Consigli di viaggio - Idee di Viaggio

A Caporetto 100 anni dopo: itinerario sui luoghi della Grande Guerra

Scritto da Redazione , 23/10/17

Non chiamatela disfatta! La Battaglia di Caporetto, a 100 anni di distanza, fu una semplice sconfitta per gli storici. ViaggiArt vi porta sugli itinerari della Grande Guerra, nella splendida Valle dell’Isonzo, per scoprire da vicino la “Disfatta di Caporetto” del generale Cadorna

Sui luoghi della Grande Guerra, da Caporetto al Monte Ragogna

Nel centenario della Disfatta di Caporetto siamo tornati lungo la Valle dell’Isonzo per percorrere un itinerario di grande fascino, quello che dal centro abitato di Caporetto, nel goriziano, ci conduce sulle tracce della Prima Guerra Mondiale, ovvero nel museo all’aperto noto come “I luoghi della Grande Guerra nel Friuli Collinare”, con sede a Ragogna.

Proprio come fece l'esercito austro-germanico, dopo Caporetto, avanziamo nella pianura friulana costeggiando il fiume Isonzo, immersi in un panorama incontaminato che toglie il fiato, e raggiungiamo i ponti di Cornino e Pinzano.
Il primo itinerario attraversa il complesso fortificato del Monte di Ragogna, un percorso che dalle rive del Tagliamento porta alla frazione di Muris attraverso una bellissima camminata fluviale che include la visita al Castello di Reunia.

Lungo il “percorso di guerra” si incontrano testimonianze storiche di grande interesse: dalla Batteria Permanente "Ragogna Bassa" alle riserve e casematte, in cui sono ancora visibili le scritte a matita fatte dai soldati durante la loro permanenza, fino a percorrere le trincee di seconda linea, a ridosso della Chiesetta di San Giovanni.

Un itinerario emozionante, che a 100 anni dalla Disfatta di Caporetto suggerisce nuove interpretazioni storiche e riallaccia i fili della memoria.

D’obbligo la visita al Museo della Grande Guerra di Ragogna, che offre un approfondimento di quanto visto sul territorio e curiosità legate al periodo.

Riproduzione riservata © Copyright Altrama Italia

Immagine descrittiva - BY Pixabay c

Ragogna

Il comune di Ragogna occupa la porzione più occidentale dell'anfiteatro morenico del Tagliamento. Tutta la zona è caratterizzata dal punto di vista ambientale da...

Altri Suggerimenti

ViaggiArt - Racconta il calcio: la tregua di Natale e una partita in trincea

ViaggiArt - Racconta il calcio: la tregua di Natale e una partita in trincea

Dodicesimo appuntamento con ViaggiArt - Racconta il calcio, lo spin-off dei nostri podcast sullo sport più bello del mondo.

Radicchio rosso di Treviso: re della cucina trevigiana

Radicchio rosso di Treviso: re della cucina trevigiana

Il Radicchio Tardivo di Treviso è un prodotto a Indicazione geografica protetta. Leggi le peculiarità del famoso Radicchio trevigiano: il re dei radicchi!

Alla scoperta di Tropea, Borgo dei Borghi 2021

Alla scoperta di Tropea, Borgo dei Borghi 2021

Seguiteci alla scoperta di Tropea, Borgo dei Borghi 2021 e delle meraviglie che le hanno fatto conseguire questo importante riconoscimento.

Emilia Romagna tour: le città più belle da visitare

Emilia Romagna tour: le città più belle da visitare

Pronti per l’Emilia-Romagna tour? Un itinerario alla scoperta di una delle regioni più varie e generose d'Italia, tra arte, cucina e movida.

I borghi più belli del Pollino da visitare

I borghi più belli del Pollino da visitare

Arroccati a mezza costa o ai piedi del massiccio, i borghi più belli del Pollino sono piccoli presepi abitati, dal fascino antico.

Alla scoperta di 5 città poco conosciute da visitare in Italia

Alla scoperta di 5 città poco conosciute da visitare in Italia

Viaggio nella provincia, ovvero tra 5 città poco conosciute da visitare in Italia, veri e propri gioielli da scoprire.