c
A Tavola

La Sicilia a settembre: tra sagre e festival del gusto

San Vito Lo Capo, (Trapani) 2 settimane fa Tempo di lettura: circa 3 minuti

La Sicilia a settembre sprigiona tutti i profumi e i sapori del territorio, offrendo ai turisti che decidono di visitarla in questo mese di bassa stagione una ricca varietà di sagre, eventi e festival enogastronomici a prezzi contenuti. Parti subito e assapora il meglio della Sicila a settembre con le nostre proposte selezionate!

1. Il Cou Cous Fest a San Vito Lo Capo

Non solo mare meraviglioso a San Vito Lo Capo, tra le più rinomate località balneari dell'isola, nota per la sua spiaggia immersa nella Riserva dello Zingaro, ma anche per uno dei festival gastronomici più importanti del Mediterraneo: la Sicilia a settembre passa per forza da qui e dall'ormai celebrte "Cous Cous Fest".

La rassegna internazionale di cultura ed enogastronomia del Mediterraneo, oltre a essere un appuntamento fisso, attesissimo, di tributo alla grande tradizione culinaria del trapanese è anche un festival musicale, tripudio di suoni etnici, e un sfida tra chef stellati e cuochi siciliani per aggiudicarsi l'ambitissima "Cous Cous World Championship", che impegna chef provenienti da diverse parti del mondo.

Tra tajine colorate, odore di spezie, pesce e verdure, musica etnica e mare cristallino, la Sicilia a settembre dà davvero l’impressione di trovarsi sulle rive del Marocco o della Tunisia.

2. Sagra dell'arancino a Ficarazzi (Aci Castello)

Il nostro viaggio gastronomico tra i sapori della Sicilia a settembre prosegue a Ficarazzi, frazione di Aci Castelo, in provincia di Catania.

È qui che va in tavola la storica Sagra dell'Arancino, nella consueta location di Piazza Giovanni XXIII: un connubio di sapori, folklore e tradizione che ogni anno si rinnova per celebrerare il re dello street food siciliano, l'arancino (o "arancina", che dir si voglia!).

Il protagonista assoluto della Sicilia a settembre, a Ficarazzi, è l'arancino tipico del catanese, declinato in mille modi, per accontentare tutti i gusti, dal gluten free a quello più godurioso della tradizione.

Alla sagra si abbina anche una fiera, attività ludiche per grandi e piccini e una serie di spettacoli serali.

3. Festa Internazionale dell'Uva IGP 

Restando in provincia di Catania, ci spostiamo a Mazzarrone, dove la Siclia a settembre sprigiona i primi profumi dell'uva nella consueta tre giorni del Festival Internazionale dell'Uva da Tavola IGP.

A circa 300 metri sul livello del mare, Mazzarrone e le sue frazioni preservano una connotazione prettamente rurale, di piccoli borghi da scoprire, che ogni anno, a inizio autunno, si popolano di turisti e appassionati di uva e viticoltura. Gli intenditori sanno di poter trovare qui una delle più importanti coltivazioni intensive di uva da tavola IGP.

I chichi d'uva di Mazzarrone e dintorni allietano la tavola di settembre, tra assaggi puri del frutto, distribuzione dell'uva da tavola e degustazione di prodotti tipici  a base di uva e non solo.

Ad allietare l'atmosfera, l'esibizione di gruppi folkloristici, una mostra mercato, una fiera espositiva di attrezzature agricole e tecnologiche e tante attività ricreative: spettacoli, conferenze, percorsi eno-gastronomice e, per concludere, l'ambito Premio Grappolo d'Oro.

4. A Calatafimi, per la Sagra della Cassatella

Gli inguaribili golosi possono programmare la loro vacanza in Sicilia a settembre per tuffarsi a capofitto, oltre che nel mare più tiepido di sempre, anche nella dolcezza di una delle specialità maggiormente apprezzate della tradizione regionale: la "cassatella" di Calatafimi Segesta.

Le cassatelle (cassateddi in siciliano) sono dolci tipici della gastronomia trapanese, originari della cittadina di Calatafimi e diffusi non solo nella provincia di Trapani, ma anche in gran parte della Sicilia. Inseriti tra i Prodotti Agroalimentari Tradizionali siciliana (PAT), le cassatelle sono molto simili ai ravioli, in versione dolce, con un interno farcito di ricotta di pecora, zucchero e gocce di cioccolato, quindi fritte nell'olio bollente.

5. "Siciliamo" a Marsala

Il tema enologico della Sicilia a settembre si declina in tutta la sua dolcezza a Marsala, terra del vino per antonomasia, che allieta il mese con il festival "Siciliamo": una tre giorni all’insegna della valorizzazione delle aziende siciliane e dei loro prodotti.

Il "Siciliamo Village" è ospitato nella splendida cornice del Complesso Monumentale San Pietro. Fil rouge della rassegna, il vino, protagonista dell'edizione di quest'anno che si prefigge di diventare un appuntamento costante in occasione della vendemmia.

6. Sagra dei Fritti Siciliani

Non c'è vacanza in Sicilia a settembre (e non solo) che si rispetti senza un assaggio degli stuzzicanti frittini siciliani.

La Sagra dei Fritti siciliani di Viagrande, in provincia di Catania, si articola in una serie di stand che incantano gli occhi, l'olfatto e il gusto con una succulenta varietà di delizie che vanno dal salato al dolce: arancini, bombe, siciliane, crispelle con acciughe o ricotta, panelle e street food, iris, ravioli, graffe, crispelle al miele, paranza di pesce, polpette di carne, verdure in pastella, dolci al pistacchio, cannoli e tanto altro.

È uno degli eventi più gustosi dell'anno, in occasione del quale vengono allestiti anche temporary stores con manufatti artigianali realizzati dagli artisti locali.

Riproduzione riservata © Copyright Altrama Italia   

Potrebbero interessarti