c
News

Il Teatro sull’Acqua, il festival diretto da Dacia Maraini 

Arona, (Novara) 1 mese fa Tempo di lettura: meno di 1 minuto

La poesia sorge dalle acque, precisamente ad Arona dal 3 all’8 settembre con il festival diretto da Dacia Maraini. Si chiama Il Teatro sull’Acqua e quest’anno sarà dedicato alla poesia.

È l’unico esempio in Italia di produzioni teatrali sull'acqua che si confronta a livello internazionale con l’Opéra on the Lake del Bregenz Festival (Austria) e il Teatro delle Marionette d'Acqua di Hanoi (Vietnam).

Sostenuto dal Comune di Arona, Regione Piemonte, Fondazione CRT e Compagnia di San Paolo nell’ambito dell’edizione 2019 del bando “Performing Arts” e con la direzione artistica di Dacia Maraini, Il Teatro sull'Acqua è entrato a far parte di PERFORMING +, un progetto che ha l’obiettivo di rafforzare le competenze della comunità di soggetti non profit operanti nello spettacolo dal vivo in Piemonte, Liguria e Valle d’Aosta.

Il programma di questa edizione verrà svelato in conferenza stampa il 29 agosto alle ore 11.00 nella Piazza del Popolo di Arona. Tra gli eventi più attesi di Arona, il Festival vedrà il debutto di “Concertazione per Elementi”, spettacolo sull’acqua diretto da Monica Maimone

In prima nazionale mercoledì 4 settembre, con repliche il 5, 6 e 7, alle ore 21.30 nell’Antico Porto di Arona, “Concertazione per Elementi” si divide in quattro quadri, ognuno dedicato ad uno degli elementi della natura. 

Concentrazione per Elementi di Monica Maimone 

«Pensando al tema del Festival (la Poesia) e al luogo del Festival (il Lago) – dichiara la regista Monica Maimone - non abbiamo dovuto trovare parole nuove. Abbiamo quindi rubato parole a Kahlil Gibran, Yves Bergeret, Emily Dickinson, Jorge Luis Borges, abusando del loro sguardo poetico. Lo spettacolo trasforma in immagini oniriche le parole dei poeti e queste diventano acqua, aria, terra, fuoco. Apparizioni sulla superficie argentea del lago, appoggiate su invisibili piattaforme galleggianti a filo d’acqua». 

La Maimone, dopo anni di lavoro con Dario Fo, Franco Parenti, Andrée Ruth Shammah, in stretto sodalizio artistico con Valerio Festi fonda negli anni ’90 Studio Festi, un progetto artistico e un centro di produzione che da allora crea e porta in tutto il mondo spettacoli e installazioni unici.

Tra questi la Cerimonia di apertura dei XX Giochi olimpici invernali di Torino e dei Mondiali di Nuoto di Roma nel 2009. 

Riproduzione riservata © Copyright Altrama Italia

Potrebbero interessarti