Motta San Giovanni e l’Oro Rosso di Calabria, lo zafferano del 38° Parallelo - ViaggiArt
ViaggiArt di Gusto

Motta San Giovanni e l’Oro Rosso di Calabria, lo zafferano del 38° Parallelo

CC BY-SA Di Jaber24 - Opera propria, CC BY-SA 4.0, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=63163967
1 settimana fa
Motta San Giovanni, (Reggio di Calabria)

Pochi sanno che tra le produzioni più antiche della Calabria c’è lo zafferano e che la piantagione più importante è a Motta San Giovanni, in provincia di Reggio Calabria, nelle vicinanze del 38° Parallelo, dove il viola dei fiori si affaccia sul blu del mare.


 
L’Oro Rosso di Motta San Giovanni 

Lo zafferano, noto anche come “Oro Rosso”, per via del suo elevato valore commerciale, è una delle più antiche merci di scambio nel Bacino del Mediterraneo. Non tutti sanno, però, che oltre alla sua provenienza orientale, il prezioso bulbo fu coltivato storicamente anche in Calabria, dagli antichi greci fino alla fiorente industria borbonica. 

Oggi è a Motta San Giovanni che, grazie all’intuizione dell’azienda agricola Mallamaci, lo zafferano ha trovato uno degli habitat più favorevoli d’Italia: clima mediterraneo, con inverni piovosi e estati secche, altitudine tra i 700 e i 500 metri sul livello del mare...e che mare! 

 

Motta San Giovanni, Leucopetra e dintorni

Dopo una visita alla piantagione di zafferano, che si consiglia nel periodo della massima fioritura, dalla metà di ottobre in poi - quando il colore dei fiori è uno spettacolo che varia dal lilla chiaro al viola purpureo – è d’obbligo una passeggiata per il borgo medievale di Motta San Giovanni che, come suggerisce il nome, conserva inalterata la disposizione sulla collina in forma di “motta” fortificata (dal francese “motte”, rialzo di terra artificiale).  

Motta San Giovanni è famosa anche per la produzione della tipica Pietra Reggina, la candida roccia calcarea da cui prende il nome il suggestivo promontorio Leucopetra (dal greco “pietra bianca”), con le cave sul mare comprese tra Lazzàro e il Faro di Capo d’Armi, poco distanti dal 38° Parallelo, il cui passaggio incrocia la Statale 106 verso Reggio Calabria ed è sottolineato da un monumento dedicato.  

Nei dintorni, da non perdere il Castello di Santo Niceto, la fortezza bizantina dell'XI secolo che domina un’altura nei pressi dell’abitato di Motta San Giovanni, raro esempio di rocca bizantina Altomedievale ben conservata in Calabria.

Riproduzione riservata © Copyright Altrama Italia

Motta San Giovanni

Motta San Giovanni

Motta San Giovanni (a Mòtt in calabrese) è un comune italiano di 6.320 abitanti in provincia di Reggio Calabria, in Calabria. Sorge a 450 m s.l.m. e dista circa 15 km dal centro di Reggio Calabria. Storia La prima menzione di "Motta San...

Booking.com