Punto di Interesse

Borgo Antico

Vico Cortese, 53, Riace, (Reggio Calabria) Tempo di lettura: meno di 1 minuto

Il primo documento che attesta l'esistenza di Riace risale al 1562 quando, oltre alla Torre di Casamona per prevenire le incursioni turche, il Borgo disponeva anche di una cinta muraria e tre porte d'accesso: la Porta di Santa Caterina, la Porta di Sant'Anna e la Porta dell'Acqua. La cittadina, assurta agli onori della cronaca per il ritrovamento, nel 1972, dei celebri Bronzi di Riace, dal 2004 è felicemente nota per un altro primato, legato alle di politiche di accoglienza degli immigrati che, nel 2010, sono valse al sindaco Domenico Lucano il Premio "World Mayor". L'ospitalità di Riace risale al 1999, quando nasce l'associazione "Città Futura", seguita in breve tempo da "A sud di Lampedusa", "Il Girasole", "Real Riace" e "Riace Accoglie", unite in un progetto pilota nazionale e internazionale che ha accolto stabilmente circa 150 immigrati, perfettamente inseriti nel mondo del lavoro e parte integrante della vita del Borgo.

* Sergio Masella, Riace, la marina, l'università, i bronzi, 1989
* Mario Ricca, Riace, il futuro è presente. Naturalizzare «il globale» tra immigrazione e sviluppo interculturale, Riace, 2010

 

Potrebbero interessarti