c
Idee di Viaggio

Farnese, il borgo set de il “Pinocchio” di Comencini

Scritto da Eliana Iorfida, 10/06/19

Chi di voi non ricorda lo sceneggiato tv "Pinocchio" di Comencini? Se vi state chiedendo dove è stato girato e come arrivare nel delizioso borgo medievale che ospitò le riprese della mini-serie cult, vi invitiamo a seguirci nel viaggio di oggi, alla scoperta di Farnese, borgo della Tuscia in provincia di Viterbo nel quale riconoscere molti scorci del film. 

Cosa vedere a Farnese

Il borgo di Farnese ci accoglie arroccato su un massiccio tufaceo, con l'aspetto di un vero e proprio presepe a cielo aperto. Il centro storico si dispone sulla Rocca, tra il fosso di Vanghera e quello delle Piagge, circondato da un'unica strada principale.

L’accesso al borgo, con la sua struttura medievale perfettamente conservata, avviene mediante ”Porta Nuova”, frutto del rimaneggiamento seicentesco di una porta pre-esistente, dalla quale si diparte anche il caratteristico viadotto d'ingresso, lo stesso che un tempo collegava la Rocca residenziale della famiglia Farnese, dalla quale il borgo prende il nome, alla “Selva“, ovvero a un meraviglioso giardino all’italiana ormai scomparso.

L’abitato interno di Farnese, che gli stessi abitanti chiamano "il dentro” è un dedalo di vicoli acciottolati, dove perdersi e riconoscere gli scorci del mitico "Pinocchio" di Comencini diventa un'esperienza davvero singolare: riconoscibili gli elementi architettonici tipici dei centri urbani medievali, come le scalinate e gli archi di collegamento tra le abitazioni, impreziositi dalla cura degli abitanti del posto, che ne sottolineano la bellezza con fiori e piante in ogni angolo.

Passeggiare nel centro storico di Farnese è un vero e proprio tuffo nel tempo: ogni elemento concorre a far rivivere l'atmosfera rilassata di un borgo slow, dove la vacanza si fa esperienza di benessere a ritmo lento: persone accoglienti, botteghe e negozi tipici, locali e soluzioni residenziali per chi vuole ritagliarsi un momento per riscoprire la qualità della vita.

Da non perdere, la visita alle diverse chiese di Farnese, come il Santuario della Madonna delle Grazie, un vero gioiellino circondato dai cipressi, all’interno del quale ammirare l'effige dell'omonima Madonna, che la leggenda vuole sia apparsa nella pietra viva dei resti della città distrutta di Castro.

Il borgo di Farnese sorge nel cuore della rigogliosa Riserva Naturale Selva del Lamone, un'area protetta che ospita siti naturalistici di importanza comunitaria, assieme all'area archeologica di Rofalco, l'antica fortezza avamposto a protezione della città di Vulci. L'area merita più di un'escursione, alla scoperta dei singoli centri fortificati etruschi della Tuscia e della suggestiva Cascata del Salabrone.

Considerata a buon diritto una delle più belle del centro Italia, questa piccola cascata a salto unico forma un laghetto in cui è possibile fare il bagno, circondati dalla bellezza di un ambiente selvaggio e incontaminato, al quale si accede attraversando una piccola radura protetta.

Ph: Fabrizio Marchionni

Farnese e il "Pinocchio" di Comencini

Farnese set de il "Pinocchio" di Comencini è riconoscibile a prima vista tra le viuzze del borgo. 

Le avventure di Pinocchio, il mitico sceneggiato televisivo tratto dall'omonimo romanzo di Carlo Collodi, fu diretto dal regista Luigi Comencini e trasmesso per la prima volta dalla televisione italiana sul Programma Nazionale nell'aprile 1972.

Suddiviso in cinque puntate, per una durata totale di 280 minuti, conobbe un successo incredibile di pubblico e di critica, replicato più volte a partire dal decennale della pellicola, nel 1982, sempre sulla Rai tv.

