Tardo Barocco - Cattedrale di Noto (Patrimonio dell'Umanità) c
Destinazioni

Nel tardo Barocco siciliano, Patrimonio dell’Umanità

Scritto da Redazione , 25/05/18

Il tour delle “Città tardo barocche del Val di Noto”, Patrimonio dell’Umanità UNESCO tra i più importanti del sud Italia, è un tuffo nel tardo Barocco siciliano che lascia letteralmente “storditi” dalla bellezza!

 

Tour della Val di Noto, tra tardo Barocco, tradizioni e sapori 

Non tutti i mali vengono per nuocere! È il caso, ad esempio, del disastroso terremoto Val di Noto del 1693, un violento sisma che rase al suolo gran parte delle città della Sicilia orientale. La loro ricostruzione sancì una vera e propria rinascita, che diede vita ad un nuovo stile architettonico: il tardo Barocco siciliano.

Le “Città tardo barocche del Val di Noto” (Noto, Catania, Caltagirone, Ragusa, Scicli, Modica, Palazzolo Acreide e Militello in Val di Catania) si trasformarono così in un vero e proprio Patrimonio dell’Umanità UNESCO.

Il nostro tour della Val di Noto, alla scoperta del tardo Barocco, parte dall’incanto di Ragusa, che fonde due centri storici in uno (medievale e seicentesco) e con le 9 chiese disseminate per Ragusa Ibla dà vita al cosiddetto Barocco ragusano.

A breve distanza Modica, città barocca sulla sommità dei Monti Ibei, dove gustare un dolce momento a base del celebre cioccolato di Modica e smaltire poi le calorie su per i 250 scalini che conducono alla Chiesa di San Giorgio.

Tra Scicli e Noto, quest’ultima ribattezzata “Capitale del Barocco”, il tardo Barocco risplende in tutto il suo sfarzo: tra palazzi, chiese, portali e balconi è una vera girandola di opere d’arte scolpite nella gialla pietra di Sicilia.

Palazzolo Acreide, Caltagirone, dove fermarsi per un acquisto delle famose ceramiche di Caltagirone, e Militello in Val di Catania non sono da meno e completano la risalita di questo nostro affascinante tour verso la meta conclusiva: Catania.  

La “capitale della Sicilia orientale” che diede i natali a Vincenzo Bellini, ci accoglie nel salotto tardo Barocco di Piazza Duomo, attorniati dalla maestosità della Chiesa di Sant’Agata e dei palazzi in pietra lavica, al centro della quale spicca “u Liotru”, la celebre Fontana dell’Elefante, simbolo della città.   

Riproduzione riservata © Copyright Altrama Italia

 

Comune

Noto

Definita "Capitale del Barocco", nel 2002 il suo centro storico è stato dichiarato Patrimonio dell'Umanità da parte dell'UNESCO, insieme con le altre città tardo...

Altri Suggerimenti

Wellness in montagna: una piscina riscaldata sulla neve

Destinazioni

Wellness in montagna: una piscina riscaldata sulla neve

Wellness sulla neve ma al calduccio? Ecco una proposta di vacanze benessere all'insegna del relax, e scegli tra i migliori resort in montagna!

Matera: come si diventa Capitale Europea della Cultura

Destinazioni

Matera: come si diventa Capitale Europea della Cultura

La celebre “Città dei Sassi” (o “Città Sotterranea”), uno dei nuclei abitativi più antichi al mondo, “Patrimonio dell’Umanità” UNESCO dal 1993, è...

Da Lamezia Terme verso le più belle capitali europee

Destinazioni

Da Lamezia Terme verso le più belle capitali europee

Scopri le città europee più belle da visitare, facilmente raggiungibili dall'aeroporto di Lamezia Terme: Londra, Varsavia e Bucarest ti aspettano!

Ville palladiane: Vicenza e le ville venete da visitare

Destinazioni

Ville palladiane: Vicenza e le ville venete da visitare

Our itinerary includes the discovery of the Palladian villas.

I posti più belli di Napoli da vedere assolutamente

Destinazioni

I posti più belli di Napoli da vedere assolutamente

Visitare Napoli è un'esperienza unica: una città ricca di storia, culture e tradizioni. Scopriamo i posti più belli di Napoli, da vedere assolutamente.

Monastero di Sant'Erasmo: un gioiello della Ciociaria

Destinazioni

Monastero di Sant'Erasmo: un gioiello della Ciociaria

Il Monastero di Sant’Erasmo a Veroli, provincia di Frosinone, è un gioiello della Ciociaria: albergo diffuso nel cuore di uno dei più bei borghi del Lazio.