Comune

Soriano Calabro

Soriano Calabro, (Vibo Valentia)
Soriano Calabro (IPA: ʂorʝàno, Suriano in Dialetto Calabrese) è un comune italiano di 2.433 abitanti della provincia di Vibo Valentia in Calabria. È il centro della "Valle del Mesima". Ospita il convento di San Domenico di Guzmàn.StoriaLe origini del paese si legano alla fondazione del convento dei padri domenicani, avvenuta nel 1510: distrutto dal terremoto del 1659, il complesso conventuale venne ricostruito in forme monumentali dal domenicano bolognese padre Bonaventura Presti.In età barocca, questo convento diventerà uno dei più ricchi e famosi conventi domenicani d'Europa ed uno dei santuari più frequentati dell'Italia meridionale: alla metà del Settecento, il viaggiatore britannico Henry Swinburne annotava che circa 1500 donne presunte indemoniate si recavano annualmente in pellegrinaggio a Soriano.Il convento venne raso al suolo dal terremoto del 1783, la devastante scossa dell'undicesimo grado della scala Mercalli che ebbe il proprio epicentro in una vastissima area inclusa tra Soriano, Polistena e Borgia: il convento poté essere ricostruito, più modestamente, in un'area dell'antico edificio solo all'inizio dell'Ottocento.Oggi le imponenti rovine del convento e della chiesa di San Domenico rappresentano il più importante monumento del comune, nonché una delle più terribili memorie del sisma del 1783 in Calabria. Nel 1964 vi venne aggregata la borgata Collina degli Angeli, già parte del comune di Sorianello.Monumenti e luoghi d'interesseIl santuario di San Domenico, principale luogo di culto cattolico del paese, è stato costruito nel 1838 sul sito di uno dei chiostri dell'antico omonimo convento seicentesco in rovina dopo il terremoto del 1783. L'architettura della chiesa è tardo barocca: all'interno è conservata una statua di san Domenico scolpita in un unico tronco di tiglio dallo scultore sorianese Giuseppe Ruffo nel 1855, protagonista di eventi miracolosi nel 1870 e nel 1884. Nell'attiguo ex-convento dei padri domenicani, ricostruito in un'ala dell'antico convento, ha sede il municipio di Soriano Calabro ed una raccolta di reperti dell'antico edificio.Il monumento più imponente del centro storico è proprio il vecchio ex-convento dei padri domenicani, in rovina: formato da cinque chiostri, la chiesa era lunga quattro campate ed aveva sei cappelle laterali. Gli avanzi più consistenti si riferiscono alla parte inferiore della facciata della chiesa barocca, mentre rimangono tutte le strutture portanti fino all'altezza del piano terra: l'intero complesso è stato oggetto di un restauro conservativo nel secondo dopoguerra.Mumar Museo dei marmi costituito da marmi creati da artisti settecenteschi appartenenti all'ex-complesso monastico domenicano.Cosimo Fanzago, Matteo Bottiglieri, Francesco Pagano e Francois Dusqunois, a dell'importanza di cui ha goduto il complesso architettonico di Soriano nei secoli passati.la Biblioteca CalabreseA Soriano Calabro ha sede la "Biblioteca calabrese", fondata e diretta da Nicola Provenzano, che comprende un patrimonio librario dedicato esclusivamente alla Calabria e ai calabresi di oltre 30.000 titoli. Pubblica dal 1998 la rivista semestrale Rogerius, che raccoglie scritti e studi sulle medesime tematiche e informa sulle nuove acquisizioni della biblioteca. La rivista è diretta da Tonino Ceravolo. Biblioteca e rivista hanno come logo il follaro di Ruggero il Normanno, in riferimento al periodo ritenuto di maggiore splendore per la regione calabrese dopo quello della Magna Grecia.Stemma e SimboliLo stemma rappresenta, sullo scudo una torre normanna merlata con una corona e ornamenti esteriore da comune, cravatta e nastri tricolorati da colori nazionali.Geografia fisica e antropicaClimaSi riportano i dati delle stazioni meteorologiche di Pizzo Calabro (107 m s.l.m., 38°44′N 16°10′E) e Mongiana (920 m s.l.m., 38°30′N 16°20′E), entrambe site in provincia di Vibo Valentia, e che sono le più vicine a Soriano nonostante l'abbastanza notevole differenza di altitudine:Classificazione climatica: C (10 ore di accensione giornaliera dal 15 novembre al 31 marzo).TerritorioGeologicamente, il territorio di Soriano è composto da materiali piuttosto variegati. Il centro storico, le sue vicinanze ed altre zone sparse nel territorio circostante sorgono su un suolo formato