c
Tradizioni

Genzano di Lucania, vacanze al sud tra folklore e gastronomia

Genzano di Lucania, (Potenza) 1 mese fa Tempo di lettura: circa 3 minuti

Centro principale dell'Alto Bradano, Genzano di Lucania sorge su un promontorio collinare, in un tratto di campagna dai mille colori che sembra uscito da un dipinto. Suddiviso in "Paese vecchio" e "Paese nuovo", Genzano offre l'opportunità di immergersi in un'atmosfera ancora autentica e concedersi una vacanza all'insegna della tradizione, del folklore locale e dei piatti buoni di una volta.

Genzano di Lucania e il Gruppo Folklorico "Maria di Pierro" 

Centro lucano sulla collina del Bradano, Genzano di Lucania conserva ancora intatta la magia di un tempo sospeso, che si respira ovunque, a partire dai costumi tradizionali, dai balli, dai canti e dalle musiche antiche che ancora oggi risuonano tra i vicoli e i campi. 

La tradizione più genuina della cultura genzanese e lucana, infatti, rivive nell'arte e nelle iniziative portate avanti da un gruppo di musicisti e ballerini entrati ormai nella storia di questo territorio: il Gruppo Stabile Folklorico "Maria di Pierro", attivo dal 1980.

Sulla scia della consolidata tradizione musicale e bandistica regionale, Genzano di Lucania esprime la propria anima attraverso suoni, colori e sapori, catturando anche il turista più smaliziato in un vortice di emozioni alle quali è davvero difficle non cedere. 

Nato da un'iniziativa didattica della locale scuola media, il gruppo folklorico di Genzano di Lucania si pone l'obiettivo di riscoprire, attraverso il linguaggio tradizionale, gli antichi valori della civiltà contadina, fatti di cose apparentemente semplici che in realtà richiamano dimensioni umane e antropologiche complesse: versi poetici, danze e canzoni che inneggiano all’amore, alla vita familiare, ai lavoro nei campi, narrazioni storiche, religiose e leggendarie.

Il repertorio originario era composto di canti popolari genzanesi, parte di una raccolta ancora inedita del prof. Rocco Scazzariello. Gli arrangiamenti musicali, invece, curati dal direttore del coro, prof. Francesco Carrieri (l'allora insegnante di Educazione Musicale). Nel tempo, il gruppo di Genzano di Lucania ha saputo rinnovare il proprio repertorio, arricchendolo di nuovi canti e danze, grazie anche all'apporto del giovane maestro Pasquale Menchise.

Meravigliosi i costumi femminili tradizionali, pregevoli per la loro fattura e i ricami a mano in filo d'oro. Costumi che riproducono l'abito delle caratteristiche “pacchiane”, ovvero quello che le contadine indossavano nella forma più ricca e sfarzosa il giorno delle nozze. Altrettanto curati i costumi maschili, pur nella loro semplicità: cappotto a ruota, giacchino, pantaloni di colore scuro e gli immancabili stivaletti “dai quaranta bottoni”.

Quando assistere alle esibizioni del Gruppo Stabile Folklorico "Maria di Pierro"? Non solo in occasione dei principali eventi celebrati in paese, ma anche durante una serie di tournee e rassegne musicali che portano il gruppo in giro per l'Italia e all'estero.

Genzano di Lucania e il suo paesaggio: cosa vedere

Genzano di Lucania è un grande centro agricolo dell'Alto Bradano, immerso in un tratto di campagna davvero meraviglioso, dove le colture locali hanno ancora un ruolo preponderante, soprattutto la coltivazione del grano duro, che rappresenta la principale fonte di reddito per gran parte della popolazione genzanese.

Questo paesaggio dai toni caldi e dalle distese accoglientii è ricco di uliveti e vigneti che regalano due grandi prodotti del territorio: un rinomato olio d'oliva e ottimi vini, primo tra tutti l'Aglianico del Vulture.

Numerose piccole aziende d'allevamento punteggiano il paesaggio e offrono l'occasione di fare una sota con tutta la famiglia durante un itinerario campestre.

La visita al centro abitato di Genzano di Lucania passa per il "Paese nuovo" ma, soprattutto, per il "Paese vecchio", dove sorgono diverse chiese da ammirare, ciascuna delle quali con proprie peculiarità e opere d'arte all'interno, palazzi storici, monumenti, fontane e, sulla sommità di Monte Serico, l'omonimo castello.

Il Castello di Monteserico è attestato per la prima volta nel 1041, anno in cui in questo territorio si svolse una celebre battaglia tra bizantini e normanni. In età sveva diviene una domus e una masseria regia sotto gli angioini. Distrutto agli inizi del '500, fu ristrutturato in più fasi dal '700 ai giorni nostri.

Cosa assaggiare a Genzano di Lucania

Genzano di Lucania, come dicevamo, ricade pienamente nella zona di produzione dell'Aglianico del Vulture.

Conservato nelle antiche "grotte", nei valloni del Paese vecchio, questo vino è uno dei protagonisti della tradizione enogastronomica da secoli. Dal 2013, le associazioni del territorio promuovono una annuale Sagra dell'Uva. 

Altri prodotti tipici di Genzano di Lucania sono i derivati del grano, i succulenti insaccati e tutti i prodotti caseari.

Tra i piatti da assaggiare assolutamente sul posto, quelli tipici a base di carne, come l'agnello al forno con patate e il coniglio ripieno; le orecchiette al sugo di salsiccia grassa; capunti e fagioli o cime di rapa e lagane con cicerchie.

Per concludere in dolcezza, cauzuncidde (calzoncelli), mustazzule (mostaccioli) e laghene che la meddiche (lagane con la mollica).

Riproduzione riservata © Copyright Altrama Italia

Potrebbero interessarti