Stadio Olimpico c
Architettura

Stadio Olimpico

Viale dello Stadio Olimpico, Roma

Ideato nel 1927 come "Stadio dei Cipressi", nacque su progetto di Enrico Del Debbio, per poi essere ripreso nel 1937 da Luigi Moretti e usato come quinta scenica dei giochi del periodo fascista. Ospita fin dall'inaugurazione (1953) gare di calcio, atletica leggera ed eventi extrasportivi, come concerti e rappresentazioni sceniche. In occasione del Campionato del Mondo di Calcio del 1990 incorse in una quasi completa ristrutturazione, con la ricostruzione completa delle Curve e della Tribuna, coperto da una tensostruttura in acciaio e teflon, vedendo crescere la sua capienza a 82.922 posti a sedere, divenendo il secondo Stadio italiano più capiente dopo il Meazza di Milano. Oltre al già citato Mondiale, ha ospitato alcune finali del Campionato Europeo (1980); quattro finali europee di club, due Coppe dei Campioni e due della rinnovata Champions League e, nel 1973, della gara unica di assegnazione della Coppa Intercontinentale tra la Juventus e l'Independiente di Buenos Aires.

Potrebbero interessarti