News

Altrove Festival 6, sullo Stato dell’Arte pubblica in Italia 

Catanzaro 1 mese fa Tempo di lettura: meno di 1 minuto

Stimolare una profonda riflessione sullo stato dell’arte pubblica in Italia attraverso talk, incontri ed eventi. È questa la mission di Altrove Festival che domani e dopodomani firmerà l’edizione numero 6 in una nuova e interessante location del capoluogo calabrese, il Parco Internazionale delle Sculture di Catanzaro

Dopo cinque anni di azioni nella città calabrese che hanno visto la realizzazione di più di cinquanta opere d’arte pubblica e la produzione della mostra “PGSD | Post Graffiti Stress Disorder”, presentata la scorsa edizione al Museo Marca, quest’anno Altrove porta a Catanzaro il dibattito internazionale sul fenomeno artistico più potente e consumato dell’ultimo mezzo secolo. 

«Gli artisti della generazione di cui parliamo hanno un rapporto privilegiato con lo spazio, e con un tipo particolare di spazio (quello spazio antropocenico che risulta dall'urbanizzazione impazzita del mondo): essi vi sono nati, artisticamente, in quello spazio, e da artisti ne sono i testimoni più diretti, possono cioè coglierne aspetti difficilmente accessibili ad altri» dice Vittorio Parisi, che insegna Estetica nel dipartimento di Visual Arts dell’Université Sorbonne Paris 1, nel suo intervento in risposta all’invito al ciclo di incontri. 

La residenza di quest’anno ha invece coinvolto nelle giornate precedenti al festival artisti, curatori, ricercatori e giornalisti del settore, invitati a scontrarsi e a incontrarsi intorno a un tavolo circolare posto nelle sale del Museo d’Arte Moderna di Catanzaro, con lo scopo di produrre pensieri, testi e azioni che stimolino una profonda riflessione sullo stato dell’arte pubblica in Italia.

A completare i due giorni di ricerca, artisti e personaggi provenienti da altri mondi, creativi e non, che si ritroveranno faccia a faccia in delle conversazioni pubbliche, per discutere di stili di vita e processi creativi contemporanei. Saranno infine due serate di festa e condivisione, in cui musica world, micro-architetture e degustazione di eccellenze enogastronomiche si intrecceranno nei suggestivi scorci del Parco della Biodiversità di Catanzaro.

Consulta il programma sul sito ufficiale.

Riproduzione riservata © Copyright Altrama Italia

Potrebbero interessarti