Edificio storico

Lavatoi pubblici dei Servi (o del Barabino)

Giardini Baltimora, 1, Genova

I Lavatoi, attualmente situati nei Giardini Baltimora, vennero costruiti nel 1795 e rappresentano l'unica opera pubblica originale realizzata a Genova durante la Repubblica Democratica. Il tema del progetto era forse già contenuto in un piano elaborato anni prima da Giacomo Brusco, ma il linguaggio architettonico e decorativo utilizzati sono propri di Carlo Barabino, in quel periodo appena nominato Socio di Merito dell'Accademia Ligustica. Ubicata in una zona intensamente popolata e popolare, la Via dei Servi, rispondeva a una reale esigenza di servizio pubblico. Si conservano due versioni del progetto: un elaborato più lineare a tre luci e un altro analogo a quello realizzato, ma con grossi pilastri bugnati arricchiti di teste leonine. Al disegno fu aggiunta una nota autobiografica che appare indicativa dello stato d'animo dell'autore: "Lavaderi delli Servi, fatti da me, Carlo Barabino, 4 n. 1797, fatto in tempo delli Birboni. Lavoro che mi è costato la perdita della quiete d'animo per la persecuzione fattami da Giuseppe Gnecco". I lavatoi vennero smontati negli anni '70, durante la realizzazione del Piano Regolatore Generale di Via Madre di Dio, e ricomposti sotto le mura di Sarzano da Ignazio Gardella, progettista del parco urbano.

c

Potrebbero interessarti