c
Idee di Viaggio

La cattedrale di Santa Maria Assunta a Terni

Scritto da Redazione , 30/08/19

Il Duomo, la chiesa-madre della Diocesi di Terni-Narni-Ameli, è un concentrato di storia e cultura: un luogo sacro che si distingue anche per le numerose opere artistiche contenute al suo interno


A Terni

Quasi al centro dell’Italia, Terni sorge sulle rive del fiume Nera e del fiume Serra, in un’ampia e fertile conca. Un bacino recintato dall’Appennino umbro-marchigiano e dal subappennino laziale. Si trova a circa 80 chilometri da Perugia, 90 da L’Aquila e 100 da Roma. Un posto unico, che raccoglie storia, cultura e fascino e che ospita, tra l’altro, la nota cattedrale di Santa Maria Assunta.

[Roberto Bertolle/Wikipedia]

La cattedrale di Santa Maria Assunta

Risultato di vari interventi, l’attuale cattedrale di Santa Maria Assunta presenta una facciata formata da un ampio porticato, dal quale si aprono tre porte di stile romanico, arricchite da numerosi fregi, e un doppio ordine di colonne.

La parte superiore è composta da una balaustra in travertino e dalle statue di otto vescovi ternani, tra cui anche san Valentino.
All’interno, l’edificio è a pianta a croce latina a tre navate, divise da pilastri, con cappelle laterali, transetto e abside.

[Sailko/Wikipedia]

Tra le opere artistiche contenute nella cattedrale vi sono: un coro ligneo del 1559, l’affresco della controfacciata con la raffigurazione dei Santi protettori della città e angeli del XVII secolo, il fonte battesimale con scolpiti gli stemmi del Comune, la tela con la raffigurazione del Noli me tangere, la tela raffigurante Gesù nell’orto degli ulivi, il tabernacolo di Carlo Murena con le reliquie del sangue di Cristo, un organo del XVII secolo, la tomba di sant’Anastasio, costruita utilizzando un’ara pagana arricchita da formelle cosmatesche, e un affresco in controfacciata del pittore argentino Ricardo Cinalli che rappresenta la scena della resurrezione dei corpi durante il Giudizio universale.

Un po’ di storia

Secondo la tradizione, la prima cattedrale fu realizzata nel VI secolo sui resti di un tempio pagano-romano, su ordine dal santo vescovo ternano Anastasio.

L’edificio sacro sorse probabilmente attorno al X secolo, proprio accanto al sepolcro di quest’ultimo, che ricoprì la carica vescovile – appunto – nel VI secolo, periodo in cui si profuse difendendo la città dall’invasione dei Longobardi.

Dopo una serie di interventi (nel IX e nel XII secolo), altri lavori di consolidamento furono eseguiti negli anni Trenta e portarono alla luce tre absidi interrate e i resti di un rosone con bifore laterali.

Ciò che resta della cattedrale romanica è l’innalzamento della navata centrale, il rifacimento della tribuna e del campanile, l’edificazione del fonte battesimale e delle cappelle laterali, e la sistemazione definitiva in chiave barocca della cattedrale e della piazza antistante.

Riproduzione riservata © Copyright Altrama Italia

Comune

Terni

Tradizionalmente fondata nel 672 a.C. dagli Umbri, Terni fu una delle più importanti città del Regio VI - Umbria et Ager Gallicus fondato da Augusto, in quanto...

Altri Suggerimenti

Perché Isola delle Femmine si chiama così?

Idee di Viaggio

Perché Isola delle Femmine si chiama così?

Una delle mete più gettonate di tutta la Sicilia, paradiso naturale a due passi Palermo. Ma sapete perché Isola delle Femmine si chiama così?

Fiordo di Furore: un luogo magnifico nascosto ai turisti

Idee di Viaggio

Fiordo di Furore: un luogo magnifico nascosto ai turisti

Il Fiordo di Furore è la chicca più nascosta dell'intera Costiera Amalfitana, un luogo accessibile a pochi, dall'atmosfera magica

Visita nel centro storico di Monopoli: cosa vedere

Idee di Viaggio

Visita nel centro storico di Monopoli: cosa vedere

Oggi facciamo una visita nel centro storico di Monopoli: cosa vedere e cosa fare anche nei dintorni della Città delle 100 contrade.

Dove andare in Sardegna: i posti più belli

Idee di Viaggio

Dove andare in Sardegna: i posti più belli

Avete in mente di visitare la Sardegna durante il vostro prossimo viaggio? Ecco dove andare in Sardegna e cosa vedere assolutamente.

Piscina di Venere, Milazzo: come arrivare

Idee di Viaggio

Piscina di Venere, Milazzo: come arrivare

Avete mai sentito parlare della Piscina di Venere, Milazzo? Come arrivare in una caletta da paradiso, un lago marino sul Promontorio di Capo Milazzo.

 Visitare Capri in un giorno a piedi: cosa vedere

Idee di Viaggio

Visitare Capri in un giorno a piedi: cosa vedere

Visitare Capri in un giorno a piedi vuol dire fare una passeggiata pittoresca, gustando il fascino della movida di un tempo, in un centro storico vivace e un paesaggio da cartolina.