da "marne bianche a foraminiferi con sabbie e calcari intercalati" (zona P1m); mentre alcune frazioni si trovano su un terreno formato dal caratteristico "granito della Serra e della Sila" (zona Gr), una pietra diffusa soprattutto nell'area dell'altopiano delle Serre calabresi. Altre aree frammentarie del territorio sorianese sono formate da terrazzi marini (formati da un accumulo di sedimenti marini su un'antichissima linea di costa) (zona q), sabbioni e conglomerati rossi (zona P3s) nella parte orientale e da sabbie gialle fossilifere lungo il corso del torrente Marano e di altri corsi d'acqua a carattere torrentizio.Classificazione sismica: zona 1 (sismicità alta).Evoluzione demograficaAbitanti censiti Etnie e minoranze linguisticheResidenti con cittadinanza straniera registrati presenti nel 2010 sono 94 pari al 3% della popolazione residente. Le principali comunità rappresentate sono le seguenti:Geografia antropicaSoriano Calabro non presenta frazioni ma solo contrade fra cui due quartieri dentro la città ma appartenenti ai comuni limitrofi:Contrada Lacchi (appartenente al comune di Gerocarne abitanti 80)via Collina degli angeli (appartenente al comune di Sorianello abitanti 220)Infrastrutture e trasportiStradeauto: A3 SA-RC uscita Serre - SS 182 fino a Soriano Calabro.treno: Fs Treni-Italia a lunga percorrenza stazione di Vibo/Pizzo (27 km).aereo: aeroporto di Lamezia Terme.Autobus: linee da Vibo Valentia, Pizzo Calabro e Serra San Bruno.CulturaMusicaA Soriano, presso il santuario di San Domenico, è attivo il coro polifonico "Dominicus".IstruzioneSoriano ha un polo scolastico che comprende asilo nido, scuola materna, scuola media inferiore e liceo scientifico.EventiSoriano è una delle località delle provincie di Reggio Calabria e Vibo Valentia dove, nel periodo pasquale, si tiene l'"affruntata", "a soriano denominata comprunta" ovvero la caratteristica processione che prevede l'incontro tra le statue di Maria Addolorata, Gesù e san Giovanni portate a spalla dai fedeli.Altre festività religiose sono quelle di san Domenico di Guzmán (8 agosto) e di san Martino di Tours, nell'omonima frazione (11 novembre).la "Calata del Quadro" rievocazione storica, che si celebra il 14-15 settembre. La tela è conservata sull'altare maggiore della chiesa di San Domenico, all'interno di una preziosa cornice d'oro. Secondo la tradizione, come vi dicevo prima il quadro non ha origine umana, ma achirotipa (non fatta da mano umana), e sarebbe stato consegnato direttamente dalla Madonna, accompagnata da Santa Maria Maddalena e Santa Caterina d'Alessandria ad un frate del Convento di Soriano, da ciò il nome "La calata" che in calabrese vuol dire: discesa. Per una particolare forma di moltiplicazione delle immagini, l'apparizione miracolosa del quadro di San Domenico in Soriano è stata rappresentata in altri dipinti tra il 1600 e 1700 da diversi pittori, alcuni molti noti come il Guercino, lo Zanchi, il Boccanegra il De Zurbaran, altri minori che si trovano ovunque in Europa (San Pietroburgo Madrid, Siviglia, Roma Bolzano ecc.) e addirittura a Bogotà.Il carnevale sorianeseCucinaI mostaccioli sono biscotti tipici sorianesi, si tratta di biscotti duri fatti con farina e miele, (ed in alcune versioni, anche mosto di vino caldo), aventi forme svariatissime e decorati con carta stagnola vivacemente colorata. Le forme più prodotte sono il pesce, il paniere, il cavallo, la donna, il cuore, la esse barocca e sono decorati da strisce di carta stagnola colorata al rosso, verde ed argento. Le forme di colore nero (tipo il “cavallo di San Francesco”), si ottengono per bruciatura dello zucchero sul fuoco con pochissima acqua.Monumenti, Musei e stradeRuderi Antico Convento con annessa Basilica di Santa Maria Maggiore.Mumar Museo dei marmi (Piazza Municipio).Museo del San Domenico. (via San Domenico).La biblioteca Calabrese (piazza G.M.Ferrari).Corso roma (piazza monumentale).il Muant Pinacoteca.Palazzo San Domenico (sede del Municipio).Fontana dei due Leoni (c.so Roma).Monumento alla bellezza della donna (via Giardinieri).Statua monumentale bronzea di San Francesco da Paola (via G.Falcone).Statua monumentale bronzea di San Domenico (piazza municipio)a "barcunata ex fontana del giacomino" (c.so Roma).IL presepe monumentale dei padri Domenicani (convento di San Domenico).Chiese e luoghi di cultoBasilica di Santa Maria Maggiore (ruderi antico convento).Basilica di San Domenico di Guzmán (Via P.zza Municipio).Chiesa San Martino vescovo (Chiesa Matrice) Via della RepubblicaChiesa Madonna Del Carmine (via Giardinieri).Chiesa San Filippo Centro Storico (chiusa al culto).Chiesa Di San Francesco Da Paola (via Aldo Moro).Chiesa di Rito Evangelico (contrada covalo).Enti e associazioniOspedale civile San Domenico (r.s.a Regione Calabria).Associazione culturale "Sorianoé".Confraternita di Gesù e Maria del SS.mo Rosario di Soriano Calabro.AGESCI Associazione Guide e Scouts Cattolici Italiani.Persone legate a Soriano CalabroVincenzo Caglioti, chimico e accademico, presidente del Consiglio Nazionale delle Ricerche dal 1965 al 1972.Nicola Ceravolo, dirigente sportivo, presidente dell'U.S. Catanzaro e vicepresidente della FIGC.Enzo Ciconte, scrittore, docente e politico.Santo de Inzillo, vescovo.Luigi Agazio (1807 - 1887) ,vescovo di Trivento (CB) 1854-1887.Gaetano Grillo, avvocato e politico, sindaco di Crotone dal 1995 al 1997.Francesco Maria Domenico Carafa, settimo conte di Soriano 1648.Vincenzo Rimedio vescovo di Lamezia Terme dal 1982 al 2004.Bonaventura Presti è stato un architetto, ingegnere e falegname italiano.Tommaso Campanella è stato un filosofo,teologo, poeta e frate domenicano italiano.Philip Pullella caposervizio dell’agenzia di stampa internazionale ‘Reuters’ per l’Italia e per il Vaticano.SportCalcioLa principale squadra di calcio della città è l' A.G.S.D. Soriano 2010 che milita nel girone B calabrese di Promozione. I colori sociali sono: il blu ed il rosso. È nata nel 2010.La Polisportiva Sorianese 1962 la squadra storica della città ha raggiunto i suoi massimi livelli con il settore giovanile guidato da Mister Franco Ioppolo e Angelo Ranieri portandola in Seconda Categoria arrivando al terzo posto.EconomiaL'economia di Soriano è basata principalmente dal commercio e artigianato dolciario e di vimini che negli anni si è trasformato in medie e grandi industrie, sempre mantenendo le vecchie tradizioni che contraddistinguono il made in Italy nel mondo.AmministrazioneNel 2007 il consiglio comunale guidato dal sindaco Domenico Ioppolo è stato sciolto per infiltrazioni mafiose con decreto del presidente della Repubblica (d.lgs. 267/2000 art. 143), le indagini svolte dalla commissione d'accesso agli atti (inviata dal Prefetto) hanno riscontrato varie criticità nella gestione degli appalti pubblici, concessioni e autorizzazioni amministrative, nella riscossione dei tributi, inoltre sono stati rilevati anche alcuni casi di abusivismo edilizio e collegamenti diretti e indiretti di alcuni amministratori locali con soggetti mafiosi. Il commissariamento dell'ente è durato due anni, fino alle elezioni amministrative del 2009.Amministrazione comunale guidato dal sindaco Francesco Paolo Bartone decaduta in anticipo rispetto alla scadenza naturale del mandato, per via delle dimissioni contestuali della metà più uno dei consiglieri comunali.nel 1951 arresto del sindaco Modesto Vincenzo Greco per reati risultati a quel periodo gravi per l'amministrazione e la gestione della cosa pubblica.le amministrazioni comunali più durature nella storia di Soriano Calabro sono state : la Democrazia Cristiana Guidata da Francesco Niccoli per ben 20 anni alla guida del comune, Lista tre Spighe guidata, dal Aurelio Morani 15 anni di amministrazione del Municipio.Cronotassi dei sindaciDal 1926 ad oggiNote alla tabella^ Su proposta del Ministro dell'interno Giuliano Amato nel gennaio 2007 l'amministrazione comunale è stata sciolta per infiltrazioni mafiose con decreto del presidente della Repubblica.^ Commissione straordinaria nominata a seguito dello scioglimento dell'ente comunale per una durata di 2 anni dal 2007 al 2009.^ Amministrazione comunale decaduta in anticipo rispetto la scadenza naturale del mandato, per via delle dimissioni contestuali della metà più uno dei consiglieri comunali.NoteVoci correlateComunità Montana dell'Alto MesimaTerremoto del 1783Serra San BrunoDomenico di GuzmánAltri progetti Commons contiene immagini o altri file su Soriano CalabroCollegamenti esterniSito ufficiale del comune di Soriano CalabroSito ufficiale del santuario di San Domenico a SorianoCatasto Onciario di Sorianosito ufficiale del turismosorianocalabro

Cosa vedere