Consigli di viaggio - Idee di Viaggio

Vacanze a Diamante: Città dei Murales e del Peperoncino

Scritto da Eliana Iorfida, 16/06/20

Sapori, colori e profumi accesi caratterizzano con un segno indelebile le vacanze a Diamante, "Città dei Murales e del Peperoncino" adagiata lungo la Riviera dei Cedri, in Calabria. Un viaggio che amplifica i 5 sensi e ci fa scoprire tutto il sapore e la creatività del Sud.

Diamante, come suggerisce il nome, è uno dei gioielli della Riviera dei Cedri, lungo la costa dell'Alto Tirreno cosentino. Un luogo magico, dove i profumi e i sapori sprigionati dalla terra e dal mare si fondono ai colori accesi della natura incontaminata e a quelli altrettanto vivaci dei famosi murales che impreziosiscono il centro storico. Non a caso Diamante è ribattezzata "Città dei Murales e del Peperoncino". 

La posizione geografica, il mare cristallino e la tradizione gastronomica legata alla lavorazione del peperoncino ne fanno una delle mete turistiche più amate della Calabria e rendono le vacanze a Diamante un'esperienza di autentico piacere.

Cosa vedere a Diamante

Partiamo dal centro storico e dai caratteristici murales. Basta fare una passeggiata tra i vicoli e le piazzette per ammirarli in tutto il loro splendore.

Tutto ebbe inizio nel 1981 da un'idea del pittore Nani Razzetti e del sindaco dell’epoca, Evasio Pascale, che con “l’Operazione Murales”, portarono a Diamante alcuni tra i pittori più acclamati a livello mondiale per affrescare le pareti delle case. Le mura cittadine sono diventate vere e proprie tele che raffigurarono scene di vita quotidiana, il territorio e i racconti di un popolo dedito alla pesca. Oggi i murales di Diamante sono oltre 200 e abbelliscono l'intero paese.

Da visitare nel centro storico, durante le vacanze a Diamante, la Chiesa dell'Immacolata Concezione, la cui costruzione ebbe inizio nel 1645. Il progetto fu eseguito in stile Barocco, contemplando l'inclusione nel lato destro della Cappella delle Anime del Purgatorio, dove le famiglie patrizie dell'epoca donarono statue lignee del XVII secolo (Crocifisso, San Giovanni Evangelista e l'Addolorata) e il principe Tiberio Carafa donò la monumentale statua dell'Immacolata Concezione, alta circa due metri e scolpita in un unico tronco d'ulivo (1656). 

Per scoprire le tracce più antiche dell'insediamento occorre però raggiungere il sito archeologico dei cosiddetti Ruderi di Cirella. Plinio il Vecchio attribuisce la costruzione di un primo antico porto ai focesi (colonia greca dell'Asia Minore), tra il 600 e il 550 a.C. In epoca romana, Cerillae si distinse per aver preso parte alla Battaglia di Canne (216 a.C.). La Cirella costiera sopravvisse fino alle incursioni saracene, poi gli abitanti si ritirarono su questa collina, dove ancora sopravvivono ruderi della vecchia città murata, con un castello baronale, la Chiesa di San Nicola Magno e la Chiesa di Santa Maria della Neve, fuori le mura.

Affacciandosi alle balconate del Lungomare Vecchio, definito il "Salotto di Diamante", si può ammirare l'intera costa e godere di un tramonto mozzafiato sulle spiagge dalle variegate combinazioni di sabbia. 

Al largo della costa, l’Isola di Cirella, vero e proprio paradiso ambientale da non perdere durante le vacanze a Diamante.

Coperta da una rigogliosa macchia mediterranea, presenta i resti di una torre d'avvistamento (Torre dell'Isola di Cirella) sulla sommità collinare, fatta erigere dai Vicerè di Napoli per la difesa dalle incursioni piratesche del IX secolo. Il perimetro dell'isola è caratterizzata da grotte, piccole insenature e scogliere; lo specchio di mare intorno custodisce reperti archeologici di epoca greco-romana e la flora marina è costituita da Posidonia Oceanica con esemplari di Pinna Nobilis, il più grande bivalve del Mediterraneo, specie protetta.

