Punto di Interesse

Museo di mineralogia "L. Bombicci"

Piazza di Porta San Donato, 1, Bologna
Con una superficie espositiva di 850 metri quadrati, il museo occupa il piano superiore dell'edificio che accoglie il Dipartimento di Scienze della Terra. La sede attuale è stata voluta ed ideata dal prof. Luigi Bombicci, primo titolare della cattedra di Mineralogia dell'Università di Bologna, istituita nel 1860, e direttore del relativo Museo che deve a lui la parte più cospicua dei suoi materiali, costituita tra il 1860 e 1903. Complessivamente si tratta di oltre 50.000 campioni di minerali e rocce da tutto il mondo di notevole importanza storica e scientifica. I pezzi esposti sono circa 10.000, suddivisi sia in diverse collezioni generali che in raccolte e mostre tematiche; di particolare interesse quelle che documentano gli aspetti geo-mineralogici del territorio Bolognese; le oltre 150 meteoriti, fra cui si segnala la rara 'condrite carbonacea' di Renazzo; le oltre mille bellissime ambre siciliane; i 650 marmi antichi; le pietre dure e paesine; gli antichi strumenti scientifici.

Bologna

Bologna

Nella cultura popolare Bologna è nota come la Grassa (per la cucina), la Dotta (per l'università), la Rossa (per il colore dei mattoni degli edifici del centro storico, anche se spesso l'aggettivo è riferito al pensiero politico...

Booking.com