c
Idee di Viaggio

L’Italia in Miniatura, il parco del Belpaese

Scritto da Redazione , 12/06/19

Il Parco Italia in Miniatura di Rimini ha aperto ufficialmente al pubblico il 4 luglio del 1970, con una superficie totale grandissima per l’epoca, ben 20mila metri quadrati, che a oggi si sono quadruplicati arrivando a 85mila metri.

Nato da una brillante intuizione di Ivo Rambaldi, titolare di un'azienda di impianti termosanitari e amante dei viaggi e dell’arte e che ne aveva visto uno simile in uno dei suoi soggiorni all’estero, il Parco Italia in Miniatura vede la luce dopo 3 anni di duro lavoro, in cui Rambaldi lavora a stretto contatto con un gruppo di tecnici appassionati, recandosi personalmente nelle varie città italiane per scattare foto e carpire ogni piccolo particolare dei monumenti che sarebbero stati poi riprodotti in 3D per il suo parco.

Mettendo anche a disposizione una cifra considerevole per l’epoca, che ne permettesse la realizzazione e scegliendo personalmente i materiali da utilizzare per la creazione di questi piccoli capolavori.

Capolavori che necessitavano di un materiale resistente agli agenti atmosferici esterni e che, quindi, non fosse legno o plastica, o ancora ferro. Tale ragionamento fece ricadere la scelta sulla schiuma di resina, il materiale con cui ancora oggi si producono tutte le miniature del parco.

Le attrazioni dell’Italia in miniatura

Un parco tematico quello dell’Italia in Miniatura che in tutti questi anni non ha mai smesso di stupire i suoi visitatori, conducendoli alla scoperta delle bellezze architettoniche del nostro Paese, attraverso ben 273 miniature immerse nel verde e 5000 alberi (anch’essi in miniatura). Un viaggio alla scoperta di numerose attrazioni, sempre nuovi spettacoli e laboratori che emozionano, divertono e stupiscono, in un’ottica di accrescimento della cultura individuale.

Italia in Miniatura nel marzo 2014 è entrata a far parte del gruppo Costa Edutainment, che tra l’altro fa parte anche di Costa Parchi e che gestisce Oltremare, l’Aquafan di Riccione, l’Acquario di Cattolica e quello di Livorno.

Tra le tante novità del 2019, vi è la possibilità di ammirare ben 80mila personaggi in miniatura e acquistare alle casse o nei negozi della struttura un binocolo che consentirà ai visitatori di vedere tutto da una diversa “prospettiva”.

Tra le attrazioni da menzionare ci sono anche: la Scuola guida interattiva per bambini, con il rilascio di una “vera” patente di guida; il Cinemagia 7D, un cinema in 7D multisensorial; il Lunapark della scienza, un’area giochi attrezzata per i più piccoli; Europa in miniatura, che riproduce le 30 opere d’arte più famose del vecchio continente dall’Acropoli di Atene alla Sirenetta di Copenaghen.

Ma le attrazioni del 2019 non finiscono qui! L’Italia in Miniatura, infatti, da quest’anno, offre anche la possibilità di vedere 100 esemplari di pappagalli con il loro piumaggio colorato, immersi in un percorso dalla vegetazione rigogliosa, provenienti da America centrale e meridionale, Asia, Africa, Australia e Oceania. In Pappamondo potrete comprendere lo stile di vita dei pappagalli immersi in un habitat naturale, sostenendo anche il progetto di recupero del pappagallo più raro del mondo: l'Ara di Spix (Cyanopsitta spixii).

Il verde dell'Italia in Miniatura

Un parco immerso nel verde, quello dell’Italia in Miniatura, fatto di prati verdi, tantissime tipologie di fiori, aree pic nic attrezzate e oltre 10mila piante che arricchiscono viali e monumenti.

Un verde curato nei minimi dettagli, con variegate tipologie di conifere, dal cedro ai pini fino a giungere alle tuie e alle caducifoglie, come pioppi e querce. E naturalmente non potevano mancare neanche fiori dai più disparati colori e provenienze, dalle petunie ai narcisi sino ai tulipani. Varietà di piante e fiori che garantisce al parco una fioritura completa e uniforme durante tutto l’arco dell’anno.

