Teatro

Teatro Storchi

Largo Garibaldi, 15, Modena

Nella seconda meta' del XIX secolo, il commerciante Gaetano Storchi fece costruire l'omonimo teatro, realizzato dall'architetto Vincenzo Maestri. Lo Storchi sorse con una struttura architettonica a duplice facciata: quella principale, rivolta verso piazza, e quella occidentale verso il passeggio delle mura, eseguita in stile greco-romano. L'architetto elaborò un progetto formalmente, elegante ed armonioso, modernamente dotato di locali di servizio, ridotto, fumoir, caffè. La sala esibiva la copertura a catino dipinta da Fermo Forti e raffigurante l'apoteosi di Gioacchino Rossini e Carlo Goldoni. Dalla scala del secondo ordine si accedeva al foyer comunicante con le terrazze. Nel 1893, si riscontrarono cedimenti nella volta che, unitamente alla cattiva acustica del teatro e a "stacchi" nel palcoscenico, ne determinarono una radicale ristrutturazione, affidata a Luigi Sfondrini di Milano, che provvide al rifacimento della copertura, a una leggera modifica della curvatura della sala e alla costruzione (1895) della seconda loggia ovest. Negli anni seguenti si registrarono continui interventi di modifica e rastauro. Assunto in gestione dal Comune di Modena nel 1981, ha ripreso la sua intensa attività nel 1986.

Modena

Modena

Modena (Mòdna in dialetto modenese, dall'etrusco Mutna, mutato poi in Mutina dai romani) è un comune italiano di 184.915 abitanti, capoluogo dell'omonima provincia in Emilia-Romagna. La città di Modena è stata dal 1598 al 1859...

Booking.com