Giro stregato dall’acqua, da Reggio Calabria ad Acquappesa | ViaggiArt
Itinerari

Giro stregato dall’acqua, da Reggio Calabria ad Acquappesa

CC BY Wikipedia
1 anno fa
Acquappesa, (Cosenza)

In questa 6° tappa cominciamo la risalita della Penisola dalla Calabria, con un Giro stregato dall’acqua, da Reggio Calabria ad Acquappesa, tra gli incantesimi della Fata Morgana e il benessere delle Terme Luigiane.

 

Morgana seduce la Maglia Rosa

Reggio Calabra, punta estrema d’Italia, accoglie il Giro#ViaggiArtGiro100 tra le malie dello Stretto, sul quel Lungomare Falcomatà che D’Annunzio consacrò come “il più bel chilometro d’Italia”. È proprio in questo luogo che le due sponde si fondono a pelo d’acqua, nell’illusione ottica che la leggenda attribuisce a un prodigio della Fata Morgana.

Tra miti e leggende, Reggio Calabria ci seduce in questa partenza di tappa come una maga dal doppio volto: quello antico esposto nel Museo Archeologico Nazionale, tempio dei Bronzi di Riace, e tra i resti che punteggiano il centro della città; e quello moderno e contemporaneo, espresso dalle gallerie d’arte (Pinacoteca Civica, Palazzo della Cultura) e dai caratteristici palazzi liberty lungo il corso principale.

Ci lasciamo alle spalle la scia dolce del bergamotto, l’imponenza del Castello Aragonese e del Duomo, l’eleganza del Teatro Cilea, e proseguiamo lungo una costa che si racconta con generosità.

 

Costa Viola, Costa degli Dei e Riviera dei Cedri

Questo pezzo di Calabria sfuma nei toni di un colore unico, che le vale il nome di Costa Viola, e accompagna il Giro in una tappa sostanzialmente pianeggiante, che attraversa il delizioso borgo di pescatori di Chianalea di Scilla, altrimenti noto come “la piccola Venezia”, e le bellezze di Bagnara Calabra e Palmi (intervallate da un Gran Premio della Montagna all’altezza di Barritteri).

Da Mileto a Pizzo Calabro, passando per Vibo Valentia, capoluogo della seconda provincia attraversata, il team di #ViaggiArtGiro100 si perde tra le storie di Greci, Romani e Normanni, lungo un tratto di Tirreno che, non a caso, diventa Costa degli Dei.

Superata Lamezia Terme il Giro torna a inseguire il colore della Maglia Rosa, lo stesso del tramonto sulle spiagge di Amantea – borgo arroccato di origini arabe famoso per La Guarimba Film Festival – e delle rocce di Fuscaldo, ultimo GPM di tappa.

 

Acquappesa e le Terme Luigiane

Tra i borghi più caratteristici della Riviera dei Cedri, Acquappesa, in provincia di Cosenza, rinnova il “leitmotiv” della tappa di oggi: l’acqua. Dalle spiagge ricche di anfratti e grotte naturali, col suggestivo Scoglio della Regina, alle Terme Luigiane, luogo di benessere per il corpo e lo spirito, la cittadina richiama nel nome anche la presenza di una cascata.

Abbandonandoci alla magia dell’acqua, elemento naturale che da queste parti cura e rigenera, ci ritempriamo nei bagni termali in vista della tappa successiva.

 

Eliana Iorfida

 

Riproduzione riservata © Copyright Altrama Italia

Scoglio della Regina

Acquappesa

Acquappesa

Acquappesa deve il suo nome alla presenza di una cascata. L'abitato si distribuisce su quattro nuclei principali: Casale, Marina, Intavolata e Terme Luigiane, includendo nel proprio territorio anche numerose zone rurali...

Booking.com