Destinazioni - Comune

Dongo

Luogo: Dongo (Como)
Dongo (Dung in dialetto laghée, pronuncia fonetica IPA: /ˈduːŋk/), è un comune italiano di 3.471 abitanti della provincia di Como in Lombardia. Il nome deriva dal latino "aduncum". È sito sulla costa nord-occidentale del Lago di Como presso la foce del torrente Albano. Geografia Il paese di Dongo sorge alla foce del torrente Albano, lungo il tracciato dell'Antica Via Regina; Dongo si trova anche sull'antico percorso che, attraverso il Passo San Jorio, collega il lago di Como alla Val Mesolcina. Storia Un documento del 1465 è il primo a segnalare la presenza nella zona di importanti miniere di ferro. Queste miniere e gli impianti per il trattamento del ferro nel 1771 divennero di proprietà di Pietro Rubini, che nel 1789 costruì' il primo altoforno a carbone di legna per la produzione della ghisa, nel 1839 la società diventerà Rubini Scalini Falck, da cui nascerà' l'industria siderurgica Falck. All'altezza della Piazzetta Rubini venne catturato dai partigiani Benito Mussolini il 27 aprile 1945 in fuga da Milano verso la Valtellina; fu ucciso nella frazione di Giulino nel comune di Tremezzina (oggi Mezzegra), il giorno seguente. Monumenti e luoghi d'interesse Per la storia della diffusione della fede cattolica e degli edifici sacri vedi anche Architettura religiosa La chiesa parrocchiale, dedicata a Santo Stefano La chiesa di Santa Maria in Martinico Il santuario della Madonna delle Lacrime, annesso al convento francescano, conserva notevoli dipinti. Architettura civile Palazzo Manzi, attuale sede comunale Società Evoluzione demografica Abitanti censiti Persone legate a Dongo Tolomeo Gallio, cardinale Giulio Rubini, politico Giorgio Enrico Falck, politico Ferdinando Mezzasoma, politico Alessandro Pavolini, giornalista e politico Fabio Ferrario, ex calciatore Amministrazione Gemellaggi Arromanches-les-Bains Note Bibliografia Adriano Caprioli, Antonio Rimoldi, Luciano Vaccaro (a cura di), Diocesi di Como, Editrice La Scuola, Brescia 1986.

Cosa vedere