Comune

Castenedolo

Castenedolo, (Brescia) Tempo di lettura: circa 3 minuti
Castenedolo (Castenedol o Castignidol in dialetto bresciano) è un comune italiano di circa 11 440 abitanti della provincia di Brescia, in Lombardia. Geografia fisica L'abitato principale sorge su una collina di 151 m s.l.m., posta nell'alta pianura padana, a dieci chilometri da Brescia. Il territorio comunale è attraversato dalla roggia Molina che passa a settentrione del capoluogo e dal Garza che tocca ad occidente l'abitato di Capodimonte. Castenedolo confina a nord con Rezzato e Mazzano, a ovest con Brescia e Borgosatollo, a est con Calcinato e Montichiari, a sud con Ghedi. Classificazione sismica: zona 3 (sismicità bassa). Clima A Castenedolo vi è un tipico clima temperato continentale dell’alta pianura padana e delle medie latitudini, comune a tutta la Lombardia. Come nel resto della pianura bresciana nel periodo invernale è frequente la nebbia ed anche le gelate e la neve. L'estate può essere calda e afosa nei mesi di luglio e agosto, con temperature che possono salire oltre i 35º. In primavera e in autunno il clima è più mite e più umido; secondo la Classificazione climatica Castenedolo appartiene alla zona E. Storia Società Evoluzione demografica Abitanti censiti Etnie e minoranze straniere Gli stranieri residenti nel comune sono 1.254, ovvero il 11,2% della popolazione. Di seguito sono riportati i gruppi più consistenti: Lingua e dialetto Nel territorio di Castenedolo, accanto all'italiano, è diffuso il dialetto bresciano. Cultura Istruzione Biblioteca È presente una biblioteca intitolata a Renzo Frusca. Scuole A Castenedolo sono presenti cinque scuole: quattro scuole primarie e una scuola media. le prime sono: quella situata al centro di Castenedolo , Capoluogo; la scuola primaria nella frazione Capodimonte; la terza, invece, la scuola Giuseppe Moreni, si trova nella frazione Macina. Non mancano le scuole materne, che sono tre: Mario Rossi, Crescere Insieme e San Giovanni Bosco. L'intero complesso scolastico prende il nome di Istituto Comprensivo Statale Leonardo da Vinci Persone legate a Castenedolo Ida Zanolini; Laura Bianchini; Marco Cassetti; Michele Dancelli; Maurizio Belpietro; Geografia antropica Suddivisione amministrativa Stando all'art. 50 dello Statuto comunale, il territorio è stato organizzato politicamente all'interno di cinque frazioni, ognuna dotata di un comitato di rappresentanza (detto Comitato di Frazione): Alpino; Bettole-Taetto; Capodimonte-Fornasette; Macina-Bodea; Santa Giustina-Finiletti. Frazioni e località Capodimonte La località Capodimonte (Codemont o Co de Mut o Capodemùnt, in dialetto bresciano) è posizionata ad occidente dell'abitato di Castenedolo, a circa tre chilometri di distanza, e a sud-est rispetto a Borgosatollo, distante da questi circa due chilometri. Sorse nel Seicento, quando i nobili Longhena acquistarono proprietà nella zona ed edificarono, nel 1641, la loro villa che fu presto circondata dalle abitazioni dei lavoratori (1679). Gli stessi Longhena operarono per la costruzione della prima chiesa, dedicata a San Luigi Gonzaga, la quale era un semplice edificio ad un unico altare con una pala raffigurante il santo patrono assieme al nobile Aloisio Longhena. La chiesa divenne parrocchia nel 1938; in precedenza, l'amministrazione del culto fu affidata inizialmente al cappellano dei Longhena e in seguito ad un sacerdote nominato dalla parrocchia di Castenedolo. Attualmente (2010), la chiesa parrocchiale originaria risulta essere stata sostituita da un nuovo fabbricato, dedicato a San Giovanni Bosco. Macina La Macina è una località posta ad oriente dell'abitato principale sulla strada che collega Ciliverghe alla Goitese. La località sorse durante il Seicento attorno alla macina di proprietà comunale, a