Naviglio Pavese c
Punto di Interesse

Naviglio Pavese

Str. Alzaia Naviglio Pavese, Milano

Il Naviglio Pavese è un canale navigabile che unisce Milano a Pavia, parte integrante del sistema dei navigli di Milano. Ha origine alla darsena di Porta Ticinese e prosegue fino alla fine della provincia di Milano per una lunghezza complessiva di 33 Km. Inizialmente, univa la funzione irrigua (che svolge tuttora) a quella di via d'acqua: utilizzato fino alla metà del XX secolo per la navigazione mercantile, fu solcato da gli ultimi barconi negli anni '60. Francesco Sforza ne ordinò la costruzione nel 1457, ma i lavori, più volte interrotti nel corso dei secoli, videro il completamento solo sotto Napoleone, con l'intervento di Vincenzo Brunacci (rettore dell'Università di Pavia). Si facevano discendere carbone, calce, granito e concime; mentre risalivano legname, sale, laterizi e granaglie. Incerte le notizie sulla navigazione a vapore. Oggi, il tratto urbano milanese (nel tratto della Via Ascanio Sforza) è centro della movida giovane per la presenza di diversi barconi riadattati come ristoranti e birrerie; le sponde e i ponti pedonali sono ben tenuti fino alla Conca Fallata, dove si conclude l'intervento di restauro. Proseguendo, il Naviglio attraversa per un lungo tratto il Parco Agricolo Sud Milano.Tra Milano e Pavia non incontra grossi centri urbani, eccetto Rozzano, regalando un'immersione nel paesaggio agricolo incontaminato a due passi dalla città. 

Potrebbero interessarti