Consigli di viaggio - Tradizioni

Festa del mare a La Spezia: Palio del Golfo e tanto altro 

Scritto da Valeria Bonacci, 17/04/19

Affacciata sul mare cristallino e incastonata in un naturale scenario mozzafiato, La Spezia, accolta nell’omonima insenatura conosciuta come Golfo dei Poeti, si presenta come un incantevole agglomerato di case colorate che si specchiano nelle acque limpide tra colline e falesie che scendono dolcemente verso la riva. 

Tra l’imponenza del Castello San Giorgio, i tanti edifici in stile liberty, musei come quello Navale e il Museo Lia, il centro d’Arte Moderna e Contemporanea, La Spezia offre un viaggio dove cultura e storia si sposano armoniosamente con le bellezze naturali circostanti, offrendo itinerari diversi alla scoperta di una terra ricca di sorprese. 

Di grande richiamo per turisti, antropologi e abitanti del luogo è la Festa del Mare, una delle più particolari e affascinanti della nostra Penisola, che celebra l’incontro tra terra e acqua. Un evento unico che si svolge da quasi 100 anni e che si conclude con il Palio del Golfo. 

La Festa del Mare: il Palio del Golfo

È in questa deliziosa città della Liguria che ogni anno, dal 1925, la Festa del Mare si concretizza nel Palio del Golfo, evento principale di questa manifestazione che affonda le proprie radici nella cultura marinara del luogo. Anticamente i navigatori del luogo, rientrando dalle battute di pesca, si sfidavano con le loro imbarcazioni in gare estemporanee. 

Tra gli equipaggi di barche dello stesso borgo marinaro c’è sempre stata una sorta di rivalità fin quando, 94 anni fa, la sfida si è concretizzata in un vero e proprio Palio, chiamato così in onore del drappo che nelle gare medievali veniva consegnato ai vincitori. Inizialmente le imbarcazioni per la gara erano le stesse utilizzate per la pesca quotidiana, con il passare degli anni anche le barche furono perfezionate, coinvolgendo nella sfida anche i maestri artigiani del golfo. 

Gli eventi collaterali della Festa del Mare 

Attorno al grande evento sportivo del Palio del Golfo, che vede le 13 borgate sfidarsi in una gara a remi, ogni anno si svolge una manifestazione allegorica a tema partecipata da tutte le frazioni che sfilano in maschera per le strade del centro di La Spezia. Una vera e propria parata a tema, ogni anno diverso, che inaugura il Palio del Golfo. 

Prima della gara invece sono due i momenti suggestivi imperdibili: il lancio dei paracadutisti acrobatici del COM.SUB.IN. della Marina Militare e la commemorazione dei caduti in mare. Quest’ultimo momento consiste nel lancio di una corona floreale nelle acque del golfo, un momento seguito da un toccante silenzio spezzato poi dal suono della tromba e dal saluto delle imbarcazioni. 

Al calar del sole, col finire della gara, la festa si conclude con i fuochi d’artificio in uno spettacolo pirotecnico che incanta tutto il Golfo. 

Riproduzione riservata © Copyright Altrama Italia

Immagine descrittiva - BY [Andrew Mayovskyy/123rf] c

La Spezia

La Spezia, capoluogo dell’omonima provincia ligure, si trova al centro di un profondo golfo naturale al quale dà il nome, conosciuto anche come Golfo dei Poeti...

Altri Suggerimenti

Settimana Santa in Italia: viaggio “pulp” tra i riti di Pasqua

Settimana Santa in Italia: viaggio “pulp” tra i riti di Pasqua

Da Nord a Sud, la Settimana Santa in Italia è ricca di riti pasquali dal forte trasporto religioso. Scoprili tutti!

Le Persephoni di Bova, tra sacro e profano

Le Persephoni di Bova, tra sacro e profano

Nel borgo calabrese di Bova, durante la Domenica delle Palme, si celebra la sfilata delle Persephoni. Scopri di cosa si tratta!

Akragas, i templi e la Sagra del Mandorlo in Fiore

Akragas, i templi e la Sagra del Mandorlo in Fiore

L’antica Akragas, Città dei Templi, si sveglia avvolta dal profumo del mandorlo in fiore di fronte al maestoso Tempio della Concordia, nella Valle dei Templi, per...

Otranto e la leggenda del Cavaliere Senza Testa

Otranto e la leggenda del Cavaliere Senza Testa

L’ombra del Cavaliere Senza Testa aleggia sulla mitologia dei popoli europei sin dal Medioevo, soggetta a varianti a seconda dell’appartenenza culturale e...

“Te piace ‘o presepio?”: week end a San Gregorio Armeno

“Te piace ‘o presepio?”: week end a San Gregorio Armeno

L’Illuminatore, apostolo degli armeni che rischiara il buio, a Napoli è sinonimo di uno dei luoghi per eccellenza del Natale. Indica una strada precisa, la “via...

Radicamenti, la via della seta di Mendicino

Radicamenti, la via della seta di Mendicino

Mai come in questo caso la parola “Radicamenti” è capace di evocare l’anima e la storia di un intero territorio. Mendicino, incantevole borgo delle Serre...