Comune

Lesa

Lesa, (Novara) Tempo di lettura: circa 2 minuti
Lesa (così anche in piemontese e in lombardo) è un comune di 2.402 abitanti della provincia di Novara. È il più settentrionale dei comuni della provincia che sorgono in riva al Lago Maggiore.A Lesa amava soggiornare Alessandro Manzoni nella villa della seconda moglie Teresa Borri, vedova Stampa. Durante questi soggiorni frequentò il beato e filosofo Antonio Rosmini che dimorava a Stresa.Solcio è una frazione che sorge in riva al lago, tra Meina e Lesa: interessante è la sua parrocchiale Chiesa di San Rocco fatta costruire in forme neoclassiche dal filantropo locale Felice Borroni nella prima metà del XIX secolo su progetto dell'intrese Bartolomeo Franzosini (1768 - 1853), con affreschi nei pennacchi della cupola (i quattro Evangelisti) di Gerolamo Induno.Sempre a Solcio di Lesa, nella Villa Cavallini, un affresco di Luigi Morgari (1924) rappresentante Fanciulle danzanti in una scena di paesaggio di questa stessa località.A Solcio ha vissuto e tenuto studio anche il pittore milanese Siro Penagini morto a Solcio nel 1952 e qui sepolto.Le due frazioni, Calogna e Comnago, sono piccoli e amabili paesini sui colli circostanti.Con Belgirate e Meina costituisce l'Unione di comuni del Vergante.Fino al 1923 Lesa era a capo dell'omonimo mandamento, avendo quindi una buona importanza a livello amministrativo. Il Mandamento di Lesa, comprendeva Lesa con le attuali frazioni di Solcio, Calogna e Comnago, Belgirate, Brovello-Carpugnino con l'odierna frazione di Graglia Piana, Gignese con Vezzo e Nocco, Massino Visconti, Nebbiuno con Fosseno, Corciago e Tapigliano, Pisano, Stresa con Brisino, Vedasco, Vignolo, Magognino, Stropino, Sovazza (oggi frazione di Armeno, all'epoca incluso nel Mandamento di Orta San Giulio).Evoluzione demograficaAbitanti censiti Persone legate a LesaFrancesco Sessa (1410 circa - post 1473), figlio del nobile Gabardo Sessa; personaggio legato alla corte ducale degli Sforza, ebbe nel 1453 l'esenzione dalle tasse sui suoi vasti possedimenti a LesaFilippo Aliprando Visconti di Massino (1779 - 1832), consignore di Massino e InvorioFelice Borroni (Solcio 1761 - 1840), imprenditore e filantropoAlessandro Manzoni (Milano 1785 - Milano 1873), scrittore e poeta, deputato, senatore del Regno dalla VII legislatura.Giulio Carcano (Milano 1812 - Lesa 1884), patriota, scrittore, poeta e traduttore di Shakespeare, senatore del Regno dalla XII legislaturaCesare Correnti (Milano 1815 - Lesa 1888), patriota, deputato, ministro della Pubblica Istruzione e senatore del Regno dalla XVI legislaturaGaspare Cavallini (Mede 1817 - Lesa 1903), deputato, senatore del Regno dalla XI legislaturaAmerigo Leber (Ohio 1868? - Solcio di Lesa 1905), pittore impressionista italianoSiro Penagini (Milano 1885 - Solcio di Lesa 1952), pittore italianoGianpiero Cantoni (Milano 1939), economista e politico, senatore della Repubblica nella XIV, XV e XVI legislaturaSalvatore Sciascia (Moglia 1943), senatore della Repubblica nella XVI legislaturaMario Monti (Varese 1943), economista e politico italiano, commissario europeo dal 1994 al 2004, presidente del Consiglio dei ministri dal 2011 al 2013Rino Cammilleri (Cianciana 1950), scrittore e saggista cattolicoAmministrazioneNote^ Dato Istat - Popolazione residente al 31 dicembre 2010.^ Statistiche I.Stat - ISTAT; URL consultato in data 28-12-2012.^ Verbanus, Società dei Verbanisti, 2004 vol. 25: il documento lo descrive come Don Francesco Sessa figlio del qm. Gabardo, presente a Lesa nel 1457 come possidente di terre^ Comune di Lesa, pagina dedicata al Museo Manzoniano.^ ‘Staycation’s the word for Europe’s leaders | euronews, world newsVoci correlateStrage di Solcio di LesaStazione di LesaCollegamenti esterniLesa On-Line - Portale del Comune di LesaLesa On-Line - Portale di informazioni turistiche della Pro Loco di Lesa

Cosa vedere