c
Idee di Viaggio

Vacanza a Taormina, l'incantevole Perla del Mediterraneo

Taormina, (Messina) 1 anno fa Tempo di lettura: meno di 1 minuto

Taormina, l’incantevole “Perla del Mediterraneo”, racconta la sua estate stile “dolce vita” con l’annuale Taormina Film Fest. Una passeggiata dal Duomo di Taormina al Teatro Greco, passando per la Villa Comunale di Taormina, svela il fascino indiscusso di una tra le destinazioni turistiche più amate al mondo.

Cosa vedere a Taormina, la “Perla del Mediterraneo”

Per anni ha sedotto poeti, scrittori, viaggiatori e celebrità mondiali: da Goethe, che la definì “lembo di paradiso in terra”, a Greta Garbo e Richard Burton, che ne ammiravano abitualmente la bellezza dai tavolini dello storico Caffè Mocambo.

Risalendo dalla baia tra i fichi d’India, raggiungiamo il centro storico di Taormina, sospeso tra rocce e mare, ai piedi del Monte Tauro. Corso Umberto, delimitato a monte e a valle dalle antiche porte d’accesso, Porta Catania e Porta Messina, è il cuore pulsante della movida. 

Il Duomo di Taormina si affaccia sulla piazza dominata dalle Quattro Fontane barocche; percorriamo la via principale fino all’affollatissima Piazza IX Aprile, suggestiva terrazza da cui è possibile godere lo spettacolo del golfo e dell’Etna. Ritrovo turistico e mondano, la piazza ospita anche la Chiesa di San Giuseppe (XVII secolo), quella di Sant’Agostino e la Torre dell’Orologio (o Porta di Mezzo), ricostruita nel 1679.

Tra caffè storici, botteghe di “pupari”, maioliche e coralli, proseguiamo fino a Palazzo Corvaja, espressione di stili architettonici che richiamano le diverse dominazioni, arabo-catalana e normanna, e sede di mostre d’arte.

La salita di fronte ci porta dritti al gioiello archeologico della città, il grandioso Teatro Greco di Taormina, simbolo eterno tra i più grandi del Mediterraneo.

Tappa obbligata, i giardini della Villa Comunale di Taormina, l’oasi verde voluta dall’ornitologa scozzese Lady Florence Trevelyannel 1884.

Per godere di un tramonto a pelo d’acqua, guadagniamo gli scogli dell’Isola Bella, Riserva Naturale raggiunge in soli cinque minuti con la funivia che porta alla spiaggia di Mazzarò. 

La nostra vacanza nella “Perla del Mediterraneo” si conclude con una cena che fonde sapori e profumi d’Oriente, di Francia e Spagna, arricchiti da note di mandorla, finocchietto selvatico e doni del mare.

Riproduzione riservata © Copyright Altrama Italia

Potrebbero interessarti