A dispetto dell'originale ambientazione toscana della novella di Collodi, il "Pinocchio" di Comencini fu girato principalmente nel Lazio, tra le province di Roma e Viterbo. Il borgo di Farnese, in particolare, fu eletto set privilegiato per ambientare l'inizio della vicenda:

il borgo della Chiesa di Sant'Umano è la casa di Geppetto, di Mastro Ciliegia e Bottega di Teodoro; Casa Farnese, nel centro del paese, è sede della finta stazione dei carabinieri; il retro del Monastero delle Clarisse ospitò invece le scene del Lavatoio e la casa del paesano che tira l'acqua dalla finestra in testa a Pinocchio; infine, via Colle S. Martino (retro dell'attuale Municipio) è set della scena del "Palazzo Scolastico" e dell'Osteria "Vendita Vino".

Ph: Fabrizio Marchionni

Farnese e dintorni

Se il viaggio a Farnese è più lungo di un weekend, allora è bene pianificare un itinerario alla scoperta dei suoi meravigliosi dintorni, spingendosi fino alle sponde del Lago di Bolsena e completando le tappe all'insegna della nobile casata con la visita al sontuoso Palazzo Farnese di Caprarola.

Aperto tutti i giorni, a eccezione del lunedì, il palazzo è considerato una delle più belle dimore del centro Italia. Innalzato dal cardinale Alessandro Farnese, che affida l'opera ai noti architetti Antonio da Sangallo e Baldassare Peruzzi, il palazzo assume in seguito il pieno stile rinascimentale. 

Al suo interno, la celebre Scala Regia elicoidale, progettata da Vignola e affrescata da Antonio Tempesta, che ricalca in un certo qual modo quella del Bramante in Vaticano. All'esterno, i meravigliosi giardini progettati da Vignola, Giacomo del Duca e Girolamo Rainaldi.

Come arrivare a Farnese

L'automobile è il mezzo più indicato per arrivare a Farnese, attraversando i paesaggi e i panorami di rara bellezza della provincia di Viterbo, fiancheggiati dai campi di girasoli e lavanda che caratterizzano questo meraviglioso tratto di Tuscia, definito non a caso la “Provenza Italiana”.

Una volta raggiunto il borgo, però, l'auto si lascia sulla sinistra, dove c’è un ampio parcheggio gratuito, e si va in giro rigorosamente a piedi!

Farnese è comunque raggiungibile con i principali pullman di linea (bus CO. TRA. L.) che servono la zona con grande frequenza. Il capolinea principale è p.zza Umberto I.

Chi desidera arrivare a Farnese in treno, una volta giunto a Viterbo può cambiare con una delle corse dirette a Farnese (o a Manciano).

Riproduzione riservata © Copyright Altrama Italia

Comune

Farnese

Farnese in provincia di Viterbo nel Lazio, è un paese tipicamente medievale che sorge su una rupe sul lago di Bolsena. Nel 1500, grazie all’operato dell’omonima...

Altri Suggerimenti

I migliori hotel di Parigi

Idee di Viaggio

I migliori hotel di Parigi

Meta turistica più ambita al mondo, Parigi è il centro mondiale dell’arte, della cultura e della moda. Scopri i suoi migliori hotel. 

Alla scoperta dei mercatini di Natale

Idee di Viaggio

Alla scoperta dei mercatini di Natale

Provenienti dal nord Europa,  i mercatini di Natale sono un vero e proprio evergreen. Scopri i più belli d’Italia.  

Weekend nelle Città d'Arte d'Italia: 5 mete top

Idee di Viaggio

Weekend nelle Città d'Arte d'Italia: 5 mete top

Ecco 5 idee top per un weekend all'insegna dell'arte tra Firenze, Roma, Venezia, Palermo e Napoli.

Dove dormire a Trento e dintorni

Idee di Viaggio

Dove dormire a Trento e dintorni

Tra le città culturalmente più affascinanti d’Italia, Trento è il luogo ideale per una vacanza tra arte e natura. Scopri dove dormire.

Cosa vedere a Marrakech e nelle Città Imperiali del Marocco

Idee di Viaggio

Cosa vedere a Marrakech e nelle Città Imperiali del Marocco

Vivace, avvolgente, profumata, Marrakech è il punto di partenza ideale per un itinerario alla scoperta delle Città Imperiali del Marocco.

Capodanno 2020: dove andare

Idee di Viaggio

Capodanno 2020: dove andare

Qualche idea e qualche consiglio su dove andare per Capodanno 2020, dalle città europee a quelle italiane.