Idee di Viaggio

L’isola di Ponza: tra mare e natura

Ponza, (Latina) 1 mese fa Tempo di lettura: circa 3 minuti

Quasi del tutto collinare e dalla forma stretta e allungata, è una vera e propria oasi di pace e tranquillità, dove la natura regala il meglio di sé. E dove il Turismo è presente ovunque!

Dove si trova l’isola di Ponza

Di origine vulcanica, Ponza può vantare meravigliose scogliere e grotte sommerse, che ogni anno richiamano appassionati di subacquea e tantissimi turisti. Situata davanti al Golfo di Gaeta, l’Isola appartiene alla provincia di Latina, nel Lazio, ed è la maggiore delle isole Ponziane, del cui arcipelago fanno parte anche le isole di Gavi, Zannone, Palmarola, Ventotene e Santo Stefano.

Le vacanze a Ponza

Se decidete di trascorrere le vostre vacanze a Ponza, avrete solo l’imbarazzo della scelta su cosa vedere prima… tra mare e natura.

Approdando da queste parti, ad esempio, non potrete fare a meno di ammirare la Scogliera e i famosi faraglioni di Lucia Rosa.

Leggenda narra che Lucia Rosa, una ragazza di appena diciannove anni, era innamorata di un giovane di povere origini. Impedita nel suo amore dai genitori (che non vedevano di buon occhio la relazione), fu presa dallo sconforto e decise di lanciarsi nel vuoto dall’alto dirupo. Il precipizio fu poi ribattezzato con il suo nome dai residenti del posto.

Giunti in cima al Monte Guardia (il punto più alto dell’Isola), potrete godere di un panorama mozzafiato che si perde su tutto l’arcipelago. Qui si trovano anche il celebre Faro di Ponza e, nelle vicinanze, i resti di una necropoli di origine romana.

In zona Le Forna invece potrete dare un’occhiata allo Scoglio della Tartaruga, chiamato così per via della sua forma, che ricorda appunto quella di una testuggine.

[Valter Cirillo/Pixabay]

Il mare dell’isola di Ponza

Se poi siete amanti del mare e volete concedervi un bel bagno, Ponza - con le sue acque limpide e tendenti al turchese - vi stupirà! Pareti rocciose, calette, spiagge stupende raggiungibili in barca o anche in canoa, angoli ancora incontaminati e grotte sono tutti ingredienti che fanno dell’Isola un vero paradiso terrestre.

E a proposito di grotte, non perdetevi le Grotte di Pilato, conosciute anche come “le Murenaie di Ponza”, poiché edificate proprio dagli antichi romani che scavarono il tufo per allevarvi le murene.

Il mare dell’isola di Ponza è ricco di vita: gorgonie rosse, cernie, murene, gamberi e aragoste. Mentre tutt'intorno una rigogliosa vegetazione - fatta anche di agavi, fichi d’india, profumatissimo mirto, colorata ginestra e fillirea - cresce spontanea e dà bella mostra di sé.

I faraglioni di Ponza

Non mancano sull’isola di Ponza alcuni splendidi faraglioni, come quello della Madonna e del Calzone Muto.

Il primo era parte integrante della gigantesca villa estiva appartenente all’imperatore Augusto, dove ancora oggi è visibile una cappella ricavata all’interno della roccia, e in cui vi è la Madonna della Salvazione (da cui il luogo prende il nome).

Il secondo è uno sperone di roccia solingo, al quale fu dato il nome di Calzone Muto, in quanto ricorda esattamente un pantalone. Un’antica leggenda popolare narra di un marinaio muto che, non potendo urlare al mondo tutta la sua gioia per le meraviglie che gli si presentavano davanti, decise di buttare i suoi pantaloni su uno scoglio, e che quest’ultimo ne acquistò le sembianze.

Cala del Core è il posto giusto per gli inguaribili romantici: è chiamata così per la forma che ha assunto una roccia a seguito di un’intrusione magmatica: ossia a forma di cuore.

Da visitare assolutamente è anche la Grotta del Core, conosciuta come la Grotta dello Smeraldo.  

Cala Fonte invece offre un panorama eccezionale sull’isola di Palmarola ed è formata da uno scoglio a forma di mezzaluna, che fu perforato dei pescatori locali per realizzare delle pozze per aragoste.

Senza dimenticare la frazione “Santa Maria”, poco lontana dal porto dell’Isola e chiamata ai tempi dei romani “Porto di Circe”: perfetta per le escursioni in mare per via della vicina spiaggia di Frontone e per fare dei giri turistici attorno all’Isola.

Turismo, relax e gastronomia

Ponza, un posto dove la storia si intreccia con un presente fatto di turismo, locali notturni, punti di ristoro, ristoranti, hotel e lidi attrezzati di tutti i servizi. Un posto in cui si incontrano mare e natura.

Ma Ponza non è solo natura e spiagge meravigliose, e il Giardino Botanico Ponziano né la perfetta dimostrazione. Si tratta di un luogo in cui si possono passare lunghi pomeriggi rilassanti in compagnia di numerosissime specie di fiori, tra cui delle bellissime orchidee, e dove nidificano, tra l’altro, diversi uccelli da salvaguardare e proteggere.

Al di sopra del porto poi sorge il Centro storico di Ponza, in cui piccole stradine e scalinate si mischiano con ristoranti e negozi…
Come dimenticare infine la gastronomia di Ponza: una tradizione culinaria fatta soprattutto di pietanze a base di pesce fresco locale da accompagnare a dell’ottimo vino bianco.
 

Riproduzione riservata © Copyright Altrama Italia

Potrebbero interessarti