comune italiano di 8 746 abitanti, importante crocevia in provincia di Vercelli, Piemonte, comunicante con le provincie di Biella e Torino, all'inizio della pianura padana occidentale tra San Germano Vercellese, Cavaglià e Tronzano Vercellese.StoriaSanthià è stata probabilmente abitata sin dall'età del Bronzo, come dimostrano alcuni ritrovamenti preistorici. La zona fu successivamente abitata dai Liguri e dai Celti libici e passò al dominio romano alla fine del II secolo a.C. Ricevette le denominazioni di Vicus Viae Longae e poi, in epoca cristiana, fu dedicata a Santa Agatha, di cui si deriva il nome attuale. Con questa denominazione è menzionata in un documento dell'anno 999, per il quale Ottone III cedeva al Vescovo Leone di Vercelli alcuni territori e beni, tra i quali tutto l'oro della contea di "Sancte Agathe". Rimase sotto il dominio dei Vescovi di Vercelli fin quando fu conquistata dai Visconti di Milano. Nel 1377 la città si consegnò ad Amedeo VI di Savoia, detto il Conte Verde. In epoca rinascimentale e barocca Santhià fu frequente scenario di battaglie tra francesi e spagnoli, in particolare durante la guerra tra Francesco I di Francia e Carlo V (il cui Gran Cancelliere era Mercurino Arborio di Gattinara), con notevole sofferenze per la popolazione.OnorificenzePer i sacrifici delle sue popolazioni e per la loro attività nella lotta partigiana durante la seconda guerra mondiale, Santhià è tra le città decorate al valor militare per la guerra di liberazione: è stata infatti insignita della medaglia di bronzo.Monumenti e luoghi di interesseIl castello di Vettignè, sito nell'omonima frazione che tra il XVIII e il XIX secolo fu comune autonomo, fu costruito nel XV secolo presso il crocevia tra la Via Svizzera e la Via Francigena. Il toponimo di Vettignè deriva infatti dal vectigal, ossia il dazio richiesto ai viandanti per ottenere il diritto di passaggio. Il castello versa in stato di quasi abbandono da quando nel 1960 è iniziato il suo spopolamento.SocietàEvoluzione demograficaAbitanti censiti CulturaPersone legate a SanthiàIgnazio da Santhià (Santhià, 1686 – Torino, 1770), religioso cappuccino, santificato dalla Chiesa cattolica nel 2002Jacopo Durandi (Santhià, 1739 – Torino, 1817), accademico, letterato, storicoGiuseppe Maria Talucchi (Torino, 1782 – Torino, 1863), architetto e politico. Originario di Santhià, vi progettò la chiesa parrocchiale di Sant'Agata e ne fu eletto deputato nel 1849Arturo Sacchetti (Santhià, 1941), organistaUgo Nespolo (Mosso, 1941), pittore e scultore, cittadino onorario di Santhià per esservi vissuto in giovane etàGianni Ambrosio (Santhià, 1943), vescovo cattolicoEventiIl Carnevale Storico di Santhià è il più antico carnevale del Piemonte, del quale si ha traccia fin dal 1328.Infrastrutture e trasportiData la sua localizzazione geografica Santhià è punto di incrocio tra varie autostrade e linee ferroviarie. Si trova infatti alla biforcazione tra l'A4 Torino-Trieste con due raccordi che la collegano alle autostrade A26 e A5, rispettivamente: la diramazione A26-A4 Stroppiana-Santhià e la diramazione A4/A5 Ivrea-Santhià.Per quanto riguarda il trasporto ferroviario è situata sull'asse Torino-Milano e dalla stazione si dipartono le linee per Biella e per Arona.AmministrazioneSportCalcioL'A.S.D Santhià Calcio, fondato nel 1903, nei tardi anni sessanta ha disputato alcuni campionati di Promozione, allora massimo livello regionale. Ritornato in promozione nella stagione 2000-2001, è stato successivamente promosso in Eccellenza nel 2005 e nel 2009-'10 ha avuto accesso alla Serie D, per ripescaggio. I colori sociali sono il granata e il bianco.Il campo sportivo comunale Pairotto ha una tribuna da 500 spettatori.CronistoriaNote^ Dato Istat - Popolazione residente al 30 dicembre 2013.^ Tabella dei gradi/giorno dei Comuni italiani raggruppati per Regione e Provincia (PDF) in Legge 26 agosto 1993, n. 412, allegato A, Ente per le Nuove Tecnologie, l'Energia e l'Ambiente, 1 marzo 2011, p. 151. URL consultato il 25 aprile 2012.^ Vid.: Giovanni Aguzzi, Gli assedi e le occupazioni francesi e spagnole di Santhià nei secoli XVI, XVII e XVIII, Santhià, Grafica Santhiatese, 2005.^ Statistiche I.Stat - ISTAT; URL consultato in data 28-12-2012.^ Vita di Jacopo Durandi, Gasparo de Gregory; editore Pomba, 1817; on-line su google booksVoci correlateCollegiata di Sant'Agata (Santhià)Via FrancigenaItinerario di Sigericocastello di VettignèCollegamenti esterniNotizie storiche sul Borgo di Santhià

Cosa vedere