Destinazioni - Comune

Garessio

Luogo: Garessio (Cuneo)

Al confine tra Piemonte e Liguria sorge Garessio, perla della Alpi Marittime in provincia di Cuneo, entrato a pieni meriti nel club dei “Borghi più belli d’Italia”.

Il centro storico del borgo è suddiviso in 4 borgate: Maggiore, Ponte, Poggiolo e Valsorda ed è noto per il Parco delle Fonti San Bernardo, acqua che viene sfruttata nel vicino stabilimento termale.

Nella borgata Maggiore si identifica la parte più antica e medievale del borgo ed è qui che sono racchiusi i monumenti e i luoghi di maggiore interesse. Del borgo fortificato restano tre delle quattro porte - Porta Rose, Porta Jhape e Porta Liazoliorum -  ed alcune parti del muro di cinta. Adiacente a Porta Rose sorge una Torre antica, datata XII secolo, oggi sede di una galleria d’arte; proprio da questa Torre iniziava la parte più antica del ricetto, una struttura fortificata tipica piemontese e lombarda.

In Piazza Carrara si trova il Palazzo Comunale con la sua torre quadrata; l'edificio oggi ospita la Biblioteca, l’Archivio Storico, il Museo Geo-Speleologico - una collezione di numerosi reperti archeologici rinvenuti nella zona - e la Pinacoteca Civica, aperta nel 2004 e dedicata all’artista Eugenio Colmo. 

Nella vicina piazzetta, in cima ad una magnifica scalinata, sorge la Chiesa di San Giovanni Battista, con alle spalle un affascinante battistero a pianta ottagonale; al suo interno sono conservate le decorazioni di 18 lunette in omaggio alla vita del Santo, risalenti al XVII secolo.

Nelle altre borgate è possibile ammirare e visitare la Chiesa di Santa Maria extra moenia, Chiesa di Maria Vergine Assunta, la Chiesa di Santa Caterina d’Alessandria, la Chiesa di Sant’Antonio da Padova e l’antico Santuario della Beata Vergine delle Grazie.

Ultimo ma non per importanza il Castello di Casotto (o Reggia di Valcasotto) dichiarata dall’UNESCO Bene dell’Umanità. Fu edificato nell’XI secolo come Certosa da San Brunone, è divenuto poi, nell’Ottocento, una delle residenze estive e di caccia della famiglia Savoia; oggi l’edificio fa parte dei “Castelli Aperti” del Basso Piemonte ed è possibili visitarne il corpo centrale, due ali laterali e il cortile porticato che affaccia sul fiume. 

Garessio c

Cosa vedere