c
Luoghi di Carta

Street art e poesia, Salerno e i muri parlanti di Alfonso Gatto

Scritto da Eliana Iorfida, 29/08/17

“Passeggiando per i vicoli di Salerno ci si imbatte in una strana forma di street art: sono i muri parlanti di Alfonso Gatto, gli emozionanti murales che mescolano immagini e versi in omaggio al celebre poeta, scrittore e pittore salernitano”.

 

Ci troviamo nel centro storico di Salerno, nella piazzetta che si apre su Vicolo delle Galesse. La nostra attenzione è attratta da un’originale forma di street art: immagini dai colori vivaci si rincorrono per tutto il rione Fornelle, intrecciandosi ai versi meravigliosi delle poesie di Alfonso Gatto.

 

“Forse l’amore è sempre un altro amore

e l’odore al ricordo un altro odore,

di là dove nei muri a voce a voce s’accostano le case,

dove al buio fresco dei baci la stradina è stretta”.

 

(Alfonso Gatto)

 

L’idea dei muri parlanti che, in un solo colpo, riqualifica le aree abbandonate del centro storico di Salerno e rende pubblico l’universo poetico di Alfonso Gatto, illustre figlio della città, nasce da un’iniziativa dell’omonima Fondazione presieduta dal nipote del poeta.

Proseguendo lungo questi “Luoghi di Carta”, incontriamo la lapide che indica la casa natale del poeta, in Vico degli Amalfitani, dove Gatto nacque nel 1909 da una famiglia di marinai e piccoli armatori.

Il suggestivo “itinerario narrante” si snoda attraverso il nucleo medievale della Città Vecchia di Salerno, tra i caratteristici archi a calce che raccordano le case e scorci architettonici sorprendenti, come quelli che incorniciano la cupola maiolicata della Chiesa della Santissima Annunziata (1627).

Ai versi di Alfonso Gatto, la street art allaccia sapientemente quelli di molti altri poeti contemporanei, trasformando il centro storico di Salerno in un vero e proprio libro illustrato, e la visita in un’esperienza unica di “lettura a cielo aperto”.

 

Eliana Iorfida

 

Riproduzione riservata © Copyright Altrama Italia

Comune

Salerno

Salerno sorge sull'omonimo golfo del mar Tirreno, tra la costiera amalfitana e la piana del Sele, nel punto in cui la valle dell’Irno si apre verso il mare. Fu...

Altri Suggerimenti

Il Festival della Letteratura e del Diritto di Palmi tra cultura, natura e bellezza

Luoghi di Carta

Il Festival della Letteratura e del Diritto di Palmi tra cultura, natura e bellezza

Giunto nel 2018 alla sua V Edizione, il Festival della Letteratura e del Diritto “Città di Palmi”, oltre a sviluppare ogni anno temi di grande interesse con...

Alla scoperta di Gradara, Borgo dei Borghi 2018

Luoghi di Carta

Alla scoperta di Gradara, Borgo dei Borghi 2018

Consacrato “Borgo dei Borghi 2018” nel programma Rai Kilimangiaro, Gradara è il borgo medievale di Paolo e Francesca, cantato nella Divina Commedia. Per...

Rende Book Festival, la prima fiera del libro nel borgo di Rende (CS)

Luoghi di Carta

Rende Book Festival, la prima fiera del libro nel borgo di Rende (CS)

Cosa fare a Cosenza e dintorni questo weekend? ViaggiArt suggerisce un salto al Rende Book Festival, la prima fiera del libro nel centro storico di Rende. Il borgo...

Festa dei Parchi Letterari italiani: 3 proposte firmate ViaggiArt

Luoghi di Carta

Festa dei Parchi Letterari italiani: 3 proposte firmate ViaggiArt

La Festa dei Parchi Letterari italiani, diventata ormai uno degli eventi d’autunno, è una bella occasione per praticare turismo letterario e scoprire i più bei...

A spasso con l’autore… visita a Pistoia, 24-26 Novembre 2017 

Luoghi di Carta

A spasso con l’autore… visita a Pistoia, 24-26 Novembre 2017 

 "L'universo (che altri chiama la Biblioteca) si compone d'un numero indefinito, e forse infinito, di gallerie esagonali, con vasti pozzi di ventilazione nel...

Procida, L’isola di Arturo e del postino di Troisi

Luoghi di Carta

Procida, L’isola di Arturo e del postino di Troisi

“Procida, la più piccola tre le isole del Golfo di Napoli è anche la più ricca di storie, a partire da quelle narrate da Elsa Morante, che ne rimase incantata e...