Stadio Olimpico c
Architettura

Stadio Olimpico

Viale dello Stadio Olimpico, Roma Tempo di lettura: meno di 1 minuto

Ideato nel 1927 come "Stadio dei Cipressi", nacque su progetto di Enrico Del Debbio, per poi essere ripreso nel 1937 da Luigi Moretti e usato come quinta scenica dei giochi del periodo fascista. Ospita fin dall'inaugurazione (1953) gare di calcio, atletica leggera ed eventi extrasportivi, come concerti e rappresentazioni sceniche. In occasione del Campionato del Mondo di Calcio del 1990 incorse in una quasi completa ristrutturazione, con la ricostruzione completa delle Curve e della Tribuna, coperto da una tensostruttura in acciaio e teflon, vedendo crescere la sua capienza a 82.922 posti a sedere, divenendo il secondo Stadio italiano più capiente dopo il Meazza di Milano. Oltre al già citato Mondiale, ha ospitato alcune finali del Campionato Europeo (1980); quattro finali europee di club, due Coppe dei Campioni e due della rinnovata Champions League e, nel 1973, della gara unica di assegnazione della Coppa Intercontinentale tra la Juventus e l'Independiente di Buenos Aires.

Potrebbero interessarti