c
A Tavola

Douja D'Or e il Festival delle Sagre Astigiane

Scritto da Redazione , 05/09/17

Il prestigioso concorso enologico Douja D’Or e il Festival delle Sagre Astigiane vi aspettano! In attesa del Palio di Asti, la città e il Monferrato si preparano ad accogliere migliaia di turisti e appassionati delle sagre di Asti e dei suoi vini DOC.

Douja d'Or è il termine col quale, in dialetto piemontese, si indica un antico e panciuto boccale. Ad esso è legato anche il nome della maschera tradizionale di Gianduja, ma gli appassionati di buon vino sanno bene che indica anche un concorso enologico tra i più importanti d’Italia che, a Settembre, accompagna il Festival delle Sagre Astigiane.

Il Festival delle Sagre è la manifestazione enogastronomica annuale della città di Asti che si tiene la seconda domenica di Settembre, ma che di fatto inizia il sabato sera precedente, nell’ambito delle manifestazioni del Settembre Astigiano che fanno da “apripista” al Palio di Asti (terza domenica del mese).

Mangiare e bere ad Asti

Il Festival delle Sagre Astigiane inizia di prima mattina, con la sfilata storica nelle vie cittadine animata da 3000 figuranti in costumi d’epoca, a piedi e sui carri trainati dai buoi: ciascun paese mette in scena mestieri, tradizioni e riti che affondano radici nell’antica cultura contadina piemontese. La sfilata termina in Piazza Campo del Palio, entro i limiti degli stand enogastronomici del “villaggio” che ospita il Festival delle Sagre.

Cosa mangiare ad Asti? Preparatevi, le portate sono più di 80! Solo ed esclusivamente ricette tradizionali, tramandate di generazione in generazione e cucinate con materie prime di territorio astigiano e del Monferrato: agnolotti, risotti, tagliatelle e polente declinate in decine di varianti; poi i grandi secondi, dai bolliti al fritto misto, passando per la bagna cauda e i dolci di un tempo.

Sul vino non c’è che l’imbarazzo della scelta, in attesa che il Salone Nazionale dei Vini Selezionati assegni il Premio Douja D’Or dell’anno!

Il Festival delle Sagre Astigiane e il suo villaggio enogastronomico, aperto al pubblico e accessibile ai disabili, sono raggiungibili anche in treno, con 16 corse dedicate nella tratta Torino Porta Nuova-Asti.

Riproduzione riservata © Copyright Altrama Italia

Comune

Asti

«... Ed Asti repubblicana. Fiera di strage gotica e de l'ira di Federico, dal sonante fiume ella, o Piemonte, ti donava il carme novo d'Alfieri».(Giosuè...

Altri Suggerimenti

Lo zibibbo delle Cantine Benvenuto premiato dal New York Times

A Tavola

Lo zibibbo delle Cantine Benvenuto premiato dal New York Times

Oggi vi proponiamo un viaggio sensoriale tra le uve Zibibbo IGP di Francavilla Angitola, nelle Cantine Benvenuto. 

Piatti tipici a Polignano a Mare: cosa e dove mangiare

A Tavola

Piatti tipici a Polignano a Mare: cosa e dove mangiare

I piatti tipici a Polignano a Mare. Cosa e dove mangiare nel borgo di Domenico Modugno, tra i più belli del Mediterraneo.

La nascita del Cannolo Siciliano: origine e storia

A Tavola

La nascita del Cannolo Siciliano: origine e storia

Sulla nascita del "re" della pasticceria sicula, il cannolo sicicliano, origine storica e leggendaria si sovrappongono, ma il risultato resta una delizia. 

Pecorino Sardo, un'eccellenza esportata in tutto il mondo

A Tavola

Pecorino Sardo, un'eccellenza esportata in tutto il mondo

Un viaggio alla scoperta della lavorazione e degli abbinamenti del percorino sardo è un viaggio in una delle tradizioni gastronomiche più antiche d'Italia.

Olio pugliese: alla scoperta dell'oro verde d'Italia

A Tavola

Olio pugliese: alla scoperta dell'oro verde d'Italia

Il nostro viaggio tra le eccellenze gastronomiche d'Italia prosegue verso sud, alla scoperta dell'olio pugliese, ovvero dell'oro verde della dieta mediterranea.

Caffè napoletano: a Napoli il miglior caffè d'Italia

A Tavola

Caffè napoletano: a Napoli il miglior caffè d'Italia

Candidato Patrimonio dell'Umanità UNESCO, il caffe napoletano è una delle eccellenze e uno dei simboli di Napoli e dell'Italia nel mondo