servizio degli abitanti. Fu durante quel periodo che due famiglie, i Brivio e i Marchetti, acquistarono proprietà nella zona e vi costruirono le rispettive case padronali. La prima chiesa, dedicata a Santa Maria Maddalena fu costruita dalle due famiglie dopo aver ottenuto dalla Curia vescovile l'istituzione di una curazia legata alla parrocchiale castenedolese. La curazia operò saltuariamente nel Settecento, dato che risulta attestata la richiesta dell'istituzione di un oratorio presso la casa dei Ravello (o Ravelli) agli inizi del secolo, e poi con continuità nel secolo seguente, grazie al lascito testamentario della vedova Avanza che ne era comproprietaria. Fu sostituita nel 1962 dal nuovo fabbricato ecclesiale, dedicato alla Madonna di Fatima. Altre località Nel territorio comunale sono presenti anche le seguenti località: Alpino; situato a nord-ovest del centro di Castenedolo, sulla strada strada statale 236 che collega Brescia a Mantova. le Bettole; Bodea: è posta a sud-est dell'abitato principale sulla strada che collega Ciliverghe alla Goitese; Finiletti; Fornasette: è posta a nord-ovest di Capodimonte in via Risorgimento; Ginevra: località posizionata a nord-est di Capodimonte, tra via Monte Pasubio e via Del Boscone; Rodenga; Taetto. Sport calcio: la Castenedolese, che milita nella Prima Categoria lombarda e il Real Castenedolo che invece milita in terza categoria. Esse giocano al campo sportivo Olivari. atletica leggera: Atletica Virtus Castenedolo. pallacanestro: Playbasket Castenedolo. Amministrazione Gemellaggi Gradačac Infrastrutture e trasporti Il paese è attraversato dalla Strada statale 236 Goitese, il casello autostradale più vicino è quello di Brescia est, sull'Autostrada A4, situato a circa quattro chilometri dal paese. Nelle vicinanze di Castenedolo si trova inoltre l'aeroporto "Gabriele D'Annunzio" di Brescia-Montichiari, interessato principalmente al trasporto di merci. Note ^ a b ISTAT - Bilancio demografico mensile anno 2013.. URL consultato il 25 marzo 2014. ^ Comune di Castenedolo - Presentazione del libro "storia di Castenedolo" di Ida Zanolini, Gaetano Panazza e Ruggero Boschi. URL consultato il 4 ottobre 2010. ^ Toponimi in dialetto bresciano ^ Castenedolo: comuni limitrofi, www.comuni-italiani.it. URL consultato il 25 ottobre 2011. ^ Protezione Civile, Classificazione sismica dei comuni italiani (PDF), pp. 16. URL consultato il 26 ottobre 2011. ^ Zona Climatica-Castenedolo. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT; URL consultato in data 28 dicembre 2012. ^ Bilancio Demografico e popolazione residente straniera al 31 dicembre 2010 per sesso e cittadinanza, ISTAT. URL consultato il 21 febbraio 2013. ^ a b c Zanolini (2009), cap. 57 ^ a b Zanolini (2009), cap. 61 ^ La legislatura 1995-1999 durò solo quattro anni, secondo i termini fissati dalla Legge 25 marzo 1993, n. 81. Il mandato fu riportato a cinque anni in seguito alle modifiche introdotte dal Decreto Legislativo 167/2000). Bibliografia Ulteriori approfondimenti: Riccardo Bartoletti, Storia di Castenedolo (1979-2009). A trent'anni dalla pubblicazione di Ida Zanolini - Risorsa digitale sulla storia, le tradizioni, il patrimonio artistico, l'attualità della comunità castenedolese (PDF), Castenedolo, Assessorato alla Cultura del comune di Castenedolo, 2009. Ristampa di Ida Zanolini, La storia di Castenedolo, Brescia, Geroldi, 1979. ISBN non esistente Altri progetti Commons contiene immagini o altri file su Castenedolo Collegamenti esterni Castenedolo in Treccani.it - Enciclopedie on line, Istituto dell'Enciclopedia Italiana, 15 marzo 2011.

Ci spiace, non siamo in grado di mostrarti nulla di bello.

Se vuoi suggerirci un luogo da visitare, un evento o se vuoi raccontarci una storia su Castenedolo, scrivi una email a info@viaggiart.com