• Seguici sui nostri social
  • facebook
  • twitter
  • instagram
Comune

Mores

Mores, (Sassari) Tempo di lettura: meno di 1 minuto
Mores è un comune italiano di 1.982 abitanti della provincia di Sassari in Sardegna. Storia Sembra che il territorio circostante fosse abitato fin da tempi antichi (3000 a.C.), come testimoniano le domus de janas ("case delle fate") e i vari dolmen, tra i quali quello di Sa Coveccada. Monumenti e luoghi d'interesse Oasi delle Steppe Sarde Evoluzione demografica Abitanti censiti Tradizioni e Folclore La patrona di Mores è santa Caterina d'Alessandria, cui è dedicata la chiesa. Il campanile, progettato dall'architetto locale Salvatore Calvia Unali, padre del celebre poeta sassarese Pompeo Calvia, rappresenta una delle più belle realtà del Neoclassicismo sardo; con i suoi 47 metri di altezza è anche la torre campanaria più alta dell'isola. Da segnalare anche il convento settecentesco dei frati cappuccini. Le feste religiose principali sono: san Giovanni Battista (29 agosto), sant'Antonio da Padova (13 giugno) e Nostra Signora di Todorache (8 settembre). Mores ha una banda musicale e un coro che prende il nome dal monte Lachesos, alle pendici del quale è situato l'abitato. Economia L'economia del paese si regge prevalentemente sulla pastorizia. È da segnalare a questo proposito la Cooperativa Allevatori di Mores (C.A.M.), conosciuta e apprezzata per la qualità dei suoi prodotti che esporta in tutto il mondo. Gemellaggi Mores è gemellata con: Santa Giuletta (PV), Italia Sport Autodromo Nel territorio comunale è presente l'autodromo nazionale "Franco di Suni", in località Su Sassu. Il circuito, nato da un'idea di Uccio Magliona, è stato inaugurato il 15 marzo 2003. Il 23 luglio 2006 ha ospitato il Gran Premio di Sardegna, prova valida per il Campionato mondiale Supermoto S1. È previsto l'allungamento del tracciato a circa 3016 metri. Note ^ Dato Istat - Popolazione residente al 31 dicembre 2010. ^ Tabella dei gradi/giorno dei Comuni italiani raggruppati per Regione e Provincia (PDF) in Legge 26 agosto 1993, n. 412, allegato A, Ente per le Nuove Tecnologie, l'Energia e l'Ambiente, 1 marzo 2011, p. 151. URL consultato il 25 aprile 2012. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT; URL consultato in data 28-12-2012. Bibliografia Antonio Areddu, I consiglieri provinciali di Mores e Ozieri dal 1860 al 1923, Roma 2001. Chiara Sau, Raccontando Mores, Cargeghe, Documenta Edizioni, 2007 Antonio Areddu, Il Marchesato di Mores. Le origini, il duca dell'Asinara, le lotte antifeudali, l´abolizione del feudo e le vicende del marquis de Morès,Cagliari, Condaghes, 2011 Manlio Brigaglia, Salvatore Tola (a cura di), Dizionario storico-geografico dei Comuni della Sardegna, Sassari, Carlo Delfino editore, 2006, ISBN 88-7138-430-X. Francesco Floris (a cura di), Grande Enciclopedia della Sardegna, Sassari, Newton&ComptonEditori, 2007. Voci correlate Campanile di Mores Altri progetti Commons contiene immagini o altri file su Mores Collegamenti esterni La scheda del comune nel portale Comunas della Regione Sardegna Raccontando Mores Pro Loco

Ci spiace, non siamo in grado di mostrarti nulla di bello.

Se vuoi suggerirci un luogo da visitare, un evento o se vuoi raccontarci una storia su Mores, scrivi una email a info@viaggiart.com