c
Comune

Bari Sardo

Bari Sardo, (Ogliastra)

Bari Sardo (Barì in sardo) è un comune italiano di 4.080 abitanti della provincia dell'Ogliastra che si trova a 51 Metri sul livello del mare. Storia Toponimo Il nome Bari Sardo risale al 1862, quando Vittorio Emanuele II, con Regio decreto numero 825 affianca Sardo a Barì per evitare confusioni con il capoluogo pugliese Monumenti e luoghi di interesse Il territorio di Bari Sardo si estende tra spiagge e colline, dove si trovano importanti monumenti storici, come i nuraghi di Ibba manna, Ibbixxedda, Niedda Puliga, Moru e Mindeddu, le tombe dei giganti Canali, Uli e Pitzu Teccu,e una torre aragonese. Completano il quadro la chiesa parrocchiale di Nostra Signora di Monserrato e le chiese campestri di San Leonardo, Santa Cecilia, oltre a San Giovanni in località Sa Marina. Architetture religiose Beata Vergine del Monserrato: la parrocchiale, costruzione imponente al centro del paese, ricca di marmi pregiati, una delle chiese più belle in Sardegna. San Leonardo: piccola chiesa del XVI secolo, in attesa di ristrutturazione, che ospitò in passato la statua in legno dell'omonimo santo. Santa Cecilia: piccola chiesa campestre, ora inglobata nel tessuto urbano del paese, che viene utilizzata in alcune occasioni particolari. San Giovanni: chiesa costruita negli anni 90 nella frazione costiera in località Sa Marina; si celebrano le messe nel periodo estivo,a luglio viene festeggiata la sagra di san Giovanni, con la processione dal paese di Bari Sardo alla frazione marina. Architetture militari La torre aragonese La costruzione, fortificata, si erge su un promontorio che divide due spiagge: quella detta appunto della torre, e quella di Planargia. La sua costruzione, secondo quanto si legge sulla Carta sulla descricion de la Isla Y Reyno de Sardena di Francesco Vico si può collocare fra il 1572 e il 1639. La sua funzione originaria, con 15 km di visuale sulla zona che si estende da Capo Bella Vista a Capo Sferracavallo, era quella di vedetta. Di forma troncoconica ha un'altezza di 12,75 metri e un diametro di 11,4 metri alla base e 8 metri al terrazzo. Altri luoghi di interesse L'altopiano di Teccu, luogo di interesse naturalistico e archeologico. Società Evoluzione demografica Abitanti censiti Etnie e minoranze straniere Secondo i dati ISTAT al 31 dicembre 2010 la popolazione straniera residente era di 90 persone. La nazionalità maggiormente presente è il: Marocco 54 Cultura Cucina Prodotti tipici agro-alimentari sono is Culurgionis, su pistoccu, sa coccoi, su casu ageru e s'arrubiolu. Tipici del paese anche i cuscini e le coperte in lino, lavorato con la tradizionale tecnica cosiddetta a pibionis. Persone legate a Bari Sardo Jorge Eduardo Eielson Sport Nel 2008 è stato inaugurato il nuovo campo in erba artificiale dello stadio comunale Circillai, dove disputa le partite interne la società U.S. Bari Sardo: fondata nel 1971, milita nel campionato di Promozione, categoria raggiunta nel 1997. Note ^ Statistiche I.Stat ISTAT URL consultato in data 28-12-2012. ^ Statistiche demografiche ISTAT Bibliografia Manlio Brigaglia, Salvatore Tola (a cura di), Dizionario storico-geografico dei Comuni della Sardegna, Sassari, Carlo Delfino editore, 2006, ISBN 88-7138-430-X. Francesco Floris (a cura di), Grande Enciclopedia della Sardegna, Sassari, Newton&ComptonEditori, 2007. Altri progetti Commons contiene immagini o altri file su Bari Sardo Collegamenti esterni Sito istituzionale del comune La scheda del comune nel portale Comunas della Regione Sardegna Altre informazioni su Barisardo Sito con informazioni culturali, enogastronomiche e turistiche sul comune

Ci spiace, non abbiamo ancora inserito contenuti per questa destinazione.

Puoi contribuire segnalandoci un luogo da visitare, un evento oppure raccontarci una storia su Bari Sardo. Per farlo scrivi una email a redazione@viaggiart.com