• Seguici sui nostri social
  • facebook
  • twitter
  • instagram
c
Idee di Viaggio

Il borgo di Santa Severina, tra i più belli della Calabria

Santa Severina, (Crotone) 2 mesi fa Tempo di lettura: circa 2 minuti

L’incantevole borgo di Santa Severina in Calabria è tra le destinazioni più visitate dai turisti in vacanza nella regione. Parte del circuito "I Borghi più belli d'Italia", la cittadina di Santa Severina, in provincia di Crotone, è nota per il suo castello e la bellezza intatta di un centro storico tutto da scoprire.

Posti da visitare in Calabria: Santa Severina borgo 

Santa Severina borgo è uno dei paesi più antichi della Calabria, per questo ricco di storia, tradizione e fascino. Simbolo indiscusso del centro storico, l'imponente Castello di Santa Severina, che domina la valle del fiume Neto e ospita al suo interno un importante Museo Archeologico.

Di origine bizantino-normanna, il borgo di Santa Severina sorge su uno sperone roccioso, a pochi chilometri da Crotone. Già noto nel V secolo a.C. col nome di Siberene, pare che il sito sia stato fondato dagli enotri nel secondo millennio a.C. e che l'aggiunta dell’appellativo "Santa" sia opera dei bizantini, dopo la riconquista della città nell’886.

Due passi per il borgo ci svelano i suoi gioielli più importanti, ecco cosa visitare durante un viaggio in Calabria con sosta a Santa Severina: 

1. Il Castello di Santa Severina

Anche noto come Castello Carafa, si compone di un mastio quadrato con 4 torri angolari cilindriche angioine. La sua grandiosa costruzione risale all’epoca di Roberto il Guiscardo, per poi essere ampliato con una serie di labirinti sotterranei e scuderie. All'interno del Castello di Santa Severina è ancora possibile ammirare resti di affreschi medievali e saloni decorati a stucco, con dipinti barocchi di Francesco Giordano.

2. Battistero di Santa Severina e Cattedrale

Il Battistero di Santa Severina rappresenta l'unico esempio bizantino pervenuto ai nostri giorni ancora integro, di forma circolare, con quattro appendici.

La Cattedrale di Santa Anastasia, eretta tra il 1274 e il 1295, conserva ancora l'antico portale ad arco a sesto acuto, al centro del quale compare lo stemma vescovile, mentre il resto della facciata è stato completamente rifatto nel 1705. A sinistra, l’imponente torre campanaria a base quadrata, su quattro livelli. L’interno ospita gli affreschi dei pilastri che sorreggono le navate e un bel crocefisso del XV secolo.

3. Cosa gustare a Santa Severina Borgo

Per completare la visita nel suggestivo borgo di Santa Severina, tra i più belli d'italia, ci si può concedere un assaggio del piatto tipico: la pasta “chjna”, ovvero i rigatoni al forno ripieni di formaggio, provola e salsiccia locale.

Altro prodotto tipico del borgo: l’aranciàru, la caratteristica arancia santaseverinese, la cui storia secolare ha origine dalla peculiarità del terreno, che le confereisce qualità organolettiche esemplari e la rende un ingrediente ambito anche in cucina, oltre che uno tra i prodotti calabresi più rinomati nelle mostre di frutti.

Prenota il tuo hotel a Santa Severina!

Booking.com

Riproduzione riservata © Copyright Altrama Italia

Potrebbero interessarti