c
Comune

Caorle

Caorle, (Venezia) Tempo di lettura: meno di 1 minuto

Càorle si affaccia sul Mare Adriatico, a nord est della Laguna di Venezia. Le radici storiche della città affondano nel I secolo a.C., come testimoniano numerosi ritrovamenti di epoca romana, come l'Ara Licovia, altare sacrificale custodito nel Duomo cittadino, e i ritrovamenti archeologici in mare. L'odierna Cattedrale risale all'XI secolo e soge su una preesistente basilica paleocristiana, i cui resti sono esposti nel Museo Parrocchiale annesso e nei giardini della canonica. Tra le opere custodite all'interno, di particolare interesse sono la "Pala d'Oro", "L'Ultima Cena" attribuita a Gregorio Lazzarini e una particolare "Pietà" in legno dorato. Sulla costa si trova il Santuario della Madonna dell'Angelo, meta di numerosi pellegrini. Ogni anno, a Caorle si svolge il concorso "Scogliera viva", per il quale scultori di diverse nazionalità sono chiamati a decorare gli scogli del lungomare con sculture di grande pregio, ammirabili tutto l'anno. Da alcuni anni Caorle (insieme a Bibione) ospita anche la rassegna d'arte "Premio Mantegna", presieduta da Vittorio Sgarbi. Il territorio cittadino è suddiviso in rioni: dal pregevole centro storico, cuore della città, con le sue casette variopinte, si diramano un gran numero di calli. A sud del Rione Sant'Andrea, si trova il recente Rione dell'Orologio, che prende il nome dall'omonimo canale e comprende la vicina Darsena dell'Orologio (Bandiera Blu europea per gli approdi turistici dal 1993), articolata come una meridiana dalla quale si dipartono una serie di vie che prendono il nome dei segni dello zodiaco. Nella laguna nota come Valle vecchia, la presenza di una piccola spiaggia consente un turismo balneare e naturalistico, con possibilità di birdwatching. Tra le altre frazioni si segnalano Ca' Corniani, per la Sagra di San Giovanni, a fine agosto, dove è possibile degustare i prodotti tipici del territorio; più all'interno, l'affascinante zona di Villaviera, immersa nella campagna e tipicamente votata all'agriturismo, così come Duna Verde, attrezzata anche per il campeggio. A nord, la Laguna di Caorle è l'ideale per escursioni in barca in mezzo alla natura incontaminata che tanto piaceva allo scrittore Ernest Hemingway, il quale la descrisse nel suo libro Di là dal fiume e tra gli alberi: tra le valli e le barene si trovano ancora i "casoni", tipiche costruzioni usate in passato dai pescatori durante il periodo della pesca. D'inverno la città non si svuota, offre Mercatini di Natale, una pista di pattinaggio sul ghiaccio all'aperto e importanti manifestazioni sportive, soprattutto nautiche. 

Cosa vedere