Comune

Castello del Matese

Castello del Matese, (Caserta) Tempo di lettura: meno di 1 minuto
Castello del Matese (fino al 1970 Castello d'Alife, Ncòppa Castièllë in campano) è un comune italiano di 1.469 abitanti della provincia di Caserta in Campania.Geografia fisicaCastello del Matese è sito a ridosso del confine tra Campania e Molise, a sud di San Gregorio Matese ed a nord di Piedimonte Matese.Il territori comunale consta di un centro abitato e di una superficie edificabile ed agricola per un totale di 21, 48 km².Il paese si trova a 476 metri sul livello del mare, su di una "terrazza" fra le valli del Rivo e del Torano.L'attuale territorio comunale è stato stabilito nel 1853.Dista 50 km da Caserta (capoluogo di provincia), 80 km da Napoli (capoluogo di regione) e 60 da Campobasso in Molise.StoriaIl paese ha origini medievali e sotto i normanni fu fortificato a scopo difensivo.Venne citato per la prima volta nel XIII secolo quando fu sede di un assedio da parte delle forze guelfe contro Tommaso d'Aquino, signore ghibellino di Castello.Nel 1460 fu sede di un altro assedio perpetrato dall'esercito baronale ribelle a Ferdinando I d'Aragona. Si era schierato a favore di quest'ultimo il conte Onorato Gaetani, signore di Piedimonte.Il paese dipendeva amministrativamente da Piedimonte ed i cittadini di Castello eleggevano ogni anno sei consiglieri che li rappresentavano nell'Universitas del capoluogo di contea.A partire dal XVII secolo perse le sue funzioni originarie di difesa.Il 12 febbraio 1752 gli fu concessa autonomia amministrativa ma nel 1764 fu riunito nuovamente a Piedimonte.Nel 1801 divenne nuovamente indipendente con il nome di Castello di Piedimonte.Il 26 ottobre 1862 mutò denominazione in Castello d'Alife.Nel 1912 venne costruita la strada carrozzabile che ha agevolato lo sviluppo economico della zona.Nel 1920 è stata raggiunta dall'elettrodotto.Nel 1945 passò dalla provincia di Benevento a quella di Caserta.Il 13 agosto 1970 il comune ha cambiato nuovamente nome in Castello del Matese.Il 29 dicembre 2013 un sisma con intensità 4.9 gradi poi corretta a magnitudo 5.0, senza serie conseguenze, e numerose scosse di assestamento hanno avuto epicentro nel territorio comunale.Monumenti e luoghi di interesseDi notevole interesse sono i resti dell'antico Castello medievale, realizzato con l'uso di pietra locale ai tempi della dominazione normanna. Si possono ancora ammirare alcune torri circolari con base a scarpa e dei tratti di mura della fortezza.La chiesa parrocchiale della Santa Croce, del X secolo, rifatta dopo il terremoto del 5 giugno 1688, si presenta in stile barocco con bellissime icone intagliate e finissime decorazioni in stucco.SocietàEvoluzione demograficaAbitanti censiti AmministrazioneNote^ Dato Istat - Popolazione residente al 31 dicembre 2010.^ AA. VV., Dizionario di toponomastica. Storia e significato dei nomi geografici italiani, Milano, GARZANTI, 1996, p. 169.^ a b Touring, p. 263.^ Marrocco, p. 37.^ a b Marrocco, p. 38.^ Decreto legislativo luogotenenziale 11 giugno 1945, n. 373, articolo 1, in materia di "Ricostruzione della provincia di Caserta."^ Statistiche I.Stat - ISTAT; URL consultato in data 28-12-2012.BibliografiaAA.VV., L'Italia: Campania, Milano, Touring Club Italiano, 2005.Dante B. Marrocco, Guida del Medio Volturno, Napoli, Tipografia Laurenziana, 1986.Collegamenti esterniCastello del Matese

Ci spiace, non abbiamo ancora inserito contenuti per questa destinazione.

Puoi contribuire segnalandoci un luogo da visitare, un evento oppure raccontarci una storia su Castello del Matese. Per farlo scrivi una email a redazione@viaggiart.com