Monumento

Colonne Romane

Brindisi

Le Colonne Romane, situate presso il porto della città, dovevano essere gemelle, almeno fino al crollo di una delle due, avvenuto nel nel 1528. La colonna superstite è stata smontata più volte per garantirne la tutela: durante la Seconda Guerra Mondiale; tra il 1996 e il 2002 per restauri. Il suo capitello originale è esposto a Palazzo "Granafei-Nervegna" e al suo posto c'è una copia. L'origine delle Colonne è avvolta nel mito (attribuite a Ercole, poi a Silla e Traiano), tuttavia, il reimpiego di parti e materiali farebbe propendere per una datazione posteriore all'epoca imperiale romana, forse bizantina. Anche sulla funzione si è molto fantasticato: l'ipotesi più accreditata è l'intento celebrativo, forse a supporto di due statue bronzee. La colonna superstite è in di marmo proconnesio, misura 18,74 metri d'altezza per una base di 4,44 m. Il capitello raffigura quattro divinità e otto tritoni tra foglie d'acanto.

Potrebbero interessarti