Consigli di viaggio - Luoghi di Carta

Genova, dalla voce di Faber ai racconti Noir

Scritto da Eliana Iorfida, 11/01/17

Oggi “Luoghi di Carta” si fa un po’… “Luoghi di note”. Ne vale la pena e l’operazione non è poi così impropria se il “luogo” in questione è Genova e le “note” quelle di Fabrizio De André, tra i nostri poeti più intensi e ispirati.

Chi meglio di Faber ha saputo cantare, scrivere e descrivere la Genova dei caruggi, delle piazze larghe quanto un ritaglio di stoffa, delle crêuze (scalinate e piccole salite) che s’inerpicano verso scorci panoramici dai colori accesi, a picco sul mare? Un labirinto di dialetti e personaggi che, dalla “Città Vecchia” a “Via del Campo”, passando per “Crêuza de mä” e “Bocca di Rosa”, ci restituisce l’odore, il sapore e la vita palpitante di una città dal fascino controverso:

 

“Se ti inoltrerai lungo le calate dei vecchi moli / In quell’aria spessa carica di sale, gonfia di odori / lì ci troverai i ladri gli assassini e il tipo strano / quello che ha venduto per tremila lire sua madre a un nano”

(“La Città Vecchia”, F. De André)

 

Proprio il volto ambiguo e nascosto di Genova, negli ultimi anni, ha ispirato diverse e importanti “penne del Noir” italiano, che negli stessi caruggi bui hanno fatto scorrere fiumi di sangue e inchiostro, tinteggiando efferati delitti e inchieste dai tratti inquietanti. È tra questi vicoli, infatti, che Mario Paternostro sguinzaglia il suo commissario Falsopepe (“Troppe buone ragioni”, 2011) a indagare sul rapimento di un bambino, e Antonio Tabucchi vi ambienta “Il filo dell’orizzonte” (Feltrinelli, 1991), tetro racconto di un misfatto.

Tanti i luoghi narrativi di Genova, città che, come poche, ammalia, protegge e nasconde, tra luce e buio, tra abrigu (solare) e cupo, per citare in chiusura anche il Maestro Calvino che, non a caso, nella sua sintetica biografia rivendica fieramente natali liguri, anziché cubani.

 

Eliana Iorfida

 

PhCredits: Di Pmk58Opera propria, CC BY-SA 3.0, Collegamento

Immagine descrittiva - CC BY c

Genova

Affacciata sul Mar Ligure, la "Città della Lanterna", dominatrice dell'omonimo golfo, lega la sua storia alla marineria e al commercio. Il suo porto è il più...

Altri Suggerimenti

Parma e le due “Certose” di Stendhal

Parma e le due “Certose” di Stendhal

Nel 1814 Henry Beyle, in arte Stendhal, visitò Parma. Venticinque anni più tardi, lo scrittore scelse la città quale scenario per il suo grande romanzo, “La...

Cilento, Patrimonio dell’Umanità

Cilento, Patrimonio dell’Umanità

Percorrendo la costa tirrenica verso sud incontriamo un luogo di infinita bellezza, scenario di mitiche leggende: siamo nel Cilento, uno dei posti più incantevoli...

Accordo Europcar – Viaggiart. Noleggi l’auto e scopri i luoghi della cultura intorno a te

Accordo Europcar – Viaggiart. Noleggi l’auto e scopri i luoghi della cultura intorno a te

Salire a bordo di un’auto a noleggio in qualunque località del Bel Paese e scaricare – attraverso un QR code comunicato al momento del ritiro della vettura –...

Giornata della Memoria 2015 – L’omaggio di Viaggiart

Giornata della Memoria 2015 – L’omaggio di Viaggiart

Se comprendere è impossibile, conoscere è necessario – Primo Levi In occasione della “Giornata della Memoria”  il 27 Gennaio 2015 ,  ViaggiArt rende...

Il Festival della Letteratura e del Diritto di Palmi tra cultura, natura e bellezza

Il Festival della Letteratura e del Diritto di Palmi tra cultura, natura e bellezza

Giunto nel 2018 alla sua V Edizione, il Festival della Letteratura e del Diritto “Città di Palmi”, oltre a sviluppare ogni anno temi di grande interesse con...

Alla scoperta di Gradara, Borgo dei Borghi 2018

Alla scoperta di Gradara, Borgo dei Borghi 2018

Consacrato “Borgo dei Borghi 2018” nel programma Rai Kilimangiaro, Gradara è il borgo medievale di Paolo e Francesca, cantato nella Divina Commedia. Per...