Mamutzones di Samugheo c
Tradizioni

Il Carnevale di Samugheo, tra le figure dei Mamutzones

Samugheo, (Oristano) 6 mesi fa Tempo di lettura: meno di 1 minuto

Viaggio alla scoperta del suggestivo Carnevale di Samugheo, tra i riti dionisiaci del Carnevale sardo e i mascheroni apotropaici dei Mamutzones, con i loro campanacci, i lazzi e i balli che evocano antichi riti propiziatori.

Tra i Mamutzones di Samugheo, le maschere della terra

Il Carnevale sardo, tra i carnevali storici d'Italia, è quello che più di tutti mette in scena l'ancestrale rito dionisiaco che lega l'origine pagana del Carnevale al rapporto tra l'uomo e la terra, il ciclo delle stagioni, della natura e degli esseri misteriosi che la abitano.

Le maschere di Samugheo, con le sembianze antropomorfe che incutono soggezione, il clamore dei campanacci, i volti neri e gli schiamazzi che accompagnano la loro sfilata allegorica tra turisti e residenti, richiamano il passato lontano e tradizionale di Samugheo e dell'intera Sardegna.  

Il Carnevale di Samugheo, in generale il Carnevale sardo della Barbagia, mette in scena un rituale antico quasi quanto l'isola, lontano dalle feste variopinte e "leggere" alle quali siamo abituati ad assistere in altre regioni d'Italia, che porta piuttosto il "peso" di una tradizione autentica.   

Chi indossa la maschera dei Mamutzones di Samugheo veste le sembianze di un animale quasi sacro e compie gesti assimilabili a un vero e proprio rito, che si ripete immutabile un anno dopo l'altro, attirando centinaia di turisti da tutta l'isola e da fuori regione.

Cerimonia dionisiaca? Rito propiziatorio? I Mamutzones di Samugheo e le maschere sarde sono tutto questo insieme. 

Ph: Piro Marra - Pagina Facebook "Mamutzones Antigos Samugheo"

Chi decide di vivere l'indimenticabile esperienza del Carnevale sardo ha la possibilità di esplorare i paesi dell’entroterra, scoprire l'anima segreta della Barbagia e della provincia di Oristano, inclusa la sua ricca e generosa tradizione gastronomica.

Samugheo e dintorni: il Carnevale sardo e i riti della rinascita

Non lontano da Samugheo si può fare tappa a Ula Tirso e Paulilatino, piccoli centri caratteristici a loro volta interpreti dei riti più antichi e coinvolgenti del Carnevale sardo, come la tradizione di “s’urtzu e sos bardianos”, le spettacolari cavalcate e le sfilate di “sos corrajos”.

Il clima festoso del Carnevale sardo accompagna la fine della stagione invernale e propizia l'inizio della nuova vita per i campi, gli animali e gli uomini, come accade da secoli nel cuore selvaggio di una tra le regioni più belle d'Italia.

Questo il compito fondamentale dei Mamutzones di Samugheo e dei mascheroni antropomorfi che scacciano la notte col baccano. Assistere alle loro sfilate significa cogliere il messaggio di un viaggio vero, alle origini delle nostre tradizioni regionali.

Prenota ora il tuo hotel a Samugheo!

Booking.com

Riproduzione riservata © Copyright Altrama Italia

Potrebbero interessarti