Milano segreta c
Idee di Viaggio

Milano segreta e misteriosa: tour alternativo della città

Milano 9 mesi fa Tempo di lettura: circa 2 minuti

Siete pronti a partire per un viaggio che ci conduce dritti al centro di una Milano sparita, una Milano sotterranea e sconosciuta che stupisce a ogni passo?

 

Itinerario alla scoperta di Milano nascosta

Il modo migliore per scoprire il volto della Milano sconosciuta è certamente quello di avviarsi per le strade di Milano e cominciare il tour di Milano a piedi, tra luoghi antichi e contemporanei, attraverso i sei Sestrieri storici: Porta Orientale, Romana, Ticinese, Vercellina, Nuova e Comasina.

Uno sguardo sulla MiIano insolita, per cominciare, ci è offerto dai personaggi famosi e importanti che, negli anni, hanno letteralmente plasmato luoghi, edifici e quartieri, lasciando tracce indelebili anche sul volto della Milano moderna.

 

1. La Milano segreta dei navigli e della poetessa Alda Merini

Tra i posti particolari a Milano, certamente i luoghi segnati dalla penna tormentata e visionaria di Alda Merini sono avvolti da un fascino che va oltre il tangibile: possiamo incontrare la “Poetessa dei navigli” percorrendo a passo lento le sponde del Naviglio Grande, lungo le quali trasse ispirazione per l’opera Canto Milano.  

La casa in cui viveva Alda Merini, segnalata da una targa, è ancora uno scrigno disordinato di frasi e pensieri che ben raccontano l’incanto e l’orrore della Milano segreta. Se si vuole penetrare l’universo della poetessa, occorre però visitare lo Spazio Alda Merini, al secondo piano di Via Magolfa 32: è qui che sono esposti frammenti delle pareti originali sulle quali Merini scriveva versi a traccia di rossetto. 

 

Naviglio Grande

 

Questa Milano dei Navigli conserva ancora l’atmosfera di una Milano sparita, quasi simile a una “piccola Venezia”.

 

2. Milano sotterranea e sconosciuta

La seconda proposta ViaggiArt, alla scoperta dei luoghi segreti di Milano, passa per i sotterranei della città meneghina.

L’itinerario turistico che attraversa Milano sotterranea è accessibile pochi metro al di sotto del sagrato del Duomo, dove si estende il complesso archeologico più antico della città, nucleo dei primi cristiani: accompagnati da guide esperte, è possibile camminare tra i resti di antiche strade romane e scoprire il meraviglioso edificio ottagonale del Battistero di San Giovanni alle Fonti (378 d. C.), dove Sant’Ambrogio battezzò Agostino D’Ippona, ovvero Sant’Agostino. 

 

Battistero di San Giovanni alle Fonti

 

Dopo una boccata d’aria, ci immergiamo nuovamente nella Milano sotterranea e sconosciuta all’altezza di Piazza Missori, per ammirare la Cripta di San Giovanni in Conca, l’unica cripta romanica di Milano. 

 

3. Itinerario nella “ex Milano”: viaggio tra ex fabbriche dismesse

Visitare Milano nascosta significa anche avventurarsi alla scoperta di luoghi dismessi, vecchie fabbriche e impianti industriali, fiori all’occhiello delle storiche manifatture cittadine, oggi divenuti luoghi culturali e polivalenti della Milano alternativa.

L’itinerario che apre le porte degli edifici riqualificati ci porta attraverso gli spazi dell’ex Saponificio Angela Gavazzi e figli, delle Officine del Volo, il Megawatt Court e l’ex Stabilimento Lagomarsino, oggi “Spazio 36” e “Studio Fiorese”.

 

4. Cose curiose da vedere a Milano

Se siete appassionati di curiosità e piccoli misteri metropolitani, allora ViaggiArt suggerisce una serie di angoli nascosti a Milano in grado di attrarvi nella loro aura intrigante.

Oltre i luoghi della frenesia e del caos, infatti, esistono posti tenebrosi e nascosti nei quali la “Città ambrosiana” parla ancora un linguaggio esoterico, come davanti alla Chiesa di Sant'Ambrogio, dove si erge la "Colonna del Diavolo".

 

Il nome della colonna deriva dal fatto che, secondo la tradizione, i due grossi fori presenti sulla sua superficie altro non sono che la traccia delle corna del diavolo, scaraventato contro la colonna dal santo, che in questo modo lo rispedì all’inferno”.  

 

Chiesa di San Bernardino alle Ossa

 

Se è il “macabro” che vi affascina nell’arte, allora non potete lasciare la Milano nascosta senza aver visitato la cosiddetta “Chiesa dei teschi”, ovvero la Chiesa di San Bernardino delle Ossa, il cui interno è interamente decorato da teschi: veri resti umani, forse provenienti dall’antico cimitero sul quale è costruita. 

 

Prenota il tuo hotel a Milano al miglior prezzo!

Booking.com

 

Riproduzione riservata © Copyright Altrama Italia 

 

Se ti è piaciuto questo articolo potrebbe interessarti anche:

Milano sono tutto tuo

Estate in città? A Milano tra i navigli

Potrebbero interessarti