c
Tradizioni

L’Italia dei fantasmi, tra Montebello e Palermo

Scritto da Redazione , 20/07/15

L’Italia è un Paese di santi, poeti, navigatori e…fantasmi! Oggi vi suggeriamo due località che hanno fatto di “leggende” e “maledizioni” un punto di forza e attrazione turistica.

La leggenda del Castello di Montebello

Nell’entroterra riminese, arroccato su un’altura da cui si gode un panorama mozzafiato, sorge il Castello diMontebello, famoso per il mistero di Azzurrina, la bambina albina scomparsa il 21 giugno del 1375. Per sfatare le credenze dell’epoca, che collegavano l’albinismo al maligno, la madre le tinse i capelli di nero, ma vista la scarsa capacità di trattenere il pigmento, i capelli risultarono azzurri e alla bambina fu dato il nomignolo di “Azzurrina”. Reclusa nel Castello per via del pregiudizio, Azzurrina era solita giocare con una palla di stracci. Un giorno, la palla ruzzolò dalle scale e la piccola, nel tentativo di recuperarla, sparì per sempre, “risucchiata” nella ghiacciaia sotterranea. Secondo la leggenda, il fantasma di Azzurrina torna a farsi sentire ogni cinque anni, il 21 giugno. La visita guidata al Castello, restaurato e riportato agli antichi splendori, è estremamente suggestiva, perché s’intreccia a molte altre credenze, tra le quali quella legata a un’antica tela raffigurante una puerpera sdraiata su uno sfondo rosso sangue: la vista del quadro è sconsigliata alle donne incinte, che sembrano svenire misteriosamente al suo cospetto. Trattasi anche qui di fantasmi?

Il fantasma del Teatro Massimo di Palermo

E che dire del fantasma che si aggira nei locali del Teatro Massimo di Palermo? Altro che il Fantasma dell’Opera! Pare che per costruire il tempio della musica lirica palermitana, furono abbattute numerose chiese preesistenti. Nel corso di queste demolizioni, involontariamente, venne profanata la tomba di una suora che, disturbata nel suo eterno riposo, decise di ostacolare l’opera manifestando la sua presenza spettrale. L’ombra di una suora di bassa statura sarebbe apparsa diverse volte sul palcoscenico, anche nel pieno delle rappresentazioni teatrali, così come dietro le quinte e nei sotterranei, da cui spesso provengono rumori misteriosi. La leggenda narra che il fantasma si aggiri tuttora inquieto, lanciando maledizioni.

Che ci crediate o meno, ViaggiArt consiglia di visitare questi luoghi del mistero tenendo gli occhi ben aperti! 

Riproduzione riservata © Copyright Altrama Italia

Regione

Emilia-Romagna

L’Emilia Romagna è una regione riccha di cultura, cibo e di divertimento, eletta "Migliore destinazione europea del 2018". Bologna è una città...

Altri Suggerimenti

La Calabria bizantina: itinerario tra storia e arte

Tradizioni

La Calabria bizantina: itinerario tra storia e arte

Affascinante itinerario tra storia e arte della Calabria bizantina, alle radici dell'antico monachesimo italo-greco e dei suoi luoghi suggestivi.

Cosa vedere nel borgo arbëreshë di Civita, in Calabria

Tradizioni

Cosa vedere nel borgo arbëreshë di Civita, in Calabria

Scopriamo insieme cosa vedere nel borgo arbëreshë di Civita, in Calabria, tra storia, natura e folklore. 

Le 10 migliori città universitarie italiane

Tradizioni

Le 10 migliori città universitarie italiane

Oggi vi proponiamo un viaggio tra le 10 migliori città universitarie italiane, alla scoperta di antiche tradizioni accademiche.

Focus sulle Contrade di Siena, tra storia e curiosità

Tradizioni

Focus sulle Contrade di Siena, tra storia e curiosità

Il Palio di Siena è uno tra gli eventi più famosi d'Italia. Scopriamo qualcosa di più in un focus sulle Contrade di Siena, tra storia e curiosità.

Palio della Rana di Fermignano: la gara più pazza al mondo

Tradizioni

Palio della Rana di Fermignano: la gara più pazza al mondo

Sapete qual è la gara più pazza del mondo? Il Palio della Rana di Fermignano, una divertente corsa tra rane da vedre in questo delizioso borgo marchigiano.

Calendimaggio di Assisi: origini del corteo storico umbro

Tradizioni

Calendimaggio di Assisi: origini del corteo storico umbro

Simbolo del ritorno alla vita e della rinascita, la Festa del Calendimaggio di Assisi e di altre regioni d'Italia annuncia il nuovo ciclo della terra.