c
Idee di Viaggio

Viaggi estate 2019: Grado, la "Prima Venezia"

Grado, (Gorizia) 2 mesi fa Tempo di lettura: circa 3 minuti

Anche nota come la "Prima Venezia" e "Isola del Sole", Grado è uno dei viaggi estate 2019 alla scperta di luoghi poco battuti ma non per questo meno sorprendenti: la sua dolce laguna, i centri termali, la sua importante storia nel contesto nazionale e l'archeologia romana fanno di questa città una meta perfetta anche in estate, tra le attrazioni turistiche più apprezzate della riviera adriatica grazie al suo mare cristallino e alle spiagge dorate.

Alla scoperta di Grado e della sua laguna

Importante centro turistico e termale, nota anche come "Isola del Sole", "Isola d'Oro" e, soprattutto, come "Piccola Venezia", la città di Grado è una delle mete inusuali tra i viaggi estate 2019 capace di regalare emozioni e sorprese. Sapete perché?

Dalla laguna omonima alla foce del fiume Isonzo, il territorio di Grado è davvero un'Isola d'Oro: 90 chilometri quadri tra la parte orientale (Palù de sora) e quella occidentale (Palù de soto), separate dalla diga sulla quale si snoda la strada che collega Grado alla terraferma.

Le origini della Laguna sono recenti, ma una caratteristica su tutte ne scandisce la storia e la tradizione: la presenza dei tipici "casoni", semplici abitazioni col tetto di paglia utilizzate in passato dai pescatori gradesi.

Dal punto di vista naturalistico, la Laguna di Grado appare ricca di essenze arboree e di fauna locale, solcata dall'imbarcazione tipica, la batèla, a fondo piatto e manovrata a remi.

La spiaggia più occidentale è denominata Costa Azzurra e prosegue fino al lungomare e alla diga che protegge il centro storico dalle mareggiate.

Grado, tra storia, arte e letteratura

Situata su un’isola tra il mare e la laguna, Grado vanta oltre 1600 anni di storia: già castrum e porto romano a servizio di Aquileia, la città si sviluppò attorno al 452, quando i suoi abitanti si rifugiarono sull'isola per sfuggire agli unni guidati da Attila. Grado deve il suo nome ai tipici gradoni romani che agevolavano lo sbarco di passeggeri e merci dalle navi.

Bisogna attendere il 1936 perché Grado sia collegata alla terraferma ed esca dal suo secolare isolamento, grazie a un ponte e a una sottile striscia di terra che la consacra "Prima Venezia", meta top delle vacanze estive fino ai viaggi estate 2019.

Tante le personalità famose e gli artisti affascinati dall'atmosfera sospesa di questa Isola di Sole, da Freud a Pirandello 

Tra i luoghi da visitare, la Basilica di Sant'Eufemia e il Battistero, la Basilica di Santa Maria delle Grazie (V secolo) e il Santuario della Madonna di Barbana (582), sull'omonima isola, meta ogni anno di pellegrinaggio e abitata in modo stabile da una comunità di francescani. 

L'intero centro storico ha un fascino veneziano e si articola in un labirinto di calli e piccoli cortili su cui si affacciano le case colorate dei pescatori, creando un'atmosfera magica e sospesa nel tempo. 

Su Campo dei Patriarchi si affaccia la Basilica di Sant’Eufemia, cattedrale del Patriarcato di Aquileia per più di otto secoli, con un bel campanile quattrocentesco con in cima la statua dell’Arcangelo San Michele, ormai simbolo della Città Vecchia.

A destra della Basilica si trova il Lapidario, dove sono esposti reperti romani e paleocristiani, mentre sul lato sinistro sorge il Battistero, che conserva tre sarcofagi. 

Altro capolavoro da visitare a Grado è la Basilica di Santa Maria delle Grazie, risalente al IV secolo in stile paleocristiano, all’interno della quale si possono ammirare l’altare, l’acquasantiera e la statua lignea della Madonna delle Grazie.

Verso Campo dei Santi Ermagora e Fortunato si raggiunge il Lungomare Nazario Sauro: undici chilometri di spiaggia fiancheggiati da splendide ville, giardini, residence e negozietti esclusivi.

Cosa fare a Grado, tra i viaggi estate 2019

Tra gli eventi e le attività da non perdere in città, il Festival Letterario "Grado Giallo", la rassegna che include conferenze, spettacoli e incontri con autori del mondo noir, poliziesco, spy story e horror.

L'associazione "Grado Teatro" è invece il punto di riferimento per i gli autori locali che propongono testi con tematiche ispirate alla storia e alla cultura della città.

Per gli amanti delle feste tradizionali e religiose, la prima settimana di luglio è il momento ideale per inserire Grado tra i viaggi estate 2019: è in questo periodo, infatti, che al Santuario si festeggia il famoso Perdòn.

Ogni prima domenica del mese di luglio il paese è addobbato a festa: una lunga processione di barche colorate si dirige verso l’Isola di Barbana per rinnovare l'antico voto alla Madonna, salvatrice della comunità da una terribile epidemia di peste.

Per concludere la vacanza in bellezza, si consiglia un salto alle Terme Marine di Grado per un trattamento di profondo benessere e una cena in centro, a base di pesce e di ottimo vino friulano. 

Riproduzione riservata © Copyright Altrama Italia

Potrebbero interessarti