• Seguici sui nostri social
  • facebook
  • twitter
  • instagram
Comune

Merano

Merano, (Bolzano/Bozen) Tempo di lettura: meno di 1 minuto

Merano si trova nel fondovalle, all'inizio di quattro importanti valli: la Val Venosta, la Val Passiria, la Val d'Adige e la Val d'Ultimo. Considerato luogo di cura sin dal XIX secolo, Merano era orientata verso un turismo per la terza età, grazie al clima mite e alla quiete che la caratterizzano, ma negli ultimi due decenni questa tendenza è cambiata, soprattutto grazie a un'offerta più variegata e all'arrivo del turismo nazionale, che ha raggiunto e superato quello dei paesi tedescofoni. In epoca tardo-antica vi si sviluppa il castrum Maiense, un insediamento fortificato localizzato a partire dalla rocca dell'attuale Castel San Zeno (Zenoberg), nella cappella del castrum furono sepolti San Valentino di Rezia (alla fine del V secolo) e San Corbiniano di Frisinga (attorno al 730). Di quel periodo rimane l'imponente Torre Ortenstein (detta volgarmente "Pulverturm" o "polveriera" perché adibita dal XVI secolo a deposito di esplosivi). Merano ha un'antica tradizione turistica, molti sono infatti gli ospiti che hanno trascorso qui le loro vacanze, dall'imperatrice Sissi e gli scrittori Franz Kafka e Gottfried Benn. Nel 1912 nasce il Kursaal, opera dell'architetto Friedrich Ohmann. A Merano si trova il Museo Provinciale del Turismo "Touriseum", ospitato nel Castel Trauttmansdorff, al quale è annesso il Giardino Botanico, uno dei più belli in Italia. A dicembre 2005 sono state riaperte le Terme di Merano, con annesso un hotel a quattro stelle. Negli uffici pubblici, così come nei negozi, nei bar, in qualsiasi locale, si parla sia italiano sia tedesco. A Merano vive una piccola comunità ebraica, con una propria sinagoga, e una chiesa dedicata al culto russo-ortodosso, completata nel 1897 all'interno della Casa Borodine, su progetto dell'architetto Tobias Brenner. 

Cosa vedere

Cosa fare