Cosa fare nei dintorni di Diamante

La prima cosa da fare durante le vacanze a Diamante è proprio un giro in barca attorno all’Isola di Cirella, per ammirare da vicino le sue grotte, le piccole insenature e le scogliere che contribuiscono a rendere unica l'esperienza in barca.

Cosa fare nei dintorni di Diamante? Tante le scursioni e le meraviglie da scoprire ogni giorno lungo la profumata Riviera dei Cedri.

La prossimità mare-montagna rende questo tratto di costa calabrese il luogo ideale per gli amanti della natura a tutto tondo: i borghi medievali si incastonano, con tutto il loro fascino, tra le pendici del Parco Nazionale del Pollino, dove è possibile praticare svariati sport e attività all'aria aperta, e tratti di mare perfetti per lo snorkeling e le immersioni.

Tre "must" imperdibili durante le vacanze a Diamante?

La Grotta del Romito, a Papasidero, una delle più importanti testimonianze di arte preistorica al mondo; la spiaggetta dell’Arcomagno, a San Nicola Arcella e il Museo del Cedro, a Santa Maria del Cedro.

Eventi a Diamante

Peperoncino Festival

È il re della gastronomia calabrese e della città di Diamante: a sua maestà il peperoncino la cittadina dedica, dal 1992, la manifestazione annuale denominata “Peperoncino Festival”: rassegna culturale-gastronomica ideata dal giornalista Enzo Monaco in occasione del cinquecentenario della scoperta delle Americhe.

Calici Sotto le Stelle

L'evento di enoturismo che ogni anno richiama gli appassionati del vino e delle bellezza. Ideato e programmato dall'Associazione CERILLAE coniuga magistralmente vino, arte e storia alla scoperta dell'aromatico Chiarello di Cirella. 

Riproduzione riservata © Copyright Altrama Italia

Immagine descrittiva - BY  [123rf/Sabino Parente] c

Diamante

Diamante è un comune italiano della provincia di Cosenza, sito sulla costa tirrenica nord occidentale, al centro della Riviera dei Cedri. La posizione geografica e...

Altri Suggerimenti

Exit – Deviazioni di arte e musica al Castello di Cosenza

Exit – Deviazioni di arte e musica al Castello di Cosenza

“Nella vita bisogna avere sempre un’uscita di sicurezza! Exit – Deviazioni di arte e musica è il titolo della rassegna che a partire dal 17 Giugno e fino al 15...

Cosenza è LandWorks: 10 giorni d’arte effimera

Cosenza è LandWorks: 10 giorni d’arte effimera

Se state passeggiando in uno dei centri storici più suggestivi della Calabria e all’improvviso vi trovate circondati da installazioni paesaggistiche...

Il castello svevo di Cosenza tra storia e magia

Il castello svevo di Cosenza tra storia e magia

Se volete vivere un sogno, perdervi tra storia e magia o sentirvi re e regine per un giorno, seguitemi all’interno del Castello Svevo di Cosenza, che dall’alto...

Al-Mantiah, crocevia di popoli

Al-Mantiah, crocevia di popoli

Sulla costa infuocata dai tramonti del Basso Tirreno cosentino si affaccia un borgo il cui nome evoca un tempo antico, quando tra i vicoli si parlava l’arabo, dai...

Vacanze estive in Calabria: 8 giorni tra Mare e Cultura

Vacanze estive in Calabria: 8 giorni tra Mare e Cultura

Un viaggio ideale per scoprire la Calabria autentica, come non l’avete mai vissuta, tra Storia e Arte, Gastronomia, Natura e Paesaggio, Tradizioni e Folclore. ==>...

Tutte le Strade (del Paesaggio) portano a Cosenza

Tutte le Strade (del Paesaggio) portano a Cosenza

Anche quest’anno il Festival del Fumetto – “Le Strade del Paesaggio” ci invita a uscire dal grigiore quotidiano e tuffarci in un universo parallelo, colorato...