Una particolarità: nel Parco Italia in Miniatura i fiori e gli alberi sono quelli presenti nelle varie regioni di Italia, ma anch’essi di dimensioni ridotte, proprio come i monumenti che abbelliscono. 5mila piccoli alberi simili a un primo sguardo a bonsai, ma che si rivelano essere vere e proprie querce, pini, abeti, pioppi e così via.

Dove mangiare

Il Parco Italia in Miniatura offre ai suoi ospiti anche una grande varietà di scelta di locali: tra chioschi, bar, osterie, pizzerie e ristoranti dove potersi riposare e godere della vasta tradizione gastronomica italiana. Osteria Italia, Ristoro-Pizzeria Monterosa, Self-Service San Marco, Chiosco San Marco, Bar Monterosa e Chiosco Canoe.

Dove comprare i gadget dell’Italia in miniatura

Si possono anche acquistare gadget da regalare ad amici e parenti nei negozi di souvenir del parco tematico, dove troverete tantissimi oggetti firmati l’Italia in miniatura, dai cappellini alle penne, dalle calamite alle magliette, tutti fabbricati in Italia.

Acquisto biglietti online e orari

Per acquistare i biglietti online dell’Italia in Miniatura comodamente seduti alla vostra scrivania, collegatevi al seguente indirizzo: https://ticket.italiainminiatura.com/. Mentre per visualizzare tutti gli orari di apertura e chiusura del parco e il relativo calendario stagionale cliccate sul link: https://www.italiainminiatura.com/orari_calendario.php.

Come raggiungere l’Italia in Miniatura?

Come arrivare invece al parco tematico? Aprendo questo link avrete tutte le informazioni ed indicazioni che cercate: https://www.italiainminiatura.com/come_arrivare.php.

Buon divertimento!

Riproduzione riservata © Copyright Altrama Italia

Comune

Rimini

Città natale del grande Federico Fellini, Rimini è il principale centro della Riviera Romagnola. Possiede un patrimonio culturale, storico e artistico di grande...

Altri Suggerimenti

Estremo Oriente: la Cina di Piazza Tienanmen e Città Proibita

Idee di Viaggio

Estremo Oriente: la Cina di Piazza Tienanmen e Città Proibita

Pronti a partire per un viaggio in Estremo Oriente? Alla scoperta della Cina iniziando da Pechino, con Piazza Tienanmen e i segreti della Città Proibita.

Cosa vedere in Montenegro: il Lago Nero

Idee di Viaggio

Cosa vedere in Montenegro: il Lago Nero

Il Montenegro è tra le destinazioni turistiche emergenti del 2020. Vi raccontiamo cosa vedere in Montenegro partendo da un must: il Lago Nero.

Weekend tra i laghi briantei, dal Lago Alserio al Lago del Segrino

Idee di Viaggio

Weekend tra i laghi briantei, dal Lago Alserio al Lago del Segrino

I laghi briantei, tra il Lago Alserio e il Lago di Segrino, sono un paradiso di borghi, natura e gastronomiche che rendono unico ogni soggiorno slow.

Raimondo di Sangro e la Cappella Sansevero del Cristo Velato

Idee di Viaggio

Raimondo di Sangro e la Cappella Sansevero del Cristo Velato

Quali sono i misteri del Cristo Velato della Cappella Sansevero? Raimondo di Sangro, il principe alchimista che lo commissionò, è la chiave di tutto.

Eleusi, viaggio nella Capitale Europea della Cultura 2021

Idee di Viaggio

Eleusi, viaggio nella Capitale Europea della Cultura 2021

Eleusi, città sacra e patria di Eschilo è Capitale Europea della Cultura 2021. 

Viaggio a Sofia: città capitale della Bulgaria

Idee di Viaggio

Viaggio a Sofia: città capitale della Bulgaria

Sofia, città capitale della Bulgaria è la terza città più antica d’Europa. Si presta per il tour di una giornata, lasciando tempo per scoprire cosa vedere in Bulgaria.