Comune

Roburent

Roburent, (Cuneo) Tempo di lettura: circa 2 minuti
Roburent (Arburent in piemontese) è un comune italiano di 548 abitanti della provincia di Cuneo, in Piemonte.Fa parte della comunità montana Alto Tanaro Cebano Monregalese.Geografia fisicaSituato a circa 800 metri di altitudine, il territorio comunale di Roburent si estende a cavallo delle valli dei torrenti Corsaglia e Casotto e fa parte della comunità montana Valli Monregalesi. Il capoluogo è costituito da otto borgate storiche quali Piazza (situata più alto), la Montà, lo Scarrone, Roà dei Garie, Roà dei Savi, Roà dei Mozzi, Sant'Antonio e Codevilla (situata più in basso).Fanno altresì parte del territorio le frazioni di Pra di Roburent e San Giacomo di Roburent, e la località dei Cardini, queste ultime apprezzate e conosciute località sciistiche. Nel territorio di Roburent è compreso il monte Alpet (1611 metri) e, poco sotto, la cima Colmè (1297 metri) raggiungibile dalla nuova seggiovia.StoriaI territori del roburentese sembrano essere abitati fin dai tempi preistorici quando si insediarono su queste montagne alcune popolazioni dedite alla pastorizia, adoratrici del sole e del tuono; si presume fossero simili alle comunità della valle delle meraviglie. Questa tesi è stata formulata dall'archeologo Janigro D'Acquino in seguito ad alcuni studi che condusse sui megaliti del Monregalese che portarono al ritrovamento sull'Alpe Robert (sita sul confine meridionale del comune di Roburent) di alcuni altari in pietra.Durante l'epoca romana il territorio roburentese era attraversato dalla Via Sonia o Savinia che costituiva un importante collegamento tra il mare (Albenga) e la pianura (Augusta Bagiennorum) passando per Garessio. Lungo questa strada si insediarono alcune popolazione di Liguri montani e di Ingauni.Per le frequenti incursioni dei Saraceni, poco dopo l'anno 1000 o comunque nell'XI secolo, a Roburent venne costruito un castello del quale si può tuttora ammirare un torrione di guardia nel centro del paese, denominata "la Saracena" e simbolo comunale, ed una parte del muro di cinta.Il prezioso e sfruttabile territorio boschivo del feudo di Roburent, di proprietà del vescovo di Asti, fu al centro di contese tra Mondovì e la stessa proprietà fino al 1419 quando il comune divenne parte del territorio dei Savoia che ne mantennero a lungo il possesso.Nel XVII secolo i roburentesi furono coinvolti, se pur in minima parte rispetto alle località vicine, nella Guerra del sale; i maggiori devastamenti li subì invece l'odierna frazione di Pra di Roburent con incendi e distruzioni di buona parte del paese. Nel periodo napoleonico (1794), va ricordata la strenue quanto vana resistenza degli abitanti, accampati in un campo trincerato sul monte Savino, contro le truppe francesi stanziate presso l'Alpe Robert.Nel 1940 il nome del comune venne italianizzato in Roburento; nel 1952 riprese il nome originale.SimboliOnorificenzeMonumenti e luoghi d'interesseArchitetture religioseChiesa parrocchiale di San Siro nel capoluogo, edificata su progetto dell'architetto Francesco Gallo;Chiesa parrocchiale della Santissima Trinità nella frazione di Pra di Roburent;Chiesa parrocchiale di San Giacomo nella frazione di San Giacomo di Roburent. L'attuale edificio religioso, in puro stile barocco piemontese, fu costruito nel 1735 su disegno dell'architetto Francesco Gallo. Anticamente, sul luogo dell'odierna chiesa, era presente un pilone votivo verso l'apostolo Giacomo;Chiesetta di San Matteo presso la località dei Cardini.Architetture militariResti del torrione d'avvistamento, costruito assieme al locale castello nell'XI secolo per scongiurare le frequenti incursioni dei Saraceni, e alcuni tratti delle mura di cinta.SocietàEvoluzione demograficaAbitanti censiti CulturaEventiDall'anno 2007 vi è in esposizione permanente una caratteristica rappresentazione della Natività realizzata con le miniature delle case di Roburent, opera di Galleano Giacomino.EconomiaAttualmente il paese è poco popolato e basa la propria economia eminentemente sul turismo, fiorente soprattutto a Sangiacomo di Roburent (frazione a 4 km dal capoluogo) dove sono anche presenti stazioni sciistiche sia di discesa che di fondo.Geografia antropicaFrazioni e localitàAmministrazioneSportCiclismoNote^ Dato Istat - Popolazione residente al 31 dicembre 2010.^ Istat - popolazione residente al 31 luglio 2010^ Comunità montana Alto Tanaro Cebano Monregalese. URL consultato l'11 maggio 2011.^ R.D. 20 marzo 1940, n. 249^ Decreto del presidente della Repubblica 11 luglio 1952, n. 1109, in materia di "Cambiamento della denominazione del comune di Roburento in quella di "Roburent" (Cuneo)."^ Statistiche I.Stat - ISTAT; URL consultato in data 28-12-2012.Altri progetti Commons contiene immagini o altri file su RoburentCollegamenti esterniSito ufficiale del comune di RoburentSito ufficiale della Pro Loco RoburentSito del comprensorio di RoburentSito dell'associazione culturale Savin

Ci spiace, non abbiamo ancora inserito contenuti per questa destinazione.

Puoi contribuire segnalandoci un luogo da visitare, un evento oppure raccontarci una storia su Roburent. Per farlo scrivi una email a redazione@viaggiart.com