Punto di Interesse

Craco - Paese Fantasma

Strada Comunale Craco-Montalbano Jonico, 6, Craco, (Matera) Tempo di lettura: meno di 1 minuto

Negli anni sessanta, il centro storico ha conosciuto un'evacuazione che lo ha reso una vera e propria città fantasma. Tuttavia, questo fenomeno ha contribuito a rendere particolare l'abitato di Craco, che per tale caratteristica è diventato una meta turistica ed un set cinematografico per vari film. Le prime tracce delle origini di Craco sono alcune tombe risalenti all'VIII secolo a.C. Come altri centri viciniori, è probabile che abbia offerto riparo ai coloni greci di Metaponto. Nel X secolo monaci italo-bizantini iniziarono a sviluppare l'agricoltura della zona, favorendone l'aggregamento urbano. La prima testimonianza del nome della città, Graculum, è del 1060. La struttura del borgo antico risale al 1154, con case sono arroccate intorno al torrione quadrato che domina il centro. A causa di una frana di vaste proporzioni, nel 1963 Craco iniziò a essere evacuata e parte degli abitanti si trasferì a valle, in località "Craco Peschiera". Dopo il terremoto del 1980 Craco Vvecchia venne completamente abbandonata, trasformandosi in un paese fantasma. Nel 2010, il borgo è entrato nella lista della "World Monuments Fund" tra i monumenti da salvaguardare. A partire dal 2011, un percorso di visita guidata, lungo un itinerario messo in sicurezza, permette di percorrere il corso principale del paese, giungere a quello che resta della vecchia piazza e addentrarsi nel nucleo della città fantasma.

Potrebbero interessarti