Corinaldo: la Festa delle Streghe nel Paese dei Matti c
Tradizioni

Corinaldo: la Festa delle Streghe nel Paese dei Matti

Scritto da Redazione , 30/10/18

Il borgo di Corinaldo nelle Marche, tra “I Borghi più belli d’Italia”, è una delle mete più ambite di Halloween per via della mitica “Festa delle Streghe”.

 

Halloween a Corinaldo: la “Festa delle Streghe”

Il borgo di Corinaldo, annoverato tra “I Borghi più belli d’Italia”, oltre a essere famoso per i diversi appellativi che ne evidenziano alcune caratteristiche - Corinaldo “Paese dei Matti”, “Paese più bello del Mondo” - offre una location perfetta per una delle feste più attese delle Marche: la Festa delle Streghe a Corinaldo.

Il suggestivo centro storico, infatti, tra vicoli e scalinate rinascimentali, è l’ambientazione perfetta per trascorrere Halloween a Corinaldo e imbattersi nelle maschere che animano un vero e proprio Carnevale d’autunno, tra colori, profumi e sapori tipici della tradizione.

In occasione della Festa delle Streghe, le taverne di Corinaldo propongono sfiziosi menu a tema accompagnati dal tipico Verdicchio marchigiano. A conclusione dell’evento, è possibile assistere all’elezione della più bella (o più brutta?) “Miss Strega” dell’anno!

Booking.com

Cosa vedere a Corinaldo?

Trascorrere Halloween a Corinaldo significa immergersi nell’atmosfera incantata di una fiaba, apprezzando i tesori d’arte e storia di uno tra i più bei borghi delle Marche. Ecco cosa visitare a Corinaldo: da non perdere, il punto panoramico sulla sommità delle antiche Mura di Corinaldo, dall’alto delle quali è possibile abbracciare con lo sguardo Corinaldo e dintorni.

Visitare Corinaldo significa anche percorrere la scalinata di 109 gradini che conduce al celebre “Pozzo della Polenta”, oggetto della rievocazione storica nota come “Contesa del Pozzo della Polenta”, nel mese di luglio.

 

Il pozzo si trova a metà esatta della scalinata e prende nome da una leggenda precisa: si narra che un contadino di Corinaldo sedutosi sul bordo per riposare vi cadde dentro. Il sacco di farina che trasportava si mescolò all'acqua e il contadino disperato gridò aiuto facendo accorrere numerose persone che, dall'alto del pozzo, gli dissero, piuttosto, di preparare una bella polenta!

 

Pozzo della Polenta di Corinaldo

 

Un’altra leggenda è legata al nome stesso del borgo, farebbe derivare Corinaldo dall’espressione "Corri in alto!", pronunciata dai cittadini dell'antica città romana di Suasa al momento della sua distruzione, incitandosi a risalire la collina, militarmente più difendibile.

Bello perdersi tra i vicoli di Corinaldo, fino a incontrare i luoghi più importanti del centro storico: il Santuario e la Casa Natale di Santa Maria Goretti, illustre cittadina di Corinaldo; il Palazzo Comunale e il Teatro Goldoni.      

 

Corinaldo e dintorni

Il borgo di Corinaldo nelle Marche e l’intera provincia di Ancona, offrono un piacevole mix di arte, storia, natura, tradizioni e gastronomia che rende indimenticabile ogni soggiorno in questa meravigliosa porzione di Centro Italia!

Tra i posti da visitare nelle Marche, senza allontanarsi troppo dal Comune di Corinaldo e dalla provincia di Ancona, ViaggiArt suggerisce di fare tappa negli altri borghi medievali parte integrante del circuito “I Borghi più belli d’Italia”.

Staffolo, considerato uno dei “balconi” collinari più belli delle Marche: sospeso a mezzacosta tra il mare e la montagna, è raggiungibile percorrendo la strada che passa tra i meravigliosi vigneti del Verdicchio. È qui, infatti, che ad agosto si tiene la Festa del Verdicchio. 

Tra i più bei borghi delle Marche da non perdere, meritano una visita anche Offagna e la sua Festa Medievale; Ostra, “Bandiera Arancione” Touring Club, che tra le sue mura fortificate custodisce il prezioso vino Lacrima di Morro d’Alba, e il borgo marchigiano di Genga, famoso per le Grotte di Frasassi.

 

Grotte di Frasassi

 

Queste ultime, gioiello del Parco Naturale Regionale della Gola Rossa, sono riconosciute come il più grande complesso di grotte sotterranee in Europa, talmente grandi da poter contenere al proprio interno l’intero Duomo di Milano!

 

Riproduzione riservata © Copyright Altrama Italia

 

Se ti è piaciuto questo articolo potrebbe interessarti anche:

Halloween in 3 mete da brivido: capuzzelle di Napoli, mostri di Bomarzo e Craco

Comune

Corinaldo

Il borgo di Corinaldo nelle Marche è annoverato tra "I Borghi più belli d'Italia". Noto anche come "Paese dei Matti", in accezione positiva, nel senso che i suoi...

Altri Suggerimenti

Natale nel Parco Nazionale delle Cinque Terre: Presepe di Manarola

Tradizioni

Natale nel Parco Nazionale delle Cinque Terre: Presepe di Manarola

Il Parco Nazionale delle Cinque Terre è un "must" Natale: da non perdere il Presepe di Manarola, il più grande al mondo.

Capodanno Cinese 2020: data e durata del nuovo anno cinese

Tradizioni

Capodanno Cinese 2020: data e durata del nuovo anno cinese

Conosciuto come Festa di Primavera, il Capodanno Cinese è la festa più importante dell’anno. Scopri le date e la durata del nuovo anno cinese 2020. 

Autunno in Barbagia 2019: tradizione e ospitalità sarda

Tradizioni

Autunno in Barbagia 2019: tradizione e ospitalità sarda

La tradizione è la tua passione? Scopri "Autunno in Barbagia", una delle rassegne itineranti più belle d'Italia, nel folklore della Sardegna interna.

Viaggio a Torre Pellice, tra i valdesi d'Italia

Tradizioni

Viaggio a Torre Pellice, tra i valdesi d'Italia

Centro principale della Chiesa Valdese italiana, Torre Pellice racconta volentieri la sua storia e le sue tradizioni ai visitatori che desiderano scoprirle.

Genzano di Lucania, vacanze al sud tra folklore e gastronomia

Tradizioni

Genzano di Lucania, vacanze al sud tra folklore e gastronomia

Genzano di Lucania e la sua campagna da cartolina una vacanza in Basilicata all'insegna della tradizione, del folklore e della buona cucina.

Vacanza a Mazara del Vallo: Sicilia araba tra mare e cultura

Tradizioni

Vacanza a Mazara del Vallo: Sicilia araba tra mare e cultura

A Mazara del Vallo come a Tunisi: prima conquista araba in Sicilia, la città conserva la Kasbah del centro storico, punto fisico di un luogo che profuma d’Oriente