Consigli di viaggio - Destinazioni

Nel tardo Barocco siciliano, Patrimonio dell’Umanità

Scritto da Redazione , 24/05/18

Il tour delle “Città tardo barocche del Val di Noto”, Patrimonio dell’Umanità UNESCO tra i più importanti del sud Italia, è un tuffo nel tardo Barocco siciliano che lascia letteralmente “storditi” dalla bellezza!

 

Tour della Val di Noto, tra tardo Barocco, tradizioni e sapori 

Non tutti i mali vengono per nuocere! È il caso, ad esempio, del disastroso terremoto Val di Noto del 1693, un violento sisma che rase al suolo gran parte delle città della Sicilia orientale. La loro ricostruzione sancì una vera e propria rinascita, che diede vita ad un nuovo stile architettonico: il tardo Barocco siciliano.

Le “Città tardo barocche del Val di Noto” (Noto, Catania, Caltagirone, Ragusa, Scicli, Modica, Palazzolo Acreide e Militello in Val di Catania) si trasformarono così in un vero e proprio Patrimonio dell’Umanità UNESCO.

Il nostro tour della Val di Noto, alla scoperta del tardo Barocco, parte dall’incanto di Ragusa, che fonde due centri storici in uno (medievale e seicentesco) e con le 9 chiese disseminate per Ragusa Ibla dà vita al cosiddetto Barocco ragusano.

A breve distanza Modica, città barocca sulla sommità dei Monti Ibei, dove gustare un dolce momento a base del celebre cioccolato di Modica e smaltire poi le calorie su per i 250 scalini che conducono alla Chiesa di San Giorgio.

Tra Scicli e Noto, quest’ultima ribattezzata “Capitale del Barocco”, il tardo Barocco risplende in tutto il suo sfarzo: tra palazzi, chiese, portali e balconi è una vera girandola di opere d’arte scolpite nella gialla pietra di Sicilia.

Palazzolo Acreide, Caltagirone, dove fermarsi per un acquisto delle famose ceramiche di Caltagirone, e Militello in Val di Catania non sono da meno e completano la risalita di questo nostro affascinante tour verso la meta conclusiva: Catania.  

La “capitale della Sicilia orientale” che diede i natali a Vincenzo Bellini, ci accoglie nel salotto tardo Barocco di Piazza Duomo, attorniati dalla maestosità della Chiesa di Sant’Agata e dei palazzi in pietra lavica, al centro della quale spicca “u Liotru”, la celebre Fontana dell’Elefante, simbolo della città.   

Riproduzione riservata © Copyright Altrama Italia

 

Tardo Barocco - Cattedrale di Noto (Patrimonio dell'Umanità) c

Noto

Definita "Capitale del Barocco", nel 2002 il suo centro storico è stato dichiarato Patrimonio dell'Umanità da parte dell'UNESCO, insieme con le altre città tardo...

Altri Suggerimenti

Capodanno nelle Cinque Terre

Capodanno nelle Cinque Terre

Avete già pianificato il Capodanno? Noi di ViaggiArt  suggeriamo una destinazione irresistibile: brindare nell’incanto delle Cinque Terre!

Siti UNESCO da non perdere: Venezia e la sua laguna, i luoghi della Mostra del Cinema

Siti UNESCO da non perdere: Venezia e la sua laguna, i luoghi della Mostra del Cinema

Venezia e la sua laguna, tra i siti UNESCO italiani da non perdere, è anche la città della Mostra del Cinema, la Biennale del red carpet. Venezia da non perdere?...

Sul vulcano più alto d’Europa: l’Etna, tra i siti UNESCO siciliani

Sul vulcano più alto d’Europa: l’Etna, tra i siti UNESCO siciliani

Un viaggio in treno sulla Circumetnea, la ferrovia ai piedi dell’Etna, è un modo originale per scoprire i segreti del vulcano più alto d’Europa, “u...

Tra i vitigni del Piemonte: Grinzane, Langhe, Roero e Monferrato

Tra i vitigni del Piemonte: Grinzane, Langhe, Roero e Monferrato

Se i luoghi del vino diventano siti UNESCO ci troviamo tra i pregiati vitigni del Piemonte: Grinzane, Langhe, Roero e Monferrato!

I Savoia e le residenze reali: dal Castello Agliè al Polo Reale di Torino

I Savoia e le residenze reali: dal Castello Agliè al Polo Reale di Torino

Estate in Piemonte a caccia di residenze reali, per scoprire dove vivevano i Savoia, dal Palazzo Reale di Torino al Castello Agliè passando per la Venaria e il...

Nel Parco Nazionale delle Cinque Terre: dalla Statua del Gigante al Castello Doria

Nel Parco Nazionale delle Cinque Terre: dalla Statua del Gigante al Castello Doria

Il Parco Nazionale delle Cinque Terre, cantato da Eugenio Montale, è un itinerario tutto da scoprire: dalla Statua del Gigante, nel borgo di Monterosso al Mare, ai...