News

Teatro, al TAU va in scena la commedia di Eduardo 

Scritto da Redazione , 03/12/19

Stasera e domani al Teatro Auditorium Unical torna la Elledieffe, in coproduzione con La Compagnia di Teatro di Luca De Filippo e Fondazione Teatro della Toscana, con “Ditegli sempre di sì”

Appuntamento alle 20.30 con la commedia eduardiana in due atti messa in scena da Robertò Andò che esplora un testo al confine tra normalità e pazzia. 

Scritta da Eduardo nel 1927 e messo in scena l’anno successivo da Scarpetta, “Ditegli dempre di sì” è una commedia esilarante e caustica, un congegno bizzarro in cui l’autore si applica a variare il tema della normalità e della follia. 

A dare voce e corpo a questa commedia ricca di equivoci, menzogne e illusioni Gianfelice Imparato, Carolina Rosi, Nicola Di Pinto, Massimo De Matteo insieme a Edoardo Sorgente, Federica Altamura, Andrea Cioffi, Paola Fulciniti, Viola Forestiero, Vincenzo D’Amato, Gianni Cannavacciuolo e Boris De Paola.

Lo spettacolo

Un uomo, Michele Murri (Gianfelice Imparato), torna a casa dopo un anno in manicomio, accolto dalla sorella Teresa (Carolina Rosi).  La fiducia di uno psichiatra ottimista gli ha permesso di ritornare alla vita normale: Michele è un pazzo tranquillo, ragionevole e gentile, ma la sua follia è assolutamente reale, si manifesta nella mania di perfezione e si nasconde nelle pieghe di un mondo che non corrisponde agli schemi secondo i quali è stato rieducato in manicomio. Quale sarà la realtà vera? 

Una commedia esilarante e caustica, un congegno bizzarro in cui l’autore si applica a variare il tema della normalità e della follia. 

La compagnia

La compagnia di Luca De Filippo, oggi diretta da Carolina Rosi, mantiene viva l’eredità del grande drammaturgo napoletano: dopo Marco Tullio Giordana e Mario Martone, si affida a Roberto Andò, regista abituato a muoversi tra cinema e teatro, alla sua prima esperienza eduardiana. Il tema della pazzia ha sempre offerto spunti comici o farseschi, ma di solito è giocato al rovescio, con un sano che si finge pazzo. Invece qui il protagonista è realmente pazzo. In un clima sospeso tra la surrealtà di Achille Campanile e un Luigi Pirandello finalmente privato della sua filosofia, irresistibilmente proiettato nel pastiche.

Riproduzione riservata © Copyright Altrama Italia

Comune

Rende

Rende si estende lungo il corso occidentale del fiume Crati fino alle Serre cosentine, degradando dalle colline su cui sorge il centro storico fino alla città...

Altri Suggerimenti

Guerriere dal Sol Levante: l'Estremo Oriente a Torino

News

Guerriere dal Sol Levante: l'Estremo Oriente a Torino

La mostra Guerriere dal Sol Levante dal 18 ottobre 2019 al 1 marzo 2020 al MAO Museo d’Arte Orientale di Torino.

A Marzamemi nasce il Museo del Mare

News

A Marzamemi nasce il Museo del Mare

Nasce a Marzamemi, il borgo di pescatori del comune di Pachino, il Museo del Mare voluto da Sebastiano Tusa, l'archeologo scomparso di recente.

Quattro borghi insieme per il primo itinerario slow d'Italia

News

Quattro borghi insieme per il primo itinerario slow d'Italia

Quattro borghi insieme per definire il primo itinerario slow d'Italia: Asolo in rete con Greve in Chianti, Orvieto e Pollica.

Parco Nazionale della Sila: tra i 10 più belli d'Italia

News

Parco Nazionale della Sila: tra i 10 più belli d'Italia

Il Parco Nazionale della Sila entra a pino titolo nella "topi 10" dei parchi nazionali più belli d’Italia. Scopriamo perché.

Pompei, la domus di Leda e il cigno apre al pubblico 

News

Pompei, la domus di Leda e il cigno apre al pubblico 

Da oggi sarà possibile ammirare la domus di Leda e il cigno, uno dei ritrovamenti recenti più suggestivi degli scavi alla Regio V. 

Citri et Aurea, il nuovo progetto tra Boboli e Museo di Wilanòw 

News

Citri et Aurea, il nuovo progetto tra Boboli e Museo di Wilanòw 

“Citri et Aurea” è il progetto tra il Giardino di Boboli e il Museo di Wilanòw per valorizzare le proprie collezioni storiche di